Anno nuovo, un nuovo proposito: quello di dedicarsi al giardinaggio e di imparare i segreti e i trucchi per coltivare al meglio fiori e piante! Che cosa ne dite? Finalmente è arrivato il momento e poi ci siamo noi, pronti ad accompagnarvi in questa nuova avventura!

No, non è difficile e non dovete per forza partire con una coltivazione in serie per l’orto o con la coltivazione di piante e fiori particolarmente delicati. Il segreto è iniziare da qualcosa di facile, perfetto per aggiungere un tocco di verde alla casa e ideale per muovere i primi passi tra terriccio, annaffiatura e piccoli lavori di manutenzione.

Per esempio, siete alla ricerca di piante d’appartamento di facile manutenzione che siano anche favolose da guardare? Bene, anche noi! E infatti oggi vi proponiamo questa pianta, la Dracena Reflexa, che può darci tante, tantissime soddisfazioni! Ecco allora tutto quello che c’è da sapere!

La Dracena, conosciuta ai più anche come Tronchetto della felicità, è una delle tipologie maggiormente diffuse tra le piante d’appartamento, bella da vedere e molto facile da coltivare. Dalle grandi foglie verdi e dal fusto eretto, questa pianta non richiede grandi opere di manutenzione, anche se potrebbe necessitare di tanto in tanto di qualche piccola opera di potatura.

Perché scegliere una Dracena Reflexa?

Partiamo da qui. Il primo valido motivo è che si tratta d una pianta dagli  effetti benefici  all’interno delle abitazioni. In particolare, questa pianta è molto utile per la purificazione dell’aria e perfetta per mantenere l’ambiente di casa, ma anche quello di lavoro, salubre.

Originaria delle isole dell’Oceano Indiano, come il Madagascar e il Mozambico, la Dracena Reflexa è una pianta dalle foglie a strisce strette, appuntite e disposte a spirale sui suoi steli. Si tratta di una pianta sempreverde e piuttosto lenta nella crescita, ma questo non è un aspetto negativo, in quanto è proprio questa qualità che la rende la pianta da appartamento perfetta. Insomma, cresce poco e ha bisogno di poche cura… il massimo per voi che state muovendo i vostri primi passi!

Per coltivare bene la Dracena Reflexa basta piantarla in un vaso di medie dimensioni a seconda della grandezza dell’esemplare che acquistate oppure, se avete la fortuna di vivere in una zona piuttosto calda, potete anche piantarla all’esterno in un luogo parzialmente soleggiato e coltivarla come pianta sempreverde all’interno del giardino. Del resto, questa è una pianta che arriva da luoghi lontani dove fa molto, molto caldo.

Esistono varie cultivar di Dracaena reflexa , anche se la più popolare è il tipo a bordi gialli. E sappiate che, esattamente come tutte le Dracaene, questa pianta è considerata leggermente velenosa, soprattutto per i nostri amici pelosi cani e gatti che, di tanto in tanto, si divertono a rosicchiare le piante. 

Le foglie inferiori di questa pianta possono iniziare a ingiallire e cadere ben presto ma niente paura e niente stress: questa condizione è del tutto normale dal momento che questa pianta spesso si auto-pota per far posto a nuove foglie.

Consigli utili e curiosità

Potatura della Dracaena Reflexa.

Abbiamo detto che la Dracaena è una pianta facile da coltivare, ma questo non significa che non abbia bisogno di cure e di attenzione. E allora abbiamo raccolto qualche piccolo e utile consiglio che vi aiuterà a farla crescere al meglio e a farla splendere sana e rigogliosa. In più, ci abbiamo messo anche qualche piccola curiosità sugli usi e sulla provenienza di questa pianta che arriva da lontano ma che saprà adattarsi perfettamente a qualsiasi tipologia di ambiente.

  • Si tratta sì di una pianta facile da coltivare e abbastanza tollerante in quanto a esposizione e condizioni climatiche, perfetta per tutti i pollici neri e per il giardiniere alle prime armi. Se vi state avvicinando al giardinaggio e di piante e fiori, insomma, non ne sapete nulla, questa pianta è perfetta per aprirvi la strada.
  • Valutate la possibilità di propagare nuove piante partendo da un taglio dello stelo, rimuovendo quindi le foglie inferiori e posizionandole in un barattolo d’acqua dove la pianta produrrà nuove radici. Dopo la comparsa delle nuove radici, basta fare un trapianto in un nuovo vaso.
  • Il nome di questa pianta deriva dalla parola greca “drakaina” che significa drago femminile. Un nome forte, sicuro e determinato.
  • Questa pianta è molto popolare nelle isole Hawaii e si utilizza per l’allestimento di varie composizioni floreali. Lo sapevate?
  • Questa pianta ha bisogno di luce intensa e indiretta. Sfortunatamente, però, il sole intenso e diretto brucerà le foglie e la scarsa luminosità farà sbiadire la sua particolarità a strisce giallo-verde e la pianta.. inizierà letteralmente a perdere colpi. 
  • Se piantate in pieno terreno, assicurate alla pianta un drenaggio rapido per prevenire la putrefazione delle radici o l’eccesso di acqua. E come tutte le Dracaene, anche alla Reflexa piace vivere sul lato asciutto, il che significa che circa metà del terreno superiore si asciugherà prima che voi le diate da bere. Se il terriccio sembra troppo pesante, aggiungete un po ‘di sabbia per drenare meglio.
  • In primavera e in estate, quando la pianta cresce attivamente, nutritela con un buon concime specifico.
  • Dal momento che si tratta di una pianta proveniente da luoghi ad alta umidità, la Dracaena Reflexa può mostrare punte di foglie marroni se l’umidità è troppo bassa. Una soluzione semplice ed efficace? Posizionate il vaso su un letto di ciottoli bagnati o nebulizzate regolarmente con acqua per aumentare l’umidità, operazione utile anche per eliminare i potenziali parassiti.
  • La pianta, ovviamente, non è immune dai parassiti quindi se vedete delle piccole macchie marroni o rossastre, è molto probabile che la pianta sia stata intaccata. Tenete d’occhio le foglie e, in caso di macchie visibili di parassiti, rimuovete le foglie interessate. 

Altre informazioni utili

Le striature della Dracaena Reflexa.

Le Dracaene sono piante robuste, molto robuste, tanto da essere considerate letteralmente “indistruttibili”. Si tratta di piante in forma di arbusto di facile coltivazione che adattano alle nostre case senza particolari problemi, purché sia mantenuta sempre una temperatura costante, di almeno 20°C, e una buona umidità. E considerando che durante l’inverno la temperatura media all’interno della casa è proprio questa, potete cominciare a coltivare questa pianta subito, proprio da adesso!

Le foglie e i fiori

Le foglie appresentano l’elemento decorativo della pianta, sono di colore verde misto al giallo-crema e sono riunite in gruppi così ravvicinati da sembrare delle piccole rosette.

Non tutti lo sanno, ma i fiori che crescono dalla piante in vaso sono rari. In questo caso i fiori possono avere colore verde oppure bianco o avorio e sono riuniti a grappolo. Fioriscono in inverno e si presentano molto eleganti e delicati.

Il rinvaso

La pianta va rinvasata ogni 3 o 4 anni, sempre in primavera. Il nuovo vaso deve essere un po’ più grande del precedente, diciamo almeno di 3 cm, per lasciare il giusto spazio alla pianta per crescere in modo corretto. La terra che scegliete, ovviamente, deve essere quella specifica per i vasi, meglio ancora se si tratta di un mix fertilizzato composto da torba o perlite o fibra di cocco, tutti ingredienti che assicurano al terreno un buon drenaggio, dal momento che trattengono l’umidità e lasciano lo spazio vitale alle radici per crescere nel modo corretto. E non dimenticatevi del rinvaso: è molto importante!

La concimazione

La Dracaena Reflexa può, e deve, essere concimata con un buon fertilizzante adatto per piante verdi e a lento rilascio, ricco di tutti quei microelementi necessari per la sua crescita corretta e rigogliosa.

In alternativa al classico concime, potete somministrare ogni 15 giorni un po’ di concime liquido, purché sia un prodotto specifico per le piante verdi e sia opportunamente diluito nell’acqua delle annaffiature. In questo caso il concime ideale è quello che contiene un alto tasso di azoto (N) e di  potassio (K) , oltre a una buona percentuale di ferro (Fe), di manganese (Mn), di rame (Cu), di zinco (Zn), di boro (B), di molibdeno (Mo), elementi molto importanti per una crescita equilibrata e corretta.

Le annaffiature 

Abbiamo detto che la Dracaena Reflexa è una pianta che ama vivere in un terreno umido che sia però privo di ristagni. In estate, per assicurare alla pianta il giusto grado di umidità potete nebulizzare le foglie con acqua, meglio se priva di calcare ma distillata, per evitare la formazione di macchie sulle foglie che alla vista risultano un po’ antiestetiche. Durante l’inverno potete annaffiare con moderazione e soltanto quando la terra risulta essere asciutta in superficie.

Cani e gatti in casa?

Abbiamo anticipato prima come questa pianta non sia la scelta ideale se vivete con un amico a quattro zampe. Perché questo? Perché questa pianta, come molte altre, in realtà, è velenosa per l’uomo e anche per gli animali. Quindi, se è meglio evitarla se in casa ci sono bambini piccoli, è meglio fare lo stesso se in casa vive un’animale. Soprattutto se il vostro pelosetto è piuttosto curioso e ostinato e andrebbe a stuzzicare la pianta anche se l’avete sistemata in un posto che vi sembra sicuro: meglio evitare per evitare spiacevoli inconvenienti!

Allora, che cosa ne dite? Ci provate a coltivare questa bellissima pianta? Forza, l’anno nuovo è appena cominciato e ci aspettano tante altre piante, tutte da scoprire, conoscere e coltivare insieme!