Dalla troppa acqua al non dare abbastanza spazio alle piante, queste cattive abitudini possono seriamente mettere a rischio la salute del nostro splendido giardino, dei nostri fiori e delle nostre piante

Il giardinaggio è questione di feeling! Bisogna imparare ad ascoltare la natura, a sentire quello che ci comunica e ad agire di conseguenza. Coltivare bene una pianta significa fornirle la giusta dose di acqua, prepararle un buon terreno e sistemarla in un luogo consono.

Ma non è solo questo. Significa anche scegliere le posizione migliore, controllare che le condizioni ambientali siano favorevoli e intervenire in modo tempestivo se c’è qualcosa che non va, come nel caso dei parassiti o delle erbacce da estirpare.

Il giardinaggio, insomma, considerate tutte queste cose è un’attività che ci porta a sbagliare e a commettere degli errori, più o meno gravi a seconda dei casi. Alcuni sono facilmente evitabili, altri si impara a non commetterli con l’esperienza.

Dite la verità: siete colpevoli anche voi degli errori di giardinaggio più comuni? Dalla troppa acqua al non dare abbastanza spazio alle piante, queste cattive abitudini possono seriamente mettere a rischio la salute del nostro splendido giardino, dei nostri fiori e delle nostre piante.

Per evitarli, gli esperti di giardinaggio consigliano alcuni comportamenti da mettere in pratica subito e da mantenere nel tempo con costanza. Se siete alle prime armi con il giardinaggio o con i progetti dell’orto, non scoraggiatevi leggendo questo articolo; sbagliare è assolutamente normale e sbagliando si impara, sempre e soprattutto nel giardinaggio che è un’attività dove la sperimentazione sul campo è molto importante.

Certo, ci sono poi errori più facili di altri da evitare. L’acqua, per esempio, è un elemento vitale per le piante. Serve loro per crescere e per svilupparsi correttamente ma, allo stesso tempo, l’acqua può diventare una grande nemica, soprattutto se viene somministrata in elevate quantità: in questo caso le radici verranno letteralmente inondate e addio piante e fiori!

Se il giardinaggio vi piace e vi rilassa, e noi vi capiamo perfettamente, può essere molto semplice e per nulla faticoso occuparsi delle attività in giardino, ma è importante tenerle sempre sotto controllo. Pochi minuti giorno saranno sufficienti per verificare che sia tutto sotto controllo. Per il resto, potete farvi un bel promemoria con questi errori da evitare.

1. Troppa acqua fa male alle piante

l'eccessivo assorbimento dell'acqua può essere tanto grave quanto dimenticarsi di annaffiare completamente le piante

Come dicevamo, questo è un errore piuttosto grave e infatti l’abbiamo messo in cima alla lista. Spesso, l’eccessivo assorbimento dell’acqua può essere tanto grave quanto dimenticarsi di annaffiare completamente le piante. Quando annaffiate le piante, inoltre, ricordatevi di annaffiare sempre le radici e non le foglie. Le piantine hanno bisogno di molta acqua una volta che sono state piantate, ma dopo che hanno radici proprie, assorbono l’acqua direttamente dal terreno.

2. Poca organizzazione

Una delle prime cose da imparare, se volete cominciare a fare giardinaggio o a coltivare l'orto, è che l'organizzazione è tutto

Una delle prime cose da imparare, se volete cominciare a fare giardinaggio o a coltivare l’orto, è che l’organizzazione è tutto. Bisogna imparare a seguire i ritmi della natura, ad assecondarli e a… organizzarsi! E se siete tipi poco organizzati per indole, prendete carta e penna e scrivete! Avere un’agenda dei lavori dell’orto e del giardino è la cosa migliore da fare, così avrete sempre sotto controllo tutto quello che c’è da fare, quando, come e perché!

3. Poco spazio alle piante

le piante hanno bisogno del giusto spazio per crescere e per sviluppare al meglio le loro radici

Sistemare le piante in un piccolo spazio così da ingombrare poco all’inizio potrebbe sembrare la soluzione migliore, vero? Sbagliato! Proprio qui sta l’errore: le piante hanno bisogno del giusto spazio per crescere e per sviluppare al meglio le loro radici. Controllate sempre di quanto spazio hanno bisogno le piante prima di posizionarle nel terreno.

4. L’esposizione al sole

Assicurati di essere a conoscenza di quanta luce solare necessitano i fiori, dal momento che l'esposizione tende a variare a seconda del tipo e della varietà

Un altro ingrediente incredibilmente vitale per coltivare bene le piante e fare in modo che crescano sane è il sole. Assicurati di essere a conoscenza di quanta luce solare necessitano i fiori, dal momento che l’esposizione tende a variare a seconda del tipo e della varietà.

5. Lotta dura alle erbacce

Le erbacce sono sempre dietro l'angolo, nel giardino ma anche nell'orto. Quello che è importante è controllare il giardino in modo periodico così da poter estirpare in tempo quelle che si formano

Le erbacce sono sempre dietro l’angolo, nel giardino ma anche nell’orto. Quello che è importante è controllare il giardino in modo periodico così da poter estirpare in tempo quelle che si formano. Quando si tratta di diserbo, però, è importante prestare particolare attenzione in modo da non estrarre accidentalmente le piante vere e proprio. Ma non temete: con il tempo, sarete in grado di identificare e raccogliere le erbacce che non dovrebbero stare lì. Si tratta solo di pratica e di allenamento!

6. Piantare e coltivare fuori stagione

mela appena colta dall'albero

Abbiamo detto chela natura ha i suoi tempi, il suo ciclo vitale e i suoi ritmi e se volete davvero riuscire nel vostro progetto non vi resta che seguire scrupolosamente questi ritmi. Controllate sempre quando le piante o i semi devono essere piantati nel terreno. Uno degli errori più comuni commessi è proprio quello di “agire” fuori stagione. Ricordatevelo!

7. Erba troppo corta

evitate di tagliare l'erba del prato troppo corta. Il vostro taglia erba avrà certamente più di un'impostazione: scegliete quella più centrale per avere un taglio equilibrato e per mantenere l'erba sempre sana

Spesso non si presta abbastanza attenzione all’erba del giardino, soprattutto durante la stagione autunnale e quando il giardino per ragioni climatiche viene utilizzato poco. E questo è un altro errore! Quindi evitate di tagliare l’erba del prato troppo corta. Il vostro taglia erba avrà certamente più di un’impostazione: scegliete quella più centrale per avere un taglio equilibrato e per mantenere l’erba sempre sana.

8. La tipologia del terreno

Controllate sempre il tipo di terreno prima di acquistare un sacchetto per assicurarvi che reagisca bene con le piante che volete coltivare

Un terreno non vale l’altro, altra cosa da imparare! Controllate sempre il tipo di terreno prima di acquistare un sacchetto per assicurarvi che reagisca bene con le piante che volete coltivare. Ci sono piante che prediligono terreni argillosi, mentre altre crescono meglio in terreni soffici.

9. Attenti ai parassiti

lumaca dentro al giardino

Ed eccoci qui. L’ultimo problema ma non certo per importanza. I parassiti sono una nota dolente per quanto riguarda l’orto e il giardino, ma la natura ha fatto spazio anche a loro quindi l’unica cosa che possiamo fare è convivere con questi organismi ma facendo attenzione che non intacchino piante e coltivazioni. Come fare? Per prima cosa bisogna informarsi su quali parassiti potrebbero colpire e quando. Le lumache, ad esempio, adorano le calde condizioni post-pioggia, quindi assicuratevi di mantenere le tue piante al sicuro. Lo stesso vale per afidi e per i parassiti della verdure: controllate sempre le piante e, se necessario, utilizzate prodotti specifici, meglio se biologici.

Avete preso nota di tutti questi preziosi consigli? Adesso non avete più scuse, il momento di iniziare a coltivare è arrivato! E buon lavoro!