Com’è facile immaginare allestire un giardino su tetto di un edificio non è un’impresa facile come piantare arbusti e seminare fiori o vegetali a terra, ma attraverso la ricerca, una buona pianificazione dei lavori e la vostra determinazione dal pollice verde sarà possibile e, con ogni probabilità, realizzare un giardino sull’attico potrebbe migliorare notevolmente il vostro stile di vita e l’intero paesaggio urbano, per non parlare dei benefici di poter trascorrere qualche ora all’aria aperta nutrendo la vostra passione per la natura direttamente sopra il vostro appartamento. Se siete pronti ad imbracarvi in questa nuova avventura verde, le immagini che vedete qui sotto e alcuni consigli potranno darvi qualche idea originale ed ispirarvi in merito al design del vostro nuovo ed affascinante giardino.

Una volta che avrete strutturato il giardino sul tetto nella vostra mente, sarà necessario chiarire il percorso per la sua costruzione; per prima cosa verificando con il costruttore o l’appaltatore se il tetto dell’edificio può sopportare la pressione del suolo, i contenitori per le piante e così via. Fatto questo, e verificata la fattibilità del progetto, iniziano le operazioni più interessanti, in primis decidere cosa volete creare: un “semplice” prato con piante e fiori colorati, una zona relax all’aperto, un’area dedicata ai vostri hobby immersa nel verde, o perché no un orto o una piccola serra.

giardini sull'attico

La parte più importante, e sicuramente la più piacevole per gli amanti del giardinaggio, sarà quella di avviare la ricerca delle specie di piante adatte a crescere sull’attico e di parlare con un professionista in merito alla loro manutenzione e alle specifiche necessità dettate dell’ambiente. In questo senso, ad esempio, l’installazione di un sistema automatico di irrigazione rappresenta una valida scelta, soprattutto durante la stagione calda, e nel caso di un giardino sull’attico un’irrigazione costante e gestita ad hoc per ogni pianta si rende un’opera necessaria.

Anche la scelta dei contenitori più adeguati per le vostre piante sarà assolutamente importante, in primis perché esse saranno esposte, vista l’ubicazione, alle correnti, alle piogge e al sole diretto. Esistono un’infinità di contenitori, dei più svariati materiali e forme, tra i quali potrete certamente trovare i più idonei alle vostre esigenze; innanzitutto è consigliato optare per contenitori robusti che non rischino di rovesciarsi a causa delle intemperie, in secondo luogo decidere per un materiale che abbia le giuste caratteristiche di resistenza al caldo cocente, sia per evitare che il tempo lo deteriori, che al fine di proteggere le radici delle piante dal problema del troppo caldo che le farebbe letteralmente cuocere.

Da un punto di vista pratico si può pensare anche di creare, attraverso l’allestimento di piccoli tralicci sui quali far crescere piante rampicanti, verdi o fiorite, una zona d’ombra che sarà dedicata alle piante che meno sopportano il sole diretto; per lo stesso scopo potete ricorrere all’utilizzo di protezioni attraverso l’aggiunta di strutture quali le tende da sole. Ovviamente, se le dimensioni del giardino sull’attico lo permettono, nulla vi vieta di piantare in un grande vaso anche alberi di dimensioni importanti, che regaleranno una zona d’ombra e allo stesso tempo renderanno più fresco ed intimo il vostro nuovo giardino.

La crescita in vaso di molte specie di piante viene spesso sottovalutata, ma in realtà le possibilità sono davvero tante: da arbusti sempreverdi quali alcune conifere, ad alberi da frutto, come ad esempio molte varietà nane, con crescita limitata ma altrettanto produttive ed estetiche. Esiste anche la possibilità di creare contenitori molto funzionali utilizzando bancali o grosse casse in legno, strutture in cemento ma anche in pvc o alluminio, oppure di sfruttare la coltivazione in verticale, che rappresenta anche un ottimo rimedio salva spazio, con l’ausilio di tralicci, vasi appesi o sistemi a mensole (ideale sia per piante fiorite che per piccoli ortaggi).

Ovviamente a seconda del tipo di contenitore e del materiale di cui è composto saranno necessari alcuni accorgimenti: primo tra tutti e sempre necessario quello di praticare i fori per il deflusso dell’acqua in eccesso (questo per evitare la formazione di muffe dannose per le radici delle piante), ma anche aggiungere strati protettivi per il calore, se si utilizzano materiali che tendono a surriscaldarsi troppo, e così via.

Se la vostra idea è quella di creare un vero e proprio prato verde, magari con suggestive aiuole fiorite, arbusti e siepi di ogni genere e forma (grazie alle tecniche dell’arte topiaria), sappiate che anche questo è possibile! Rialzando il suolo aggiungendo la quantità di terreno necessario alla crescita delle piante, potrete allestire un vero giardino sull’attico; ovviamente, in questo caso, dovrete ricorrere a professionisti del settore, i quali potrebbero suggerirvi anche di utilizzare i tappeti erbosi precoltivati (comunemente detti prati a zolle o prati roll), che rappresentano un’ottima alternativa alla semina del manto erboso, in quanto sono già avviati (solitamente da almeno 15 mesi), e non necessitano di particolare manutenzione, in aggiunta in questo modo avrete il vostro giardino in tempi decisamente brevi e in qualunque momento dell’anno.

Un giardino sull’attico potrebbe voler dire anche una zona relax, dotata di tutto il necessario per trascorrere ore piacevoli in compagnia di amici e parenti. Allestire una zona accoglienza sul tetto di un edificio è sicuramente un progetto esteticamente molto accattivante, e decisamente più semplice che trasformare questa zona in un giardino o in un orto. Vi basteranno un tavolo e alcune sedie, una tenda da sole e qualche pianta in vaso per creare un delizioso salotto all’aperto, dello stile che preferite e che più si addice alla vostra personalità. Se la zona lo permette, per le sue dimensioni, potete pensare anche di aggiungere un barbecue che vi darà la possibilità di organizzare pranzi e cene, o addirittura decidere di costruire un vero e proprio camino in muratura, in questo modo avrete allestito una vera zona pranzo all’aperto.

Anche una zona relax allestita con comode sdraio e magari una piscina, dove poter prendere il sole e fare un bagno rinfrescante durante le stagioni calde, è un ottimo modo di sfruttare il giardino sull’attico e, con la vista da lassù e l’intimità creata dall’altezza, avrete a disposizione un paesaggio davvero unico. In aggiunta con l’utilizzo di tende da esterni o l’allestimento di un gazebo potrete sfruttare quest’area anche in altri momenti dell’anno, magari aggiungendo una lampada riscaldante per esterni, il cosiddetto fungo, che vi permetterà di trascorrere qualche ora all’aperto anche nei mesi più freschi.