fbpx Skip to main content

Origini della permacultura

La permacultura è un sistema di progettazione di insediamenti umani sostenibili. Nasce negli anni ‘70 in Australia, dal lavoro del biologo, agronomo e naturalista Bill Mollison e dello studioso ed esperto di ecologia David Holmgren. Questa disciplina nasce per rispondere alle crescenti crisi ambientali e come alternativa al modello consumista e di predazione di ecosistemi naturali.

Le etiche e i principi della permacultura si basano sul lavoro di anni di Mollison ed Holmgren. Trovate un approfondimento gratuito su cosa è la permacultura nella guida introduttiva alla permacultura del Bosco di Ogigia (a cura di Francesca Della Giovampaola e Filippo Bellantoni).

Sistema per progettare

La permacultura è prima di tutto un sistema per progettare. Gli strumenti messi a disposizione da questa disciplina ci possono essere d’aiuto per disegnare un orto, un giardino o anche per organizzare un gruppo di lavoro. Il lavoro di David Holmgren sui 12 principi ha consentito infatti di allargare il campo di gioco della permacultura. Partendo dalla cura della terra, dall’indicazione di lavorare “con” e mai “contro” la natura, la permacultura estende i suoi ambiti di progettazione alle risorse materiali, energetiche fino all’organizzazione delle comunità. Dunque la permacultura si può definire una disciplina olistica che abbraccia diversi campi del sapere umano.

Etiche e principi

La permacultura ha tre etiche: prendersi cura della terra, prendersi cura delle persone (anche di sé stessi), condividere le risorse.

Ecco i 12 principi di progettazione pratica:

  • Osservare e interagire 
  • Raccogliere e conservare energia 
  • Assicurarsi un raccolto 
  • Applicare l’autoregolamentazione e accettare feedback 
  • Usare e valorizzare risorse e servizi rinnovabili
  • Evitare di produrre rifiuti
  • Progettare dal modello al dettaglio
  • Integrare invece di separare
  • Piccolo e lento è bello
  • Usare e valorizzare la diversità
  • Usare e valorizzare il margine
  • Reagire ai cambiamenti in modo creativo

Storia della permacultura in Italia e nel mondo

permacultura

Dopo la pubblicazione di Bill Mollison del libro Permaculture One (1978), premiato a Stoccolma (1981) con il Premio Nobel alternativo della Right Livelihood Foundation, iniziano a diplomarsi i primi allievi di un corso di progettazione in permacultura. Nel 1985 Mollison standardizza il corso di 72 ore in progettazione in permacultura. Nel 1991 i diplomati in tutto il mondo sono 4000. Alla fine degli anni ‘90 in Europa iniziano a nascere diverse Accademie. In Italia nel 2006 è stata fondata l’Accademia Italiana di Permacultura grazie ai primi permacultori italiani Massimo Candela, Saviana Parodi, Stefano Soldati, Mara Praturlon, Marilù Bisonin e Fabio Pinzi. L’Accademia italiana nasce con lo scopo di promuovere e diffondere i principi e lo spirito della permacultura e come supporto a chi ha frequentato i corsi.

Leave a Reply