fbpx

Chiunque decida di avviare la coltivazione di ortaggi, piuttosto che di piccoli frutti, sfruttando uno spazio del giardino o una zona adibita a vero e proprio orto, si trova spesso alla ricerca di consigli e suggerimenti in merito alle diverse tecniche di coltivazione e alle esigenze specifiche di ogni specie.

Soprattutto i meno esperti o coloro che decidono di avviare una coltivazione di ortaggi per la prima volta non possono sottovalutare gli aspetti peculiari delle diverse varietà ai fini di ottenere un raccolto abbondante e, aspetto ancor più importante, di qualità.

Tra le moltissime specie di ortaggi che si coltivano in questa stagione i pomodori sono sempre tra i maggiormente apprezzati, sia grazie alle numerose varietà tra cui è possibile scegliere sia perché possono essere consumati freschi, secchi o sotto forma di salse, e quindi conservati per molto tempo.

Vediamo, allora, quali aspetti prendere in considerazione nella coltivazione dei pomodori e quali consigli seguire per essere certi di coltivare questi deliziosi ortaggi con successo.

1.

Il primo consiglio, valido per qualsiasi varietà di pomodoro si decida di coltivare, è quello di iniziare con il piede giusto, ovvero di avviare la coltivazione partendo da semenze o piantine di qualità.

2.

Come per qualsiasi specie di ortaggio, ma anche di piante ornamentali, è importante scegliere il posto giusto dove avviare la coltivazione; ovvero una zona del prato che soddisfi tutte le condizioni necessarie allo sviluppo e alla crescita della pianta, sia in termini di qualità del suolo che di esposizione al sole.

3.

Nella coltivazione del pomodoro è sempre consigliato tagliare tutti i rami che si trovano più vicino alla base della pianta, questo è utile per un sano e corretto sviluppo del sistema radicale della pianta, indispensabile ai fini di una buona produzione.

4.

Nel caso si decida di avviare la coltivazione dei pomodori in vaso è indispensabile provvedere ad aggiungere sul fondo del contenitore un buono strato drenante di ghiaia o simili. Il drenaggio è fondamentale per la salute delle piante di pomodoro.

5.

Il terreno nel quale si coltivano i pomodori deve essere ricco di sostanza organica, ma non eccessivamente azotato, per non favorire la crescita del fogliame a discapito di quella dei fiori e, successivamente, dei frutti.

6.

Al momento del trapianto dal vaso al terreno è importante separare accuratamente e con delicatezza le radici della pianta e piantarla immediatamente.

7.

In fase di piantumazione, interrare la pianta cercando di coprire con il suolo tutta la parte in cui sono state tolte le foglie e i rami più bassi.

8.

Una volta adagiata la piantina nel buco del terreno premere il suolo facendo in modo per sia ben compattato e privo di spazi vuoti, affinché la pianta possa sopportare la prima irrigazione senza cedimenti.

9.

Eliminare le gemme troppo vicine tra loro, lasciandone soltanto una per ramo, ai fini di avviare la crescita di una pianta con una struttura che permetta un buon passaggio dell’aria; la migliore prevenzione contro le malattie fungine.

10.

Infine irrigare la pianta e prevedere, soprattutto nel caso ci si allontani da casa per alcuni giorni, un sistema di irrigazione automatica, meglio se a goccia.