serra da giardino

La serra da giardino, salvezza dell’inverno

I veri appassionati di giardinaggio sognano di coltivare prodotti biologici tutto l’anno e con l’ausilio di una serra da giardino si può realizzare questo sogno. Si possono allestire serre di diverse forme e dimensioni, e in commercio si trovano kit di costruzione di ogni genere, da quelli molto economici a quelli veramente costosi. Come le cloche e le cornici a freddo, le serre sfruttano i raggi solari per creare al loro interno un microcosmo caldo e umido dove le piante possono prosperare, fiorire e crescere ancor meglio che in condizioni naturali.

Per allestire la vostra serra scegliere un luogo aperto, dove la struttura non sarà mai ombreggiata nemmeno quando il sole sarà basso nel cielo. A differenza delle cornici a freddo le serre sono generalmente di maggiori dimensioni e predisposte per una specifica temperatura interna, quindi adatte alla coltivazione di ogni varietà di frutta e verdura. Ovviamente per la scelta della serra dovrete considerare lo spazio che avete a disposizione e la qualità della piante che volete coltivare, nonché il budget.

In linea di massima si possono distinguere tre tipologie di serre da giardino, quelle calde, quelle temperate e quelle fredde: le prime vi daranno la possibilità di far cresce al loro interno anche piante tropicali poiché provviste di veri e propri sistemi di riscaldamento e autoregolazione di temperatura e umidità, queste mantengono la temperatura a 16-18 gradi di notte, le seconde sono in grado di mantenere una temperatura notturna di 10-14 gradi, le ultime svolgono la stessa funzione delle cornici fredde, poiché non hanno alcun impianto di climatizzazione, ma possono ospitare una quantità e varietà maggiore di piante o semenze.

La caratteristica tipica di ogni serra da giardino che si rispetti è la copertura trasparente, che garantisce il passaggio della luce solare; può essere in vetro o materiale plastico (vetroresina, policarbonato, poliestere). Il vetro renderà la struttura decisamente meno economica ma ha molti vantaggi tra cui, i più importanti sono l’isolamento termico e la resistenza ai raggi UVA, ma anche una maggiore trasparenza, e in aggiunta sarà più facile mantenere pulita una struttura in vetro piuttosto che in pvc.

La pulizia del vetro o della copertura trasparente è molto importante perché se la superficie resta sporca, diventerà opaca e non farà filtrare la quantità giusta di luce; la plastica ha il vantaggio della leggerezza ma si deteriora molto più facilmente e tende ad opacizzarsi sempre nel lungo periodo.