A ogni stagione, i suoi frutti! Se in estate ci divertiamo tra i colori dell’insalata, dei pomodori e delle zucchine, in autunno è tempo di colori caldi e avvolgenti. E che cosa c’è di più caldo dei colori della zucca? In questo periodo è la regina dell’orto, tutti la conoscono, in molti apprezzano il suo sapore e in tanti si chiedono: “e adesso che cosa me ne faccio di tutte queste zucche?”. Sì, perché la zucca quando cresce, non fa sconti a nessuno.

E allora vediamo insieme come fare per far fruttare al meglio il raccolto e come conservare al meglio la zucca.

La zucca è per eccellenza l’ortaggio dell’autunno. Con i suoi colori caldi e allegri in questo periodo si può utilizzare in mille modi in cucina per preparare ricette dolci e salate e, se in versione da decorazione, quindi non commestibile, può essere usata per creare tante decorazioni a tema Halloween, ormai alle porte.

Ne esistono di diverse forme, tonde, dalla forma allungata, dall’aspetto increspato e dai colori più disparati, che vanno dal verde al marrone fino all’inconfondibile colore arancione. Alcune zucche non sono commestibili, mentre altre sono talmente belle da vedere che molte persone cercano di conservarle il più a lungo possibile per poterle utilizzare anche come decorazione, come centrotavola o per realizzare le classiche zucche intagliate.

Per coltivare la zucca ci vuole molto spazio nell’orto, ma se decidete di cimentarvi in questo progetto le soddisfazioni non vi mancheranno. Se siete fortunati potreste raccoglierne a decine, di tutte le dimensioni. Ma non preoccupatevi; a differenza di tanti altri ortaggi, la zucca non bisogna consumarla subito, o meglio, nessuno vi obbliga a farlo. Al contrario, questo ortaggio si può facilmente conservare secondo diverse tipologie.

Se decidete di aprire la zucca, tagliarla e consumarla subito, allora sì, non avete molti giorni a disposizione. Dovrete conservarla in frigorifero e cucinarla nel giro di poco tempo. Ma se volete conservarla avete tante possibilità tra le quali scegliere, oltre al vantaggio di poter conservare la zucca anche per svariati mesi.

Conservare la zucca

La zucca intera può essere conservata per molto tempo, anche per sei mesi. Quello che conta è tenerla in un luogo giusto e fare attenzione che sia maturata al punto giusto prima di raccoglierla

La zucca intera può essere conservata per molto tempo, anche per sei mesi. Quello che conta è tenerla in un luogo giusto e fare attenzione che sia maturata al punto giusto prima di raccoglierla. Altrimenti, se è ancora un po’ acerba, l’acqua presente al suo interno potrebbe farla marcire molto presto.

Quando raccogliete la zucca è molto importante non eliminare il picciolo ma lasciarlo attaccato alla zucca. Se lo strappate potreste lesionare la scorza e lasciare una parte della polpa esposta all’aria aperta.  E anche in questo caso, il rischio marciume è dietro l’angolo.

Dove conservare la zucca

La zucca deve essere conservata in un luogo caldo. Se la mettete al freddo, è molto probabile che si cristallizzi e, di conseguenza, l’intero ortaggio si decomponga nel giro di poco tempo. La temperatura ideale per conservare la zucca è di 10 gradi. L’ambiente di casa, quindi, va benissimo. Niente balcone e niente frigorifero, ma un luogo poco umido e possibilmente ventilato.

Quanto dura la zucca

Una zucca intera si può conservare per mesi a partire dal raccolto dell’autunno. Diciamo che se seguite attentamente tutte le indicazione per conservare questo ortaggio al meglio, potreste preservarlo almeno fino a primavera inoltrata. Tutto varia anche in base alla tipologia di zucca. In natura ne esistono diverse e ce ne sono alcune che sono più indicate per essere conservate proprio perché durano a lungo.

Tagliare la zucca e poi conservarla

varietà di zucca

Abbiamo detto che una zucca intera può durare a lungo, ma una volta che viene aperta dovrete consumarla abbastanza in fretta, diciamo in una settimana, altrimenti in pochi giorni rischiate di farla andare a male. Per evitare sprechi è bene organizzarsi e, soprattutto, se avete raccolto tante zucche, capire cosa farne prima di aprirle tutte.

La prima cosa da fare se avete raccolto tante zucche è regalarle! Non siate avari, distribuite le zucche tra famiglia, parenti e amici e li farete felici. Del resto, una zucca coltivata non ha certo il sapore di quella comprata al supermercato. Provare per credere!

Con quelle che vi restano, potete decidere se conservarle intere oppure tagliarle. Armatevi di tanta pazienza e di un coltello robusto e affilato, perché tagliare la zucca può diventare una di quella operazioni da far saltare i nervi. Quindi calma, sangue freddo e via con il taglio!

Togliete prima i filamenti interni e i semi e poi la scorza. E ricordate che i semi sono commestibili, quindi aprendo tante zucche potreste farne una bella scorpacciata, per poi tostarli o per usarli per condire l’insalata o insaporire le verdure.

Se tagliate la zucca a pezzetti avete due opzioni; la prima è di conservarla in frigorifero ma ricordate, come abbiamo detto prima, che questa è una soluzione temporanea e che entro una settimana quella zucca dovrete cucinarla. La seconda è conservare i pezzetti di zucca che avete tagliato nel congelatore. Basta sistemarli in un contenitore, o nell’apposito sacchetto da congelatore, ed ecco che per qualche mese avrete una zucca congelata e pronta da utilizzare per ogni evenienza.

Quando avrete voglia di mangiarla, non dovrete far altro che scongelarsi, tuffarla per qualche minuti in una pentola con dell’acqua calda e il gioco è fatto! E non è necessario cuocere la zucca prima di poterla surgelare: potete surgelare i cubetti tagliati direttamente così come sono. Più comodo di così!

Idee alternative

La zucca o la mangiate subito, o la conservate in frigorifero per qualche giorno oppure la congelate. Ma le possibilità non sono finite, perché esistono anche tanti altri modi alternativi per poter conservare questo ortaggio. Basta solo ingegnarsi un po’!

Per esempio, avete mai assaggiato la zucca essiccata? Tutta la frutta e la verdura si può essiccare, basta avere l’apposito strumento, l’essiccatore. Tutto ciò che viene essiccato può essere utilizzato per insaporire le verdure o per preparare il minestrone.

Poi c’è l’opzione conserva in barattolo, che fa molto campagna e focolare domestico. Potete mettere la zucca sottolio e sottaceto negli appositi barattoli et voilà…altre conserve per l’inverno da aggiungere alla dispensa. Potete provare con un paio di barattoli, proporli in tavola e tastare il terreno per vedere se una soluzione di questo tipo può essere apprezzata.

E per ultimo, la confettura di zucca. La zucca ha una consistenza morbida e spugnosa, un sapore neutro che la rende l’ingrediente perfetto per preparare piatti dolci o salati e allora perché non provare a realizzare una marmellata di zucca o un salsa per accompagnare i formaggi o la carne?

A voi la scelta! Scegliete la soluzione che meglio fa al caso vostro, regalate zucche in quantità, congelatele, essiccatele, cucinatele per tutta la famiglia. Quello che conta è non buttare nulla e non sprecare nemmeno un grammo di quello che la natura ci regala!

Quello che conta è trovare la soluzione migliore per conservare al meglio la zucca senza sprecarla. Nell’orto spesso e volentieri la zucca dà il meglio di sé e cresce in abbondanza, quindi è sempre meglio essere preparati per evitare sprechi e per evitare di trovarsi con una quantità enorme di zucche da buttare perché ormai andate a male. Quindi, prendete nota!