fbpx

Coltivare i fiori è l’essenza del giardino. Colori, profumi e tata soddisfazione nel vedere crescer le nostre specie preferite. Possiamo coltivare i fiori a partire dai semi direttamente in giardino, piantando in piena terra e creando bellissime aiuole colorate, oppure, se il giardino non c’è, sul balcone o sul terrazzo, dentro i vasi.

I fiori vivaci e colorati sono l’ingrediente perfetto per ogni giardino. Ma prendersi cura delle fioriture a volte può essere complesso, soprattutto per un giardiniere principiante o per chi ha poco tempo a disposizione da dedicare al giardinaggio. 

Ci sono varietà molto delicate che hanno bisogno di costante cura e attenzione, mentre invece ci sono fiori molto semplici da mantenere, che però non per questo sono meno belli!

E allora ecco 10 fiori tutti facili da coltivare e da mantenere, perfetti per regalare al giardino un bellissimo aspetto con il minimo sforzo.

1. Cosmos

Cosmos: Fiore delicato con uno stelo sottile, resiste al calore, alla siccità e alle cattive condizioni del suolo

Fiore delicato con uno stelo sottile, resiste al calore, alla siccità e alle cattive condizioni del suolo. I giardinieri non devono prestare molta attenzione al cosmo dopo aver seminato i suoi semi. Non bagnateli troppo e vedrete che sopravviveranno fino a quando il gelo non farà capolino. Inoltre, il cosmos – che di solito ha petali rosati, bianchi o arancioni – presenta pochi problemi con i parassiti e le malattie.

Esiste anche una specie particolare di Cosmos, chiamata Cosmos atrosanguineus, con fiori vellutati color amaranto, che sembrano quasi neri, e di un altezza compresa tra i 40 e i 60 cm. Ma la vera particolarità è un’altra: il profumo del fiore! Ricorda proprio quello del cioccolato.

2. Narcisi

i narcisi sono sorprendentemente facili da coltivare. I bulbi si piantano in autunno e poi si aspetta fino a quando i fiori non fioriscono nel tardo inverno o all'inizio della primavera

Caratterizzati dai loro sei petali a forma di tromba in tonalità di bianco o giallo, i narcisi sono sorprendentemente facili da coltivare. I bulbi si piantano in autunno e poi si aspetta fino a quando i fiori non fioriscono nel tardo inverno o all’inizio della primavera. Una volta sbocciati, richiedono ancora poca manutenzione. Basta fornire pieno sole, terreno ben drenante, meglio se leggermente acido, e sufficiente acqua. Con le giuste condizioni, i narcisi fioriranno ogni anno!

Questo fiore è molto profumato, tanto che deve il suo nome proprio al suo aroma. La parola narciso infatti arriva dal greco narkào, che significa “che stordisce”. Anticamente si riteneva infatti che il profumo di questo fiore avesse proprietà soporifere, come se contenesse sostanze narcotiche.

3. Achillea Millefoglie

Poche piante richiedono poca manutenzione come l'Achillea Millefoglie. Questa pianta perenne è resistente alla siccità, cresce in quasi tutti i tipi di terreno e ha bisogno di poco in termini di fertilizzanti

Poche piante richiedono poca manutenzione come l’Achillea Millefoglie. Questa pianta perenne è resistente alla siccità, cresce in quasi tutti i tipi di terreno e ha bisogno di poco in termini di fertilizzanti. L’ Achillea, disponibile in oltre 80 varietà, fiorirà ripetutamente per tutta la stagione.

Il nome di questa pianta si rifà all’eroe greco Achille che si pensava avesse utilizzato la pianta per curare le ferite dei soldati durante la famosa guerra di Troia. Oggi, invece, gli estratti di questa pianta sono utilizzati per la preparazione di tisane contro il raffreddore.

4. Zinnia

Le zinnie attirano gli impollinatori in giardino dal momento in cui fioriscono fino a quando non scompaiono con il primo gelo

La zinnia a crescita rapida è una buona scelta per chiunque inizi in ritardo a piantare fiori a partire dal per seme. Le zinnie attirano gli impollinatori in giardino dal momento in cui fioriscono fino a quando non scompaiono con il primo gelo. Possono essere suscettibili alle malattie fungine quando vengono bagnate troppo, quindi fate attenzione!

Il significato della Zinnia nel linguaggio dei fiori  è la semplicità. Forse proprio perché è una pianta poco esigente, nonostante la bellezza dei suoi fiori che decora in modo elegante e naturale ogni giardino o terrazzo.

5. Astro

L’astro era utilizzato un tempo come pianta medica e curativa: gli antichi lo usavano come un vero e proprio antinfiammatorio

Questa pianta perenne è autosufficiente e non ha bisogno di particolari cure: i suoi fiori stellati e pieni di petali continuano a fiorire anno dopo anno! Preparatevi a vedere una tavolozza di viola e rosa che fiorisce dalla fine dell’estate fino all’inizio dell’autunno. E poi, piccola curiosità, questo fiore attira bellissime farfalle!

L’astro era utilizzato un tempo come pianta medica e curativa: gli antichi lo usavano come un vero e proprio antinfiammatorio per curare diversi problemi fisici.

6. Begonia a foglia rossa

La begonia arriva dall’America Latina e, per le sue origini, ama particolarmente le temperature alte

Mentre la maggior parte delle begonie prosperano all’ombra, la varietà a foglie rosse tollera bene anche la luce solare. Le sue foglie color barbabietola e i suoi boccioli di colore rosa fioriscono per tutta l’estate sia in condizioni umide che aride, rendendo questo fiore l’opzione più amabile per chi è alle prime armi o non ha molto tempo a disposizione.

La begonia arriva dall’America Latina e, per le sue origini, ama particolarmente le temperature alte. Per questo, cresce in maniera spontanea nelle zone più calde ma si può adattare facilmente a vivere anche negli ambienti domestici.

7. Calendula

La calendula, con i suoi bellissimi fiori gialli e arancioni, è un'aggiunta brillante per qualsiasi giardino

La calendula, con i suoi bellissimi fiori gialli e arancioni, è un’aggiunta brillante per qualsiasi giardino. Forse la caratteristica migliore di questo fiore è la sua natura spensierata; i fiori prosperano sotto il sole, ma andrà bene anche un po’ di ombra a metà pomeriggio. Inoltre, questi fiori sono utili per il tuo giardino: le calendule rilasciano sostanze benefiche per il terreno e per le radici delle piante.

Molti scrittori antichi molte volte scambiavano la calendula con il chrysanthemum (crisantemo), chiamandola pianta dai fiori d’oro. Il fatto che i fiori si aprissero al mattino per richiudersi al tramonto era considerato un simbolo di sottomissione e di dolore per la scomparsa del sole e questa credenza ha fatto sì che la calendula fosse associata nel corso a sentimenti di dolore.

8. Girasole

I girasoli hanno steli grossolani e alti che spesso raggiungono diversi metri di altezza se esposti ad almeno sei o otto ore di pieno sole ogni giorno

Inutile dire che il girasole ama il sole. Ogni giorno, i fiori dorati girano le loro grandi teste per affrontare la direzione della luce solare. Il girasole è un fiore sorprendentemente facile da coltivare; non importa il tipo di terreno, può assorbire anche molta acqua, ma può tollerare allo stesso tempo periodi di caldo e siccità. Quindi no, non è vero che il girasole è un fiore molto difficile da coltivare.

I girasoli hanno steli grossolani e alti che spesso raggiungono diversi metri di altezza se esposti ad almeno sei o otto ore di pieno sole ogni giorno. Aspettatevi che i girasoli fioriscano da metà estate fino all’autunno.

9. Echinacea

l'Echinacea resiste bene non solo agli scatti più freddi e agli insetti distruttivi del giardino, ma anche ai periodi di prolungata siccità

Potreste conoscere questa pianta come un integratore a base di erbe che rinforza il sistema immunitario, ma gli amanti del giardinaggio sanno che si tratta anche di una pianta perenne adorabile che richiede poco in cambio delle sue fioriture accattivanti, simili a quelle delle margherite. 

Originaria delle praterie e dei boschi, l’Echinacea resiste bene non solo agli scatti più freddi e agli insetti distruttivi del giardino, ma anche ai periodi di prolungata siccità. Vale a dire, se vi dimenticate di annaffiare per un paio di settimane durante un’estate secca, le fioriture a forma di cono e dai petali rosa continueranno imperterrite. 

10. Lavanda

Amata per i suoi vibranti fiori viola e il suo profumo fresco e rilassante, la lavanda cresce bene in condizioni calde e secche simili a quelle della sua regione natale, l'area delMediterrane

Amata per i suoi vibranti fiori viola e il suo profumo fresco e rilassante, la lavanda cresce bene in condizioni calde e secche simili a quelle della sua regione natale, l’area delMediterraneo. Assicuratevi di piantare questa pianta perenne in un punto dove possa ricevere almeno sei ore di sole diretto ogni giorno. 

E ricordatevi di potare in primavera, subito dopo i primi fiori, per incoraggiare una nuova crescita e aiutare la pianta a mantenere la sua forma caratteristica. Se metterete in pratica questi pochi ma importanti accorgimenti, la lavanda in cambio vi regalerà colori e profumi deliziosa, a prova di campo provenzale.

Leave a Reply