fbpx

Il mese di gennaio è, quasi, terminato e noi possiamo cominciare a tutti i lavori che possiamo fare nel nostro orto a febbraio, aspettando la primavera e preparando al meglio il terreno per coltivare nuovi ortaggi e nuove piante.

E non è vero che durante l’inverno l’orto è in stand by! Anzi, è proprio durante l’inverno che dobbiamo prepararlo al meglio per poter godere a pieno del nostro raccolto durante la primavera e durante l’estate. Ecco allora quali sono i lavori da fare nell’orto a febbraio.

Partiamo da un dato di fatto. In inverno fa freddo e gennaio e febbraio sono i mesi in cui le gelate si fanno davvero sentire. E allora, freddo a parte, rimbocchiamoci le maniche e vediamo che cosa possiamo fare.

Rispetto a gennaio non cambia molto dal punto di vista del clima. Anche febbraio è un mese piuttosto freddo e in piena terra non c’è molto da fare, se consideriamo i lavori che si svolgono all’aria aperta. Però possiamo preparare il terreno in vista delle semine che si faranno a marzo e vangare la terra, anche se purtroppo in questo periodo le gelate sono all’ordine del giorno e potrebbero rendere difficile questa operazione.

Se abitate e coltivate nel nord Italia, potete prendere tutto con più calma perché il clima sarà rigido ancora per qualche tempo. Se siete al sud invece, allora per voi è quasi tempo di primavera, dal momento che le temperature sono più miti e che la primavera arriva con un po’ di anticipo.

Ma anche se siete al nord, questo non vuole dire che per questo mese dovete starvene con le mani in mano. Anzi. Questo è il momento migliore per darsi da fare nel semenzaio, dove potrete cominciare a seminare tutti quegli ortaggi che si potranno poi trapiantare nell’orto in aprile.

Preparare il terreno

Preparare il terreno è molto importante e il detto “chi semina, raccoglie” in questo senso può insegnarci molte cose. Se è vero che l’orto inizia a dare il meglio di sé in primavera, è importante sottolineare come è durante i mesi più freddi che si prepara attentamente la terra e la si lavora per essere più fertile e produttiva.

Abbiamo detto che in questo periodo è importante cominciare a vangare, tenendo conto del fatto che, se la terra è gelata o bagnata, questa operazione è da rimandare almeno alla fine del mese di febbraio, quando in genere le temperature si alzano e diventano più miti.

Nel frattempo, potete cominciare a pulire le aiuole e l’orto dalle erbacce e a eliminare i sassi. Questo è anche il momento migliore per organizzare l’orto, i canali di scolo e di impostare tutti i lavori di manutenzione che potete fare prima di entrare nel vivo della coltivazione di primavera. Non appena la primavera sarà arrivata avrete così un bell’orto pulito e sistemato, pronto per la nuova semina.

Le semine a febbraio

germogli in crescita nell'orto

Anche per quanto riguarda le temperature, abbiamo detto che il clima a febbraio non è ancora clemente. Per questo è importante cominciare a seminare al coperto, nel semenzaio. Questo è il momento giusto per iniziare a seminare tutte quelle piante che poi potrete mettere a dimora nell’orto in primavera. In questo modo, intanto, i semi cominciano a germinare e voi potrete anticipare un po’ i tempi portandovi avanti con il lavoro.

Poi potete cominciare a organizzare la vostra agenda delle coltivazioni e decidere quali ortaggi volete coltivare e quando andranno raccolto. Per questa operazione, tenete il calendario alla mano e cominciate a organizzare le aiuole.

Invece in piena terra potete cominciare a piantare l’aglio e la cipolla. All’interno di piccoli vasetti, invece, potete cominciare a preparare le piantine delle melanzane, dei peperoni e degli altri ortaggi.

aglio

Il raccolto in inverno

Non dimenticate poi, che anche in inverno si raccolgono i frutti dell’orto in base a quello che avete seminato l’anno precedente. Il calendario della raccolta ci dice che febbraio è il tempo giusto per raccogliere cavoli, e tutti i frutti della famiglia della crucifere, il radicchio, il porro e gli spinaci.

Altri lavori da fare nell’orto

Come avete visto i lavori da fare nell’orto nel mese di febbraio non sono molti e non vi porteranno via molto tempo. Per questo motivo, adesso è il momento migliore per tutti quegli interventi migliorativi e quei piccoli lavori che possono tornarvi utili nei lavori di coltivazione.

Per esempio, potreste realizzare un tunnel per riparare le coltivazioni e per recuperare qualche grado, operazione utile per allungare, anche se non di molto, il periodo in cui potete coltivare molti dei vostri ortaggi.

E per ultimo, ma non per importanza, non dimenticatevi di dedicarvi alla manutenzione dei vostri attrezzi, del capanno e delle recinzioni. Finché avete tempo, in vista della primavera, è bene approfittare per fare tutti quei lavori per i quali dopo, con l’attività intensa della primavera, non avrete più tempo.

L’orto sul balcone

coltivare nei contenitori

Abbiamo parlato di orto, ma ovviamente non ci riferiamo solo e soltanto al pezzo di terra dove potete coltivare i vostri ortaggi a contatto con la natura. Ci riferiamo anche all’orto coltivato sul balcone, un metodo ingegnoso e a prova di spazio che chiunque non abbia a disposizione un orto vero può sperimentare.

Realizzare un orto sul balcone non è difficile. Basta solo organizzarsi con le coltivazioni giuste, quelle cioè a prova di spazio, e con dei contenitori abbastanza capienti da permettere alle piante di crescere nel modo giusto.

Durante il mesi di febbraio, la prima cosa da fare se avete un orto sul balcone è proteggere le vostre coltivazione dal freddo e dal gelo. Se farete tutto come si deve, il vostro orto invernale vi darà la possibilità di raccogliere, anche pieno inverno, le erbe aromatiche come la salvia, il prezzemolo e il rosmarino e alcuni ortaggi come la lattuga invernale.

Quando il balcone sarà sufficientemente riparato, anche con sacchi e protezioni in tessuto, potrete cominciare a seminare il basilico (ma solo se il clima è abbastanza mite), l’aglio, la cipolla, le carote, la rucola e i ravanelli.

Ecco qua, orto in piena terra o sul balcone, adesso avete a disposizione tutte le informazioni utili per rimboccarvi le maniche e per mettervi all’opera per preparare il vostro orto prima della primavera. Se cominciate ora, avete tutto il tempo necessario a disposizione, ma non rimandate troppo: la primavera è davvero dietro l’angolo.