fbpx

Siamo in piena estate e, ovviamente, l’orto è nel pieno della sua attività, nonostante le folli temperature, il caldo insopportabile e anche qualche temporale che di tanto in tanto spezza la routine delle giornate più calde.

Luglio è un mese ricco di sorprese, sia per quanto riguarda l’orto ma anche per quel che riguarda gli alberi da frutto. Anche durante questo periodo di grande caldo possiamo dedicarci alla semina degli ortaggi, al raccolto che comincia a essere consistente e, soprattutto, alle operazioni di irrigazione.

Luglio è un mese molto caldo, le temperature sono davvero alte e le piante hanno bisogno di molta acqua, anche più del previsto se vedete che la terra sta diventando particolarmente arida.

È importante annaffiare l’orto e le piante almeno una volta al giorno, meglio se di sera, quando il sole sta ormai tramontando. Cercate di curare in modo particolare le piantine che avete appena trapiantato, quelle che necessitano di annaffiature giornaliere e hanno bisogno di essere riparate dai raggi del sole troppo forti e diretti.

Ecco quello che possiamo cominciare a seminare a luglio:

A luglio possiamo iniziare la semina di ortaggi che raccoglieremo in autunno, come il radicchio, il porro, i finocchi, il cavolo e il cavolo cappuccio. Possiamo anche occuparci della semina dei piselli ,delle biete dei ravanelli e delle zucchine. E poi piselli, fagioli, fagiolini, carote e lattuga: questi ortaggi possono essere seminati direttamente nella terra, evitando così il passaggio nel semenzaio.

Quindi, ricapitolando:

  • Biete
  • Carote
  • Cavoli
  • Cicoria
  • Fagioli
  • Fagiolini
  • Finocchi
  • Indivia
  • Lattuga
  • Piselli
  • Porro
  • Prezzemolo
  • Radicchio
  • Ravanelli
  • Rucola
  • Scarola
  • Zucchine

Semina e trapianto

A luglio è meglio seminare in semenzaio, e all’aperto, la cicoria, l’indivia la lattuga, il porro, il radicchio e la scarola. Mentre in piena terra possiamo seminare i finocchi, le biete, i ravanelli, i fagioli, i fagiolini, le zucchine, il cavolo, il cavolo cappuccio il prezzemolo.

Sedano e porro potranno essere trapiantati nella terra dal semenzaio. Per costruire i semenzai potete utilizzare anche i materiali di recupero, come i barattoli dello yogurt o altri contenitori di plastica di cui poter forare il fondo.

Il raccolto di luglio

Luglio è anche mese di raccolto. Finalmente possiamo raccogliere tanti ortaggi freschi da gustare nelle giornate più calde e goderci il frutto del nostro lavoro dei mesi passati!

Il mese di luglio è un mese davvero molto ricco per il raccolto.

Iniziamo dalle erbe aromatiche e da quelle officinali. Possiamo raccogliere: il basilico, la salvia, l’erba cipollina, il prezzemolo e anche il rosmarino e l’ origano, insieme alla menta, melissa, timo lavanda e cumino.

E se avete degli alberi da frutto, questo è un momento d’oro, perfetto per raccogliere albicocche pesche, lamponi, fragole, limoni, mirtilli, more, ribes, mele e susine.

Per quanto riguarda gli altri ortaggi, a luglio possiamo finalmente raccogliere:

Biete

Carote

Cavolo cappuccio

Cetrioli

Cipolle

Fagioli

Fagiolini

Indivia

Lattuga

Melanzane

Melone

Peperoni

Piselli

Pomodori

Ravanelli

Rucola

Zucchine

L’orto sul balcone

No, non ci siamo dimenticati di voi, che avete deciso di allestire un bell’orto sul balcone. Questo è un momento magico, anche per chi sta coltivando sul terrazzo di casa zucchine, melanzane, pomodori e altri ortaggi.

Durante questo mese, oltre a raccogliere qualche prelibatezza che farà capolino tra i vasi, possiamo seminare in vaso la rucola, la lattuga, le carote, i ravanelli, il prezzemolo e le zucchine.

Potete trapiantare a partire dal semenzaio direttamente nel vaso, oppure trapiantare in un vaso più grande le piantine di pomodori, di peperoni, di cetrioli, di basilico, di salvia, di rosmarino, di melanzane e anche di peperoncini.

Ricordatevi di annaffiare le piante in vaso con uno spruzzino, la mattina presto e la sera. E non dimenticate di eliminare i ristagni nei sottovasi. È sempre meglio raccogliere la sera gli ortaggi e le erbe aromatiche, così come la sera è il momento ideale anche per le potatura e per l’eliminazione delle foglie secche. Se fa troppo caldo, proteggete le piantine più piccole sistemandole in una zona ombreggiata.

La luna di luglio

E ovviamente, non dimenticatevi della luna, fida compagna di tutti i lavori dell’orto. Con la luna crescente potrete occuparvi della semina o del trapianto del sedano, dei cavoli e dei porri.

Potrete seminare i fagioli, i fagiolini, il cavolo cappuccio, le biete, i finocchi e anche il prezzemolo. Potrete anche cimare i pomodori, i fagioli, i cetrioli, le angurie e i meloni. Quando il periodo della fioritura sarà terminato, ricordate di potare la salvia. Con la luna crescente si raccolgono anche i cetrioli, le zucchine, i pomodori, la lattuga e le melanzane.

Quando la luna sarà calante, sarà tempo di seminare la lattuga, la cicoria e il radicchio, insieme all’indivia e alla scarola. Raccogliete anche i ravanelli, le carote, le cipolle, le albicocche, le pesche, le susine, le mele e cominciate a preparate il terreno per le semine e per i trapianti autunnali.

Create un bel calendario e dividete i lavori mese per mese, così da avere sempre chiaro qual sono i giorni in cui dovrete dedicarvi alla pulizia dei vostri attrezzi. dei giorni in cui pulire e sistemare le attrezzature usate nell’orto.

E se fa troppo caldo, non arrendetevi! Questo è il momento in cui l’orto brilla in tutto il suo splendore e comincia a regalarvi grandi soddisfazioni. Anche se fa caldo, lì sotto la terra non si stanca mai di lavorare, di produrre e di regalarci i suoi frutti. Bisogna solo trovare il modo di seguire i suoi ritmi!

E a proposito del caldo…purtroppo molto spesso le giornate di caldo intenso sono accompagnate anche da forti temporali, con violenti scrosci di pioggia e folate di vento. Queste condizioni non sono l’ideale per gli orti, che potrebbero letteralmente essere spazzati via senza pietà.

Cercate di controllare molto spesso il vostro orto, soprattutto se avete realizzato dei sostegni per i pomodori o per altre piante e, se necessario, organizzate delle coperture per mettere a riparo le vostre coltivazioni in caso di maltempo e forti piogge!