fbpx

zona relax in giardino

Zona relax… che relax!

Spesso i proprietari di casa pensano che l’allestimento di una zona relax negli esterni sia complicato, e che non basti scegliere i mobili preferiti per ottenere un buon risultato; in realtà, con qualche accorgimento, soprattutto per quanto riguarda i materiali da utilizzare all’esterno, arredare una zona relax nel vostro giardino o nel patio può essere altrettanto facile che arredare casa.

Vi basterà avere le idee chiare su ciò che volete ottenere, e con qualche consiglio pratico, riuscirete ad allestire una zona comoda e allo stesso tempo funzionale ed esteticamente piacevole.

Impostare il budget

Prima di iniziare ad acquistare mobili ed oggetti d’arredo per la zona relax è assolutamente importante pianificare le spese che andrete a sostenere. Spesso gli arredi outdoor sono piuttosto costosi, sia perché la qualità dei materiali che entrano in gioco per le zone esterne deve essere piuttosto alta, sia perché oggi dal punto di vista estetico si trovano in commercio vere e proprie chicche di design e, dato che l’occhio vuole sempre la sua parte, sarete portati a guardare in primis elementi di arredo innovativi ed esteticamente interessanti.

Di conseguenza sapere bene quanto si può spendere per un tavolo o per una tenda o ancora per un dondolo piuttosto che per un’amaca, si rivelerà utile in virtù del fatto che ci sono moltissime soluzioni e molti stili di arredamento outdoor, alcuni abbordabili altri decisamente fuori dalla portata dei più. Potrete ottenere un ottimo risultato, senza per forza spendere tutti vostri risparmi, optando per uno stile piuttosto che per un altro, oppure rinunciando a qualche elemento decorativo in favore di uno più funzionale.

Ricordate che nell’allestimento di una zona relax entrerà in gioco anche la vostra creatività, magari con qualche costruzione fai-da-te o semplicemente con l’aggiunta di qualche elemento particolare che può conferire tono e stile anche ad un insieme paesaggistico piuttosto semplice. Cercate quindi di “stare dentro” al vostro budget, avendo cura di non strafare e di non avere fretta nella scelta degli elementi che comporranno lo vostra zona relax.

E ricordate che, come per l’arredamento indoor anche per quello esterno, è possibile fare le cose passo dopo passo, magari rimandando ad un periodo futuro l’acquisto di quella chaise longue che vi piace tanto e concentrandovi, almeno inizialmente, su ciò che reputate indispensabile per ottenere una zona vivibile e che potrete sfruttare fin da subito.

zona relax esterni

Valutare lo spazio

Prendete in considerazione lo spazio che avete a disposizione per la vostra zona relax, e se non è moltissimo sarà inutile riempirlo troppo e sicuramente con pochi elementi ben combinati tra loro riuscirete ad allestire uno spazio ad hoc per le vostre esigenze.

Al contrario se avete un’ampia metratura libera di cui disporre, ma non avete un budget importante, potete optare per un arredamento minimalista che va tanto di moda e di cui c’è un’ampia scelta, o per l’inserimento di alcuni elementi semplici ma ad effetto, quali vasi di grandi dimensioni come ad esempio quelli luminosi che, non solo contribuiranno all’illuminazione generale della zona relax, ma daranno un tocco in più al vostro design sottolineando alcuni punti importanti che ne fanno parte.

Scegliere lo stile

Potrete decidere di allestire uno spazio intimo da condividere unicamente con la vostra famiglia o con il vostro partner, o magari avrete desiderio di creare una zona per gli ospiti dove allestire cene ed organizzare feste. Qualunque sia il vostro scopo, prima di iniziare ad acquistare elementi di arredo in maniera casuale, solo perché vi piacciono o perché sono piuttosto economici, è necessario capire bene quale risultato volete ottenere, focalizzandovi sullo stile che sentite più vostro.

La zona relax del patio o del giardino può essere concepita come un continuum della vostra abitazione, in questo caso basterà che seguiate lo stile indoor scegliendo per la vostra zona esterna mobili ed elementi di arredo in linea con quello stile; oppure può rappresentare una zona a se’, completamente distante stilisticamente dal mood del resto della casa, in questo modo sarete liberi di creare ciò che più vi piace senza vincoli e potrete finalmente avere quella zona un po’ retrò o quell’atmosfera romantica che vi è sempre piaciuta, ma alla quale magari avete dovuto rinunciare nell’arredo indoor perché troppo ingombrante o troppo costosa.

Un ambiente esterno, per quanto grande, non sarà mai talmente ampio da dovervi inserire la stessa quantità di elementi che avete dentro casa, per questo può essere più facile uscire dal seminato, dare libero sfogo ad un gusto particolare e alla vostra creatività. Anche mixare elementi in stili diversi può risultare efficace o magari dedicare completamente la vostra ricerca ad elementi davvero originali come ad esempio quelli in stile orientale che ricordano i giardini zen giapponesi.

Il paesaggio

Dato che stiamo parlando di una zona relax nel giardino di casa vostra, uno degli aspetti da non sottovalutare è il paesaggio che farà da sfondo al vostro progetto, che si tratti di una zona nella quale volete esclusivamente rilassarvi o di un angolo dedicato all’ospitalità, è importante dare a voi e ai vostri amici e parenti qualcosa di bello da guardare.

Ad esempio aggiungendo l’elemento acqua attraverso l’inserimento di una fontana direttamente all’interno della zona relax o di un laghetto artificiale nel prato, o costruendo un camino per esterni dove cucinare o magari semplicemente godere del calore e dell’atmosfera che il fuoco è in grado di creare, o ancora aggiungendo un tavolo da calcetto se vi piace l’idea di invitare gli amici per una partita, o allestire un gazebo e circondarlo di fiori e piante fiorite.

Ci sono moltissime opzioni tra cui scegliere per creare una zona relax in linea col vostro gusto e con la vostra personalità.

Il comfort

Non dimenticate che il comfort è il re della zona relax! Pertanto assicuratevi che vi siano adeguati posti a sedere per voi e per il numero di persone con cui desiderate condividere il vostro nuovo spazio esterno e optate per sedute che siano prima di tutto comode; sedie o poltrone innovative e ultra moderne in plexiglass o alluminio potrebbero essere tanto belle da vedere ma rivelarsi scomode e quindi poco rilassanti una volta che le dovrete utilizzare per una cena o anche semplicemente per leggere un libro o prendere un thè e fare quattro chiacchiere con gli amici.

L’illuminazione

Nelle fase iniziale di progettazione del vostro ambiente esterno abbiate cura di prevedere anche dove andrete ad inserire gli elementi di illuminazione. Che siano lampade, faretti o veri e propri lampioncini sarà necessario, come d’altra parte lo è per l’arredamento indoor, pianificare gli spazi e valutare gli elementi di design anche in funzione dei punti luce.

Potete scegliete di posizionare dei faretti a terra, magari lungo l’intero perimetro dell’area relax, o lungo il vialetto che vi conduce se ne avete uno, questa è un’ ottima soluzione salvaspazio e anche molto estetica, oppure optare per luci soft ad esempio utilizzando grosse candele o candelabri che sono ideali per creare una zona intima, o ancora posizionare vicino alle sedute i cosiddetti funghi, che oltre ad illuminare molto bene la zona vi forniranno il calore necessario per sfruttare l’ambiente anche nelle stagioni più fresche.

zona relax con piscina in giardino

La scelta dei materiali

Nella scelta dei materiali fate attenzione alle loro caratteristiche di resistenza agli agenti atmosferici, con ogni probabilità la zona outdoor sarà soggetta alle piogge, poiché anche se riparata da un soffitto, da una tenda o da un traliccio coperto di piante rampicanti, durante un acquazzone i vostri mobili si bagneranno sicuramente, quindi evitate materiali come il tessuto o la pelle, che potrete comunque utilizzare per i cuscini delle sedie o delle panchine, avendo cura però di riporli all’interno quando piove e durante le stagioni più umide.

Allo stesso modo ricordate che la plastica, per quanto resistente alle intemperie, scolorisce con l’esposizione prolungata al sole, e che il legno, anche se perfetto per gli allestimenti outdoor, necessita un preventivo trattamento con un impregnante protettivo, che andrà utilizzato periodicamente per mantenere la qualità del legno e fare in modo che non si deteriori nel lungo periodo.

Per quanto riguarda la scelta del materiale è consigliabile quindi non accontentarsi alla prima occasione e spendere magari qualche euro in più pur di avere le certezza che i vostri mobili durino nel tempo, senza rischiare di ritrovarvi dopo solo un anno a doverli sostituire.

L’allestimento di uno spazio, che sia interno o esterno, è sempre e comunque un investimento, e se proprio non avete la possibilità di acquistare subito tutto ciò che desiderate, fate qualche rinuncia sulla quantità senza sacrificare la qualità degli elementi che andrete ad inserire nella vostra nuova zona relax.

È sempre buona consuetudine cercare di arredare uno spazio in modo che non diventi difficile da gestire, in fin dei conti state allestendo una zona dove rilassarvi, ed inserirvi elementi di arredo che dovrete coprire o spostare ogni qual volta pioverà non sarà affatto comodo e vi porterà via tempo ed entusiasmo. Molto meglio creare una zona semplice e pratica, dove ogni elemento che la costituisce possa tranquillamente restarvi notte e giorno senza possibilità che si rovini.

Ovviamente nelle stagioni fredde, quando comunque non sfrutterete molto la zona relax, è buona norma mettere al riparo tavoli e sedie, ma se saranno di buona qualità vi basterà coprirli con un telo e posizionarli in una zona meno esposta alle intemperie.

Come abbiamo detto, oggi l’arredamento outdoor è del tutto simile, stilisticamente parlando, agli allestimenti interni, questo anche perché esistono sempre più materiali ideati oppositamente per avere le giuste caratteristiche di resistenza agli agenti atmosferici, senza dover rinunciare all’estetica. Vediamone alcuni esempi:

  • Il resin wood: letteralmente il legno di resina, è un materiale di nuova generazione, studiato per il design estero, che necessita di pochissima manutenzione e garantisce una lunga durata nel tempo, in aggiunta è molto leggero e facile da pulire.
  • La fibra polypeel: si tratta di un materiale intrecciato con fibre naturali che, grazie ad un particolare processo industriale, diventano resistenti ai raggi UVA e agli sbalzi termici, inoltre sono impermeabili e facilmente lavabili.
  • L’alluminio e l’acciaio inossidabile: che oltre ad essere materiali tipici di un arredo moderno minimalista, offrono ottime capacità di resistenza e facilità di gestione.
  • Il polipropilene: è una resina termoplastica, molto leggera e resistentissima agli agenti atmosferici, ultimamente molto utilizzata per l’allestimento di salotti all’aperto, spesso accostata ad elementi in alluminio e vetro.
  • HPL: ovvero il laminato plastico ottenuto da processi di laminazione con l’aggiunta di resine, è il materiali tipico dei piani da cucina e, poiché molto resistente ed impermeabile, è indicato anche per l’arredamento outdoor.
  • Il wicker: è una fibra sintetica intrecciata a mano su robuste strutture in alluminio, estremamente resistente anche ai raggi UVA è perfettamente adatta agli ambienti esterni.
  • Il ferro battuto, la pietra e la terracotta: ideali per un arredamento in stile classico, sono anch’essi materiali robusti e resistenti alle intemperie.
  • Esistono poi alcune varietà di legno naturale particolarmente adatte all’uso esterno, come ad esempio il legno massello e il teak, quello utilizzato sulle navi, che è molto resistente all’umidità.

E ora… preparatevi a creare una bellissima zona relax che sarà l’invida del circondario e che vi permetterà di godere in un modo del tutto nuovo e diverso dei vostri spazi esterni.