fbpx

A settembre l’orto è pieno di colori; peperonipomodorizucchinemelanzane ancora, per poco, da raccogliere. Ma in questo mese è bene fare il resoconto del vostro lavoro e pianificare l’autunno perchè ci aspetta una stagione altrettanto ricca di soddisfazioni

Gli ultimi frutti da raccogliere sono le zucche d’inverno, che si staccano dalla pianta in questo periodo per essere conservate e consumate in inverno. Le zucche d’inverno più rimangono nell’orto (cercando tenerle sollevate per evitare il contatto diretto con il terreno umido in modo che acquisiscano più sapore dolce una buona conservabilità.

La coltivazione autunnale e quella invernale dipendono sempre dal tempo e, a meno che non si coltivi in ​​una serra, tutta la crescita si fermerà intorno a metà novembre, qualunque cosa accada. 

Le vere piante che svernano come l’aglio, il cavolo primaverile e le cipolle ridurranno un po’ la crescita prima di novembre, ma poi rimarranno dormienti fino alla ripresa della crescita in primavera. 

Piante autunnali come la rapa o la lattuga autunnale vengono piantate ora prima che il clima diventi troppo freddo. Se non si dispone di una serra, è comunque possibile prolungare in qualche modo la stagione utilizzando le cloches.

Settembre è un periodo ricco di ortaggi da raccogliere, che sono maturati al caldo sole dei mesi di luglio e agosto. Ma è anche un periodo che ancora gode di clima mite, ideale per la preparazione dell’orto per l’autunno e l’inverno.

In questo mese possiamo trapiantare gli ortaggi autunnali, quelli che non hanno paura del freddo, oppure tutte quelle verdure che hanno un ciclo di coltura molto breve e che offriranno il raccolto prima che arrivi il freddo dell’inverno.  Quello che conta è riescano a germogliare prima che le temperatura scendano troppo.

Il calendario dei lavori nell’orto di settembre

Orto di settembre

A settembre possiamo piantare le piantine che abbiamo seminato nei mesi di luglio e di agosto, quelle cresciute in semenzaio. Oppure, se vogliamo fare prima possiamo acquistare direttamente le piantine in vivaio e piantarle nel terreno a seconda del tempo che abbiamo a disposizione.

Ecco cosa si può piantare nell’orto di settembre.

Insalate resistenti

L’inizio di settembre è il momento migliore per seminare insalate resistenti come la rucola. Queste piante preferiscono le temperature più fresche in questo periodo dell’anno e le giornate più corte, il che le rende molto più propense a resistere. Le verdure orientali sopravviveranno anche a temperature molto più fredde (anche al gelo), quindi forniranno foglie di insalata fino a metà novembre all’aperto e sverneranno felicemente in una serra.


Le insalate invernali sono molto resistenti al freddo e produrranno verdure fresche per un tempo sorprendentemente lungo. È probabile che le piante sopravvivano all’inverno all’aperto quando ricominceranno a crescere in primavera per dare un po’ di verdura di benvenuto prima di essere ripulite per il raccolto successivo.

Bietola e Spinaci
Bietola e Spinaci produrranno foglie prima di novembre e di solito sopravviveranno all’inverno e torneranno in vita in primavera. Gli spinaci perenni sono più resistenti delle bietole, quindi una scelta migliore nelle zone più fredde. La semina per uso esterno è migliore ad agosto che a settembre, ma c’è ancora tempo per seminare a settembre in serra.

Gli spinaci sono un ottimo raccolto nei prossimi aprile e maggio. Se si coltiva all’aperto è meglio seminare prima di metà agosto, ma si può seminare anche ora. Le foglie primaverili degli spinaci siano le più gustose dell’anno con le foglie giovani di aprile particolarmente dolci e buone. Le foglie più grandi prodotte a maggio sono più buone se cotte.

Cavolo cappuccio
Le foglie succose del cavolo cappuccio primaverile sono molto benvenute in aprile e maggio, e questa è una delle prime colture che si raccolgono durante l’anno. Il trucco è ottenere delle piante abbastanza grandi da sopravvivere all’inverno prima di novembre, ma non così grandi da iniziare a formare dei cuori. La migliore data di semina è la fine di agosto per la semina a metà/fine settembre: la pianta giovane andrà in letargo durante l’inverno e riprenderà a crescere in primavera.

Cipollotto
Ancora, un raccolto svernante che sarà pronto ad aprile se seminato a fine agosto. I cipollotti si seminano meglio seminati in mazzi da 8-10 e raccolti in una volta sola.

Cipolle
Le cipolle si piantano a settembre ora per un raccolto precoce di cipolle l’anno prossimo. Usate sempre i tappetini anti-erbacce per coltivare cipolle in qualsiasi momento dell’anno, ma questo ha ancora più senso per le varietà svernanti poiché il tappetino protegge anche il terreno dal clima invernale.

Aglio
Preparate il terreno come per la cipolla e raccoglierete l’aglio la prossima estate. Ci vuole pazienza, ma ne vale la pena!

Rapa
Potete coltivare le rape a crescita rapida per un raccolto di rape piccole e dolci delle dimensioni di una pallina da tennis prima che diventi troppo freddo a novembre. Il risultato è un’ottima rapa bianca a crescita rapida che dovrebbe essere seminata ad agosto per crescere all’aperto, ma può ancora essere seminata direttamente in serra fino a metà settembre.

Broccolo calabrese
Il broccolo calabrese può essere piantato in serra e dovrebbe produrre frutti di dimensioni decenti, se l’autunno rimane ragionevole caldo. Il calabrese è un tipo di broccolo molto comune al supermercato (anche se molto più gustoso se coltivato nel vostro orto) con grandi teste verdi e una crescita molto più veloce dei broccoli germogliati, quindi può essere gustato anche più avanti nella stagione.

Non solo orto

Lavori di giardinaggio

Settembre non è soltanto il momento ideale per l’orto. C’è spazio anche per i fiori. O meglio, per i bulbi.


I bulbi da fiore possono sono ideali da piantare nell’orto poiché fioriscono o muoiono relativamente presto, quindi non intralciano i lavori di coltura. I bulbi sono piantati a una profondità di 25 centimetri quindi, a meno che non stiate coltivando radici, si troveranno al di sotto della zona delle radici della maggior parte delle verdure. 

E se volete sembrare super cool e all’avanguardia, mettete dei bulbi di tulipani nel letto di lattuga e lasciateli sbocciare tra le foglie dell’insalata primaverile: il risultato sarà bellissimo da vedere!

Ultimi preziosi consigli

Settembre non è solo un mese di semine ma anche di molti altre attività manuali, che servono a rendere il vostro spazio più organizzato e produttivo. Ecco allora qualche ultimo consiglio:

  • Annaffiate in modo abbondante. Del resto, a settembre il clima è ancora caldo
  • Concimate le specie più esigenti con un buon compost maturo
  • Organizzate i lavori di compostaggio
  • Raccogliete l’uva, se avete le viti, e gli ultimi frutti estivi dagli alberi
  • Potate salvia e rosmarino e procedete con la moltiplicazione per talea: questo è il momento giusto
  • Potate le rose, anche in questo caso settembre è il momento ideale
  • Raccogliete le erbe officinali che vi serviranno per la preparazione delle tisane in inverno

Leave a Reply