Le rose sono senza dubbio tra le specie di fiori più popolari e comunemente utilizzate nei giardini per arricchire il paesaggio naturale, attraverso le innumerevoli specie e i variopinti colori che caratterizzano queste piante.

Le rose si prestano molto bene alla coltivazione in aiuole o in vaso (specie a cespuglio), ma anche all’allestimento di pergolati, o per abbellire una recinzione o nascondere le mura perimetrali (rose rampicanti); esistono anche varietà in miniatura e rose rampicanti sarmentose (con fiori più piccoli delle rampicanti classiche ma che fanno mazzi più grossi e fitti che creano bellissime macchie di colore).

Grazie alla grande varietà questi fiori rappresentano un must nella creazione di paesaggi naturali di grande valore estetico, senza dimenticare il loro profumo e il fatto che possederle in giardino significa poterle recidere per realizzare fantastici bouquet da regalare o semplicemente da posizionare in casa in un vaso come centrotavola.

La propagazione delle rose attraverso la moltiplicazione per talea è una tecnica molto semplice, che non richiede alcune preparazione professionale e può essere realizzata con successo anche da giardinieri fai da te alle prime armi; al contrario dell’innesto che richiede grandi abilità e che, se non praticato con assoluto rigore, raramente potrà dare i risultati sperati.

Vediamo come procedere per propagare la rose utilizzando le talee e piantandole direttamente a terra; se lo desiderate è possibile, con lo stesso procedimento, piantarle anche in un contenitore.

moltiplicazione rosa per talea

Per prima cosa selezionate una zona del giardino che sia riparata dal sole durante le ore più calde della giornata, e scavate il terreno a circa 15 cm di profondità, aggiungendo al terriccio base una parte di torba e una di sabbia. La torba manterrà il giusto grado di umidità di cui la talea ha bisogno, e la sabbia aiuterà il drenaggio, favorendo il passaggio dell’acqua in eccesso.

Selezionate alcuni gambi della rosa che desiderate propagare, che abbiano circa lo spessore di una matita. Lo stelo deve essere dritto, ovvero senza curvature, e maturo, cioè che staccando una spina questa venga via di netto senza intaccare lo stelo; inoltre deve essere un gambo giovane (della nascita dell’anno in corso).

moltiplicazione rosa per talea

Il gambo deve avere una lunghezza di circa 20 cm e il taglio deve essere netto ed effettuato appena sotto una gemma (è da qui che si svilupperanno le radici); in seguito andranno rimosse tutte le foglie e le spine nella metà inferiore. È possibile lasciare alcune foglie nella parte apicale, avendo però cura di tagliarle a metà trasversalmente, questo per ridurre la traspirazione dell’umidità, altrimenti la talea potrebbe perdere troppi liquidi e si potrebbe compromettere il suo attecchimento.

moltiplicazione rosa per talea

Inserite ogni stelo in modo che i due terzi risultino immersi nel terreno e solo un terzo della lunghezza resti scoperto. Fate in modo che la base del taglio sia ben immersa nella sabbia, pressatela bene intorno alla talea in modo da escludere quanta più aria possibile.

Infine aggiungete del terriccio per coprire eventuali buchi e comprimetelo in superficie, in prossimità delle talee, per fermarle bene nella loro posizione. Mantenete i tagli sempre annaffiati durante tutta l’estate. A novembre le talee dovrebbero essere bene radicate e pronte per il trapianto.

Il periodo migliore per propagare le rose con le talee è dalla fine di agosto sino ad ottobre.

Talee nelle patate

Un metodo alternativo per far crescere le talee è quello di utilizzare le patate. Prima di piantare la talea nel terreno inserite l’estremità inferiore in una patata, intera o tagliata nella parte alta; la patata fornirà alle talee il giusto grado di umidità e tutte le sostanze nutritive di cui necessita per radicare e crescere.

rose talee patate