fbpx

L’estate è anche tempo di tendenze, mode e nuovi stili per la casa e per il giardino. Anche e soprattutto per quanto riguarda il giardino, che in estate diventa un vero e proprio prolungamento della casa, un luogo dedicato al relax dove passare il tempo libero e organizzare pranzi e cene con gli amici.

E anche per questa estate 2019, le tendenze non mancano.

Per prima cosa, mai come quest’anno abbiamo assistito a un ritorno alla natura. Niente più confini o divisioni: designer e architetti sono d’accordo con fatto che il trend degli ultimi anni vede il giardino come una vera e propria estensione del soggiorno di casa, sfumando ulteriormente la fusione tra i due ambienti.

Open space ma anche outdoor, che estende il concept di casa al di fuori delle mura domestiche: le parti esterna sono vissute come parte integrante della zona living.

Di nuovo di moda è anche il concetto di veranda, ma non più arredata con divanetti e tavolini ma con armadi da esterno e con l’arredamento che può raggiungere anche il bordo piscina. Perché se avete la fortuna di avere una piscina, è impossibile non sfruttare questo spazio!

È sempre più trendy, poi, il mobilio versatile, adatto sia per gli interni che per gli esterni, realizzato con materiali tecnici progettati per resistere agli agenti atmosferici ma perfetti per donare all’arredo un aspetto caldo e confortevole grazie all’ampia scelta di texture, colori e finiture.

Design e armonia

Non si può parlare di ambiente, e di design, se prima non parliamo di colore. Ma qual è il colore di questa estate 2019?

La Pantone, la celebra azienda statunitense specializzata nella grafica e nei dei colori di tendenza ha stabilito che il colore dell’anno è il Living Coral 16-1546. Secondo la direttrice esecutiva della Pantone, questo colore è “terreno e accogliente, intimo e ottimistico” .

Pantone, il colore del 2019

In altre parole, questo colore è stato scelto perché rassicurante, presente in natura ma anche nel mondo virtuale in cui siamo immersi. Perfetto insomma per il colore del divano, per ravvivare con decisione la living, oppure per dipingere un’intera parete di casa. Perché in fondo, osare bene paga sempre, anche nell’arredamento.

Stile e design, invece, sono la chiave vincente per favorire convivialità e armonia. Per questo motivo, tra le tendenze di questo 2019 spiccano gli ambienti arredati in modo semplice e naturale, perfetti far sentire gli ospiti sempre a proprio agio.

E non è un caso, quindi, che i protagonisti di quest’anno siano la moda shabby e il vintage.

Ma a proposito di convivialità: che cosa c’è di più familiare di un bel falò estivo? Si tratta di un elemento così ancestrale, certo, eppure così ben inserito nel contesto del design e delle tendenze, soprattutto quest’anno.

Il fuoco è uno degli elementi della Natura e continua che da sempre esercita un certo fascino sulle persone: per questo il suo motivo non manca mai nelle linee d’arredamento per l’outdoor, soprattutto in questo 2019: mai come quest’anno vanno di gran moda saranno infatti i bracieri da giardino o i camini esterni, perfetti per sottolineare ancora di più quell’idea di familiarità, calore e relax.

Il tocco finale , come sempre, è dato dall’illuminazione: si confermano anche quest’anno i bulbi di lampadine con luce calda e in stile un po’ vintage da appendere ad una semplice corda, ideali per creare una bella atmosfera, romantica e intima, ma anche per rinforzare l’illuminazione tradizionale.

Lanterne di vetro per illuminare il giardino

Immancabili anche le lighting jars, molto amate dagli appassionati di fai da te e perfette per creare una magia di punti di luce.

Minimal ma accogliente

Zona living per il giardino, uno spazio comodo e accogliente per l'estate

Se l’amore per gli oggetti unici e artigianali si unisce al minimal, ecco che nasce l’arte giapponese del wabi sabi. Secondo questo stile è bello ciò che è imperfetto, quello che rinuncia all’inutile ma non ricerca mai oggetti perfetti e impeccabili. L’obiettivo è far risaltare il bello da un oggetto o da un arredo che esiste già, anche se è rotto o se è vecchio, come se tutto avesse una propria anima da rispettare e da onorare.


Se vi piace questa idea di arredo, che quest’anno si è imposta con un certo successo nel mondo del garden, allora il vostro giardino dovrà tenere a mente i principi giapponesi del wabi sabi e prendere in considerazione solo gli elementi naturali e artigianali, combinati in modo tale da poterne apprezzare le forme e lo stile.

Noi, che senza piante proprio non possiamo stare, vi consigliamo di allestire un bel sentiero in giardino, delimitato dai vostri esemplari preferiti. In questo modo potrete creare una passerella naturale che vivranno nel tempo insieme agli arredi, come un unico elemento.

Il prato in stile mediterraneo

Prato appena tagliato, per un giardino curato e bello da vedere

Se l’erba in giardino è la vera protagonista, la cosa non è sfuggita nemmeno ai cacciatori di tendenze che, per questo 2019, hanno sancito un grande ritorno: il prato in stile mediterraneo.

Il prato in stile mediterraneo non è altro che il manto d’erba che ha filamenti poco rasati e una tonalità chiara, così da ricordare per tutto l’anno, inverno compreso, il fascino dell’erba estiva.

Ma giardino vuol dire anche grande manutenzione, perché un prato bello è soprattutto un prato curato con una certa costanza. Quindi, se non avete tempo ma non volete rinunciare al fascino dell’erba curata, la soluzione migliore è puntare su un manto artificiale, con un tappeto sintetico di colore chiaro che rievoca la brillantezza del prato appena tagliato.

La soluzione è sicuramente più costosa, ma è meglio spendere un po’ di più per assicurarsi un giardino ordinato che destreggiarsi tra stress e giardinieri se non avete il tempo materiale per la manutenzione del prato.

Se invece avete il tempo necessario e potete dedicarvi regolarmente alla tosatura del prato, allora puntate su un giardino naturale e ricordatevi che prendervi cura del manto erboso del giardino è sì faticoso ma ha anche innumerevoli vantaggi, per voi e per l’ambiente. Perché un prato naturale:

  • contribuisce a mantenere l’equilibrio ambientale
  • mantiene la temperatura degli spazi abitati più bassa durante l’estate
  • contribuisce allo scambio attivo anidride carbonica/ossigeno nell’ambiente
  • purifica l’aria
  • agisce in modo positivo sul mantenimento delle piante

Giardino d’estate…oppure no?

Quando si parla di giardino tutto ruota intorno al concetto di convivialità, di relax durante le soleggiate domeniche estive, mentre si griglia, si ascolta la musica e si passa il tempo con gli amici. L’arredamento, in questo contesto è funzionale, come la zona living o la zona relax.

Ma perché associare il giardino solo alle calde giornate estive?

Del resto, uno spazio ben pensato e arredato si presta molto bene anche alle giornate di pioggia e ai periodi più freschi dell’anno, come settembre e ottobre, che spesso ci regalano temperature piacevoli e giornate soleggiate.

In questi casi si può spendere del tempo in giardino leggendo un buon libro e allora ecco che anche il cielo più nuvoloso può diventare un elemento fondamentale per il relax!

Se volete vivere il proprio giardino anche nei mesi più freddi dovrete orientarvi su pergole che garantiscano un minimo di isolamento termico e una buona tenuta all’acqua piovana.

In questi casi i costi si alzano e gli interventi di manutenzione dovranno essere molto frequenti per assicurare il buon funzionamento della struttura scelta.

L’offerta del mercato delle pergole, oggi, è davvero variegata, e non sarà difficile trovare una soluzione in grado di soddisfare le proprie esigenze attraverso un buon compromesso qualità-prezzo.

Per esempio, potete prolungare l’uso della veranda anche a ridosso dell’inverno, quando le temperature non sono ancora troppo fredde, puntando su una pergola più semplice, che abbia magari una copertura scorrevole .

Il consiglio è sempre quello di non risparmiare mai sulle materie prime, ma anche sugli interventi di manutenzione e sul sistema in generale, che deve essere stabile e resistente.

È risaputo, infatti, che ferro e legno, se non vengono protetti regolarmente, possono deteriorarsi fino a compromettere la sicurezza garantita dalla copertura, mentre l’alluminio rimane il materiale più comodo da gestire, avendo un ossido protettivo e non corrosivo.

Da dove cominciare allora?

Siamo nel bel mezzo dell’estate, quindi siete ancora in tempo per dare una bella sferzata di novità, colore e design al vostro giardino, puntando su nuovi arredi e complementi d’arredo originali e accattivanti. Ma se avete intenzione di stravolgere completamente lo spazio e rivoluzionarlo partendo da zero, perché magari volete incorporare anche la veranda, allora tutte queste indicazioni potranno esservi utili per elaborare un bellissimo progetto per il prossimo anno.

Da dove cominciare, dunque?

Dalla fase di progettazione, ovviamente. Potete procedere da soli o, meglio ancora, appoggiarvi alla consulenza di un professionista del settore, come un architetto specializzato in outdoor o un garden designer. Questa figura vi aiuterà a dare vita allo spazio che avete in mente e vi darà ottimi consigli nella gestione, e nella scelta dell’arredamento, in base allo stile e all’atmosfera che avete in mente di creare.

E nel frattempo, potete continuare ad andare a caccia di tendenze. Che sono in ogni caso molto relative, perché quello che conta, in fondo, è il proprio gusto personale e riuscire a creare uno spazio in linea con la propria personalità. E questo vale anche per il giardino!