fbpx Skip to main content

L’estate si avvicina, e così il caldo e il desiderio di passare più tempo possibile fuori casa, magari nel proprio giardino. Il momento di sistemare e curare il proprio spazio verde è dunque sempre più prossimo, e procedere alle dovute opere di manutenzione per rendere il proprio prato perfetto per la bella stagione è d’obbligo.

Perché ricostruire il proprio giardino

Gli impegni lavorativi, così come le pessime condizioni climatiche, possono tenere lontani dalla cura del proprio giardino. Proprio il clima – con gli eccessi di pioggia e vento tipicamente invernali – può rivelarsi particolarmente dannoso, senza contare il passaggio di animali indesiderati e la proliferazione di funghi e muschio. Nei casi di giardini più grandi e di danni più consistenti, le spese di riparazione si ritroveranno certamente a crescere: da qui, la necessità di richiedere dei preventivi mirati, da soddisfare mediante richiesta di prestiti a Financer.com, e di seguire le giuste accortezze per mantenere il proprio tappeto erboso sano per tutta l’Estate.

L’attenzione ai costi è essenziale, specialmente in casi di incuria e di prati di grandi dimensioni: se le erbacce sono tanto folte da coprire tutta o quasi l’estensione del giardino, è chiaro che l’opera di manutenzione e ripristino sarà più costosa, sebbene proprio questa opera di riqualificazione sia, in realtà, la meno cara. Allo stesso tempo, prestare una maggiore attenzione all’aspetto estetico, e dunque al design dello spazio verde, può portare a riqualificare l’intero giardino: l’entità dei lavori, anche in questo caso, si lega direttamente all’estensione del prato e al numero di alberi e siepi da innestare o, al contrario, da abbattere o potare.

I costi di una corretta riparazione del giardino

Sia che si tratti di ripristino del prato, sia che si parli di installazione e potatura di siepi e nuovi alberi o, ancora, di sistemazione dell’impianto di irrigazione, i costi sono delle variabili che tengono conto di molti elementi: la zona in cui si trova, ad esempio, e, soprattutto, l’estensione del giardino stesso. Il tutto porta i costi a oscillare da una base di circa 250 €/m2, con grandi variazioni in base alla provincia d’Italia in cui si trova lo spazio, e forti crescite nelle più grandi città del centro-Nord.

La riqualifica del prato ha il costo più basso, variando dai 5 ai 10 €/m2; poco più costosa è l’istallazione o la riparazione di un impianto di irrigazione, che va dai 10 ai 14 €/m2. Ovviamente, le potature presentano un costo più forte, oscillando dai 400 agli 800 €/m2 per pianta, per un aumento della spesa anche notevole.

Com’è ovvio, dunque, per procedere alla riparazione e riqualificazione del proprio giardino, sarà necessario in primo luogo chiedere dei preventivi alle aziende della zona, senza tuttavia fermarsi alla scelta del più economico. Ragionare in termini di rapporto qualità-prezzo è la scelta vincente, senza contare che parte della spesa può essere ammortizzata grazie a degli sgravi fiscali predisposti dalla Legge di Stabilità. Questo è dunque il momento migliore per riqualificare il proprio prato, dotandolo dei migliori accessori per renderlo il luogo ideale dove rilassarsi in Estate, da soli o in compagnia.

Leave a Reply