Anche voi volete fare la vostra parte per salvare il pianeta? Avete deciso che quest’anno farete di tutto per risparmiare denaro? E allora prova a coltivare frutta e verdura in giardino: non è così difficile come sembra!

Coltivare l’orto è una piacevole attività che vi permette di stare all’aria aperta, di imparare cose nuove e di beneficiare dei frutti della terra, buoni, biologici e coltivati a km 0.

Potreste pensare che curare un giardino o mettersi a coltivare frutta e verdura sia qualcosa di difficile e dedicato solo agli esperti, ma la verità è che coltivare è un’attività bella, benefica e dedicata proprio a tutti. Anche a chi non ha mai piantato un seme o non ha mai preso in mano un rastrello in vita sua!

E la parte migliore della faccenda è che non avete nemmeno bisogno di un orto per coltivare: potete facilmente coltivare anche in giardino o sul terrazzo, facendo i conti ovviamente con lo spazio a disposizione.

Abbiamo preparato per voi una bella lista di ortaggi e frutti che potete facilmente coltivare nel giardino e abbiamo anche aggiunto alcuni suggerimenti su come iniziare. Non vi resta che continuare la lettura!

Come coltivare frutta e verdura a casa

Per prima cosa, non è necessario disporre di un lussureggiante giardino verde per coltivare ogni sorta di gustosa delizie. Se non avete l’orto e nemmeno il giardino, tutto quello che vi serve è un po ‘di spazio sul davanzale di una finestra, perfetto per coltivare piccole cose come erbe, lattuga e mini peperoni, oppure per coltivare verdure più piccole come i pomodori nei vasi delle piante.

Se poi volete avventurarvi all’esterno ma avete poco spazio limitato per piantare, ecco che un semplice cestino sospeso può darvi spazio di crescita al di fuori della terra. Se invece siete abbastanza fortunati da avere un giardino con un po ‘di terreno e spazio per scavare, non perdete tempo e iniziate a piantare!

Potete coltivare pomodori, fragole e anche le patate all’interno dei sacchi, purché abbiate uno spazio all’aperto. Per le verdure più radicate come le carote o le patate, appunto, potete anche provare a usare un  bidone della spazzatura del giardino. Vi assicuriamo che questo metodo funziona!

Cosa serve per iniziare

Il giardinaggio potrebbe sembrare un hobby che si pratica avendo a disposizione tutta una serie di kit costosi, ma in realtà non avete bisogno di molto per iniziare a coltivare i vostri ortaggi preferiti.

E soprattutto, non avete bisogno di avere necessariamente un grande appezzamento di terra; si può fare tutto anche sul balcone, all’interno di un vaso e mettendo in pratica tutti gli accorgimenti necessari per coltivare ortaggi della grandezza giusta in base allo spazio che avete a disposizione.

Se state coltivando sul terrazzo o in vaso dentro casa vi serviranno:

  •  vasi 
  •  semi 
  • terreno di buona qualità 
  • guanti da giardinaggio

Se invece state coltivando all’aperto, direttamente in giardino o nell’orto, ti servirà anche un:

  •  annaffiatoio
  • rastrello
  • vanga
  • sostegni per le piante

Un po ‘di fertilizzante vi aiuterà ad accelerare la crescita delle piante che state coltivando. Insomma, niente di impossibile!

E adesso… si comincia a coltivare!

10 piante semplici da coltivare

Aglio e cipolla

Cipolle nell'orto pronte da raccogliere.

Ebbene sì, coltivare aglio e cipolle a casa può farvi risparmiare un po’ di soldi e vi sarà certamente scoprire il sapore dei prodotti della terra. Entrambi sono semplici da coltivare; potete partire dai germogli verdi e piantarli come bulbi, oppure piantare i singoli spicchi d’aglio nel terreno ben drenato.

E una volta che userete l’aglio e la cipolla del vostro piccolo orto, allora sì che sentirete davvero la differenza con quelli acquistati al supermercato. Provare per credere!

Patate

Patate sporche di terra appena raccolte.

Che le preferiate arrosto o bollite, le patate sono un alimento base per preparare tantissimi piatti.. e potete facilmente coltivarle anche in un vecchio bidone della spazzatura: le patate sono felici di crescere praticamente ovunque!

Riempite un vecchio bidone, oppure un sacco di juta e sistemate una o due patate intere lì dentro, dopo aver sistemato terra e compost in piccole quantità. Il trucco è non è piantarne troppe dal momento che le patate hanno bisogno di molto spazio perché le radici possano germogliare e crescere.

Una volta spuntati i germogli verdi, sistemate altra terra, coprite con un po’ di compost, aspettate che i germogli emergano di nuovo e poi ripetete l’operazione. Continua così fino a quando il sacco o il bidone non saranno pieni; , in 10-20 settimane le patate saranno pronte per essere raccolte e mangiate! Visto che non serve avere necessariamente un grande pezzo di terra per coltivare bene?

Erbe aromatiche

Un giardino di erbe aromatiche davanti alla finestra: un'idea perfetta per chi non ha il giardino.

Le erbe aromatiche hanno un grande potere:possono rendere super gustosi anche i pasti più noiosi. E poi, ci aiutano a ridurre il consumo del sale e inebriano la casa con il loro buonissimo profumo!

Insomma, non c’è un orto, casalingo e ricreato anche dentro casa, che non ospiti le erbe aromatiche. Potete acquistare alcuni semi oppure comprare una pianta di erbe in vaso. Basilico, erba cipollina, prezzemolo e salvia cresceranno felici vicino a una finestra soleggiata mentre origano, timo, menta e rosmarino si possono coltivare bene sia all’interno che all’esterno in un giardino.

Insalata

Insalata coltivata all'interno di contenitori, pronta per essere raccolta.

L’aspetto positivo dell’insalata è che potete farla crescere per tutto l’anno: basta scegliere varietà diverse in base alle stagioni. Piantate i semi di insalata nei mesi estivi e in sole 4 settimane potrete già raccoglierla. E no, non c’è bisogno dell’orto… bastano anche dei contenitori rettangolari da sistemare sul balcone!

Peperoni

Peperoni rossi e verdi coltivati in vaso.

I peperoni sono un’altra pianta facile da coltivare e perfetta se siete agli inizi. Potete coltivare anche in un piccolo vaso vicino alla finestra e dedicarvi a un’ampia varietà di semi: l’unico accorgimento è quello di annaffiare spesso! Lo stesso procedimento di coltivazione si può applicare al peperoncino e a tutte le varietà di peperoni nani… anzi in questo caso gli ortaggi più sono piccoli e meglio cresceranno in spazi ridotti!

Sedano

Sedano coltivato in bicchiere a partire dalle sue stesse radici.

Il sedano è una delle poche verdure sbalorditive che si riproducono se le loro radici vengono immerse nell’acqua. Tutto quello che dovete fare è mettere la radice in una ciotola poco profonda o una tazza d’acqua e sistemarla vicino a una finestra.

Dopo circa una settimana apparirà una nuova piccola testa di sedano e a questo punto potrete trasferirla all’interno del vaso: entro poche settimane avrete un sedano commestibile e completamente nuovo!

Provate a fare questo piccolo esperimento coinvolgendo anche i più piccoli: sarà un ottimo modo per spiegare loro qualche nozione di botanica e di giardinaggio.

Pomodori

Pomodori coltivati in vaso.

I pomodori sono un gli ortaggi che proprio non possono mancare nel nostro piccolo orto domestico fai da te. Potete acquistare i semi di pomodoro e piantarli oppure optare per una pianta giovane che ha già cominciato la sua produzione.

Per i pomodori potrebbe essere necessario utilizzare dei paletti di legno per realizzare dei sostegni in modo che le piante rimangano in posizione verticale. Una volta che i pomodori saranno diventati rossi, selezionateli con cura, raccoglieteli e… mangiateli!

Crescione

Semi di crescioni coltivati dentro i gusci delle uova.

Questa pianta non è certo comune quanto i pomodori, ma è ottima per cominciare a fare pratica con l’orto. E poi, questa erba dal sapore un po’ pungente è perfetta per condire il pesce, le tartine e gli antipasti.

Il crescione è così facile da coltivare e cresce in tempi brevi che potete persino piantarne un po’ in un contenitore per lo yogurt o all’interno dei gusci delle uova se vi sentite particolarmente creativi.

Rabarbaro

Rabarbaro coltivato in piena terra, ideale per preparare dolci e composte.

Forse lo conoscete per le caramelle, oppure per il liquore, ma in realtà il rabarbaro è una pianta che si può anche utilizzare in cucina, per preparare dolci, composte e bevande.

Il modo più semplice per coltivare rabarbaro è prendere alcune piante giovani e piantarle in un grande vaso. Avranno bisogno di un terreno ben fertile e qui ci sarà da investire qualche soldo in più, ma una volta spuntato il rabarbaro tende a crescere in abbondanza e poi… chi lo ferma più!

Fragole

Fragole coltivate sul balcone, all'interno di un vaso.

Lo avreste mai detto che, tra le piante più semplici da coltivare anche sul balcone, ci sono proprio le fragole? Se non lo sapevate, allora vi abbiamo dato sicuramente una buona notizia perché, diciamoci la verità: le fragole costano un sacco di soldi e tutti vorrebbero mangiarne in quantità risparmiando! Ecco, si può fare: basta coltivarsele da soli!

Potete piantare le fragole in vaso oppure farle crescere in piccoli sacchetti di juta, a condizione di mantenere sempre pulita la pianta. Il lato positivo è che se vi prenderete cura delle vostre piante, queste continueranno a produrre frutti anno dopo anno. E che fate, non ci provate?

Cari appassionati di giardinaggio che avete deciso che quest’anno sarà l’anno dell’orto… be’ è arrivato il momento di iniziare! Da quale pianta avete deciso di iniziare?

TEST EADV