fbpx

Con l’arrivo dell’autunno sono due gli aspetti da considerare:

  • la cura delle piante d’appartamento, che siamo più incentivati a coltivare, anche per portare un pizzico di verde dentro casa.
  • la cura delle piante del giardino, che hanno bisogno di un occhio di riguardo perché il freddo dell’inverno, già a settembre è dietro l’angolo

Iniziamo da loro: dalle piante d’appartamento.

La cura delle piante d’appartamento autunnali può essere molto impegnativa. Che ci crediate o no, le piante da interno sperimentano il cambio di stagione e alcune potrebbero sopportarlo peggio di altre. Eccovi allora una guida dettagliata per rendere più facile questa difficile transizione per le piante d’appartamento in autunno.

Man mano che le giornate si accorciano le nostre piante da interno iniziano a cambiare le loro abitudini di crescita: la luce che diminuisce e le temperature che diventano più fresche in autunno fanno sì che le piante inizino a diventare dormienti.

Quindi, per mantenerle prospere, è importante aiutarle in questa transizione.

Suggerimenti per la cura delle piante d’appartamento in autunno

cura delle piante in autunno

Dal momento che stanno iniziando ad entrare nella loro dormienza invernale, le piante d’appartamento hanno esigenze diverse in autunno. Ecco una lista per regolare la vostra routine di cura.

1. Meno acqua

Aiutate a facilitare la transizione rallentando la quantità di acqua che date alle piante d’appartamento in autunno. Questo sarà un bel segnale per loro che è ora di iniziare il loro periodo di riposo.

La maggior parte delle piante d’appartamento non ha bisogno di tanta acqua in inverno, o almeno non come in estate. Di conseguenza, c’è un rischio molto più elevato di sovra-alimentarle durante i mesi più freddi dell’anno, quando sono in letargo.

2. Più luce

Le giornate si accorciano, il che significa meno luce solare per le nostre piante d’appartamento in autunno. Quindi è una buona idea spostarle in un luogo della casa in cui riceveranno più luce. Meglio ancora se vicino a finestre soleggiate esposte a sud. Questo contribuirà a fornire loro più luce naturale. 

3. Stop al fertilizzante

Dal momento che si stanno preparando per andare in letargo, non dovreste mai concimare le piante d’appartamento in autunno. Ma non fermatevi bruscamente nella somministrazione del concime: procedete lentamente.

Alcune piante sono più sensibili di altre. Indebolite lentamente la dose di fertilizzante per aiutarle a ridurre lo shock del cambiamento stagionale. Quindi, una volta che le temperature iniziano a raffreddarsi a fine estate, dimezzate la quantità di fertilizzante. Poi, indebolite ulteriormente la dose fino a giungere a uno stop completo.

4. Un luogo caldo e riparato

È meglio riportare le piante d’appartamento in casa all’inizio dell’autunno, prima che inizi a fare freddo. Lasciarle fuori al freddo per troppo tempo potrebbe rendere loro la transizione molto più difficile. Inoltre, rischiate di provocare danni da gelo.

Quindi, pianificate di riportarle dentro prima dell’inizio dell’autunno. In questo modo, eviterete sbalzi di temperatura estremi che possono danneggiare le piante.

5. La presenza di insetti o parassiti

L’autunno è il momento migliore per la riproduzione degli insetti che attaccano le piante d’appartamento. Quindi assicuratevi di ispezionare le foglie e il terreno per scovare eventuali segni di insetti. Se ne trovate, è importante iniziare immediatamente il trattamento, prima che sia troppo tardi.

6. Lontano dalle correnti d’aria

Quando scegliete dove posizionare le piante da interno in autunno, assicuratevi di considerare la temperatura. La temperatura ideale per mantenere piante d’appartamento sane è di 15-20 gradi.

Le piante d’appartamento odiano le correnti d’aria, quindi assicuratevi di posizionarle lontano da bocchette di calore o caminetti. È anche importante proteggerle dalle finestre fredde e piene di spifferi e tenerle lontani da eventuali porte esterne. L’aria gelida può causare gravi danni alle piante d’appartamento in un istante.

7. Rinvasare solo se è necessario

L’autunno non è il momento ideale per rinvasare. Il rinvaso stimola una nuova crescita e non dovreste farlo subito prima del periodo di riposo. Ma se il terreno si asciuga costantemente e la vostra pianta d’appartamento soffre, questo è un segnale legato alle radici. E questo è l’unico motivo per cui è corretto rinvasare le piante d’appartamento in autunno.

Spostarle in un vaso più grande darà loro maggiori possibilità di sopravvivere ai lunghi mesi invernali. Aiuterà anche voi ad alleviare l’onere di tenerli annaffiati. 

8. Più umidità

Come saprete, iniziare ad accendere il forno in autunno significa avere aria più secca nelle nostre case. Questo non va bene per le nostre piante d’appartamento dal momento che la maggior parte di loro proviene da climi tropicali, e soffre di conseguenza l’aria troppo secca.

Le punte e i margini delle foglie marroni sono un segno sicuro che l’aria è troppo secca per le piante. Un modo semplice per risolvere il problema è sistemare un apparecchio umidificatore vicino alle piante. Oppure, in alternativa, potete costruire una mini serra da interni per aumentare ulteriormente il livello di umidità.

9. Via le foglie morte

Anche l’autunno non è il momento ideale per potare le piante d’appartamento, poiché questa operazione innesca una nuova crescita. Tuttavia, questo è un buon momento per ripulire eventuali foglie morte.

È normale che le foglie o le punte delle foglie inizino a diventare marroni su alcune piante da interno in autunno. Quindi niente panico. Basta tagliarle per mantenere le piante d’appartamento al meglio.

Assicuratevi di usare un paio di forbici affilate in modo da non danneggiare nessuna delle foglie sane. Inoltre, prendetevi del ​​tempo per lavare i tuoi strumenti con acqua e sapone prima della potatura per evitare problemi di parassiti o malattie.

piante appartamento indoor

E in giardino?

Anche il giardino ha bisogno di cure in autunno: il terreno è ancora caldo e le piante devono abituarsi al cambiamento che sta per arrivare. Quelle più delicate, invece, avranno bisogno di essere spostate dentro casa.

  • Trapianto e piantatura. Potete piantare nuove piante in autunno. Anzi alcune piante, come le rose, si piantano proprio in autunno, prima dell’arrivo del freddo.
  • Piantatura dei bulbi. In autunno potete piantare anche i bulbi così che germoglino dal terreno al momento giusto in primavera. I bulbi si piantano nel terreno a una profondità pari a due o tre volte la loro altezza.
  • Taglio e potatura. Siepi e cespugli vanno tagliati a circa un quarto delle loro dimensioni, a seconda della tipologia. Le siepi si tagliano per l’ultima volta in autunno e solo quanto basta in quanto non ricresceranno durante l’inverno e la siepe potrebbe restare spoglia. Anche le foglie degli alberi vanno rimosse o non sarà garantita la luce e la circolazione dell’aria.
  • Prati. Il prato ha bisogno di cure prima che inizi il freddo dell’inverno. Eliminate le foglie che cadono sul prato in autunno, per evitare l’effetto soffocante e tagliate il prato, a meno di 5 cm, per l’ultima volta verso novembre.
  • Concime. Usate un concime autunnale, a basso contenuto di azoto e alti livelli di potassio, che rinforza l’erba e ne aumenta la resistenza al gelo.
  • Aiuole e piante delicate. Ricopritele con foglie, imballaggi o legna. Le piante più delicate vanno invece portate dentro casa o in un luogo coperto.
  • Irrigazione e rubinetti. Chiudete l’acqua e tutti i dispositivi di irrigazione per evitare i danni causati dal ghiaccio.

Fatto questo, cari giardinieri, potete godervi il calduccio di casa e la stagione autunnale. Il giardino può prendersi una pausa insieme a voi. Ma la primavera è di nuovo dietro l’angolo: non abituatevi troppo😉!

Leave a Reply