Orto

L’orto in inverno: che ortaggi piantare e come estendere la stagione di crescita

Scritto da 10/09/2014 Maggio 11th, 2020 Nessun commento

Tendenzialmente, la raccolta invernale di ortaggi ha successo solo se si conosce la data media del primo gelo nella regione in cui si vive; le coltivazioni devono essere piantate abbastanza presto per far sì che raggiungano la piena maturazione prima del sopraggiungere delle gelate.

Le cooperative agricole locali solitamente sono in grado di fornire informazioni piuttosto precise relative al periodo delle gelate e rivolgendovi a queste potrete avere un’idea più precisa anche in merito al momento della semina. Vediamo intanto quali sono gli ortaggi adatti ad essere seminati a fine estate ed autunno in zone a clima temperato come il nostro paese.

A seconda del tempo richiesto per la maturazione si possono distinguere colture da 90, 60 e 30 giorni. Vediamo quali sono.

Ortaggi da 90 giorni

Piantate questi ortaggi entro la metà di luglio se desiderate raccogliere i frutti prima dell’inverno, altrimenti potete piantarli più tardi per una crescita in primavera. Gli ortaggi in questione sono cipolle rosse, carote, barbabietole, rapa svedese, fave, cavolini di Bruxelles, cavoli e cavolfiore.

Ortaggi da 60 giorni

Queste colture dovrebbero essere piantate entro la metà di agosto. Tra i tuberi troviamo: la rapa, il porro, le carote novelle e il cavolo rapa; tra gli ortaggi a foglia larga: la bietola, il cavolfiore invernale e i cavoli precoci.

Ortaggi da 30 giorni

Queste colture necessitano 30 giorni per maturare e dovrebbero essere piantate entro la metà di settembre. Ravanelli, cipolle a grappolo, broccoli, alcuni tipi di lattughe, spinaci.

Come estendere la stagione di crescita

Ci sono molti modi per estendere la stagione di crescita degli ortaggi piantati durante la stagione invernale, incrementando la temperatura dai 10 a 15 gradi nella stagione autunnale e invernale, sfruttando semplicemente l’energia solare.

Cornici a freddo

Con l’ausilio delle cornici a freddo gli ortaggi saranno protetti dai forti venti e dalle temperature rigide della notte; optate per una zona del giardino che riceva la luce solare per la maggior parte del giorno, evitate di posizionare la cornice a freddo in prossimità di grandi alberi che creerebbero zone d’ombra e, se possibile, scegliete una zone con una leggera pendenza in modo da facilitare il drenaggio. Le cornici a freddo sono molto semplici da realizzare utilizzando ad esempio una vecchia finestra; se invece preferite acquistarle piuttosto che costruirle da voi ne troverete di diverse forme e dimensioni presso un qualsiasi garden center.

Serre

La serra, originariamente costruita per persone facoltose durante l'Impero Romano, è oggi comunemente utilizzata per estendere la stagione di crescita degli ortaggi

La serra, originariamente costruita per persone facoltose durante l’Impero Romano, è oggi comunemente utilizzata per estendere la stagione di crescita degli ortaggi. In commercio si trovano dei kit per costruire serre di ogni forma e dimensione e con l’ausilio di un sistema di riscaldamento interno è possibile coltivare verdure durante tutto l’anno.

Leggi come creare serre per l’inverno >>

Letti rialzati

I letti in rilievo sono molto utilizzati dai giardinieri che desiderano controllare la qualità del suolo differenziando la tipologia di terreno a seconda della specie di impianto ed estendere la stagione di crescita degli ortaggi

I letti in rilievo sono molto utilizzati dai giardinieri che desiderano controllare la qualità del suolo differenziando la tipologia di terreno a seconda della specie di impianto ed estendere la stagione di crescita degli ortaggi. Il terreno dei letti rialzati infatti si riscalda molto più rapidamente e il letto può essere rivestito con teli in cellophane per proteggere le colture quando il gelo diventa una minaccia.

Leggi come realizzare coltivazioni su letti rialzati >>