La struttura primaria di un giardino, specialmente di quelli di medie o grandi dimensioni, comprende sempre la piantumazione di un determinato numero di piante sempreverdi; il loro utilizzo è decisivo e tra le varietà più apprezzate troviamo le conifere.

Si tratta di specie molto versatili e altamente resistenti alle diverse condizioni climatiche, nonché alle malattie fungine e agli attacchi parassitari.

Utilizzare le conifere per realizzare il paesaggio naturale del proprio giardino significa avere un prato sempre verde e suggestivo, anche durante i mesi invernali; inoltre si tratta di specie che richiedono scarsa manutenzione.

Le conifere sono alberi che crescono lentamente ma inesorabilmente, per questo è importante valutare al meglio la zona di piantumazione

Le conifere sono alberi che crescono lentamente ma inesorabilmente, per questo è importante valutare al meglio la zona di piantumazione; un pino di grandi dimensioni, ad esempio, se coltivato troppo vicino alle mura dell’abitazione potrebbe diventare pericoloso con il passare degli anni, questo perché le sue radici, molto forti, potrebbero danneggiare la struttura abitativa.

nel caso di un giardino di piccole dimensioni è consigliato l'utilizzo di conifere nane che cresceranno senza raggiungere dimensioni che potrebbero causare problemi in futuro

Soprattutto nel caso di un giardino di piccole dimensioni è consigliato l’utilizzo di conifere nane che cresceranno senza raggiungere dimensioni che potrebbero causare problemi in futuro.

Vediamo, quindi, 8 specie di conifere che possiamo coltivare nel nostro giardino.

1.

Il pino mugo, Pinus mugo, è un arbusto sempreverde che in genere non supera i 3 metri di altezza

Il pino mugo, Pinus mugo, è un arbusto sempreverde che in genere non supera i 3 metri di altezza, raggiungendo la sua massima dimensione solo dopo molti anni; in 10 anni, infatti, avrà raggiunto soltanto la metà della sua altezza e larghezza.

Ciò che rende questa conifera molto decorativa è la sua colorazione, un verde molto acceso e brillante; si tratta di una pianta che tollera molto bene i climi freddi, ma necessita un’esposizione in piano sole.

2.

Il Cipresso giapponese (Chamaecyparis obtusa) conosciuto anche con il nome di cipresso Hinoki, è un arbusto che viene spesso utilizzato per la coltivazione come bonsai

Il Cipresso giapponese (Chamaecyparis obtusa) conosciuto anche con il nome di cipresso Hinoki, è un arbusto che viene spesso utilizzato per la coltivazione come bonsai; caratterizzato da una crescita lenta, raggiunge la sua massima dimensione in circa 15 anni.

A seconda della varietà il pino mugo può arrivare ad un’altezza massima di 60 cm, piuttosto che di 3 metri.

3.

L'abete rosso, o Peccio (Picea abies), nella sua varietà nana è un arbusto che supera di poco il metro di altezza

L’abete rosso, o Peccio (Picea abies), nella sua varietà nana è un arbusto che supera di poco il metro di altezza, è molto resistente ed attraente grazie al fogliame che può essere verde scuro o delle tonalità del giallo a seconda della varietà.

4.

Il cedro dell'Himalaya (Cedrus deodara) è una specie nativa del versante occidentale dell'Himalaya, dove cresce ad alta quota

Il cedro dell’Himalaya (Cedrus deodara) è una specie nativa del versante occidentale dell‘Himalaya, dove cresce ad alta quota; la sua varietà nana raggiunge i 60/80 cm di altezza, crescendo molto lentamente e rappresentano una scelta perfetta in combinazione con altri sempreverdi di media o grande dimensione.

5.

Il cedro dell'Atlante (Cedrus atlantica), è un albero appartenente alla famiglia delle Pinaceae

Il cedro dell’Atlante (Cedrus atlantica), è un albero appartenente alla famiglia delle Pinaceae; la varietà nana “Glauca”, detta anche cedro blu, è molto decorativa grazie alla conformazione dei rami, che cadono a cascata, e alla colorazione tendente al blu.

Si tratta di una pianta a crescita molto lenta e facile da gestire.

6.

L'Abete coreano, Abies koreana, è un piccolo albero dalla forma piramidale che supera di poco i 3,5 metri

L’Abete coreano, Abies koreana, è un piccolo albero dalla forma piramidale che supera di poco i 3,5 metri; i suoi aghi sono piegati verso l’alto mostrando le parte inferiore delle foglie che è caratterizzata da una colorazione argentea.

L'Abete coreano, Abies koreana, è un piccolo albero dalla forma piramidale che supera di poco i 3,5 metri

Questa pianta necessita di molta luce solare e di un terreno ricco e ben drenato; nell’immagine in primo piano si può apprezzare bene la curvatura del fogliame.

7.

La Tsuga canadensis, appartenente al genere delle Pinacee, una grande famiglia che comprende conifere sempreverdi originarie del Nord America e dell'Asia dalle notevoli dimensioni

La Tsuga canadensis, appartenente al genere delle Pinacee, una grande famiglia che comprende conifere sempreverdi originarie del Nord America e dell’Asia dalle notevoli dimensioni, è una grande pianta che a piana maturità raggiunge un’altezza superiore ai 12 metri.

Necessita di un maggiore apporto di acqua rispetto alle altre conifere e cresce meglio se coltivato in una zona ombreggiata; la sua crescita è piuttosto veloce, nell’ordine di 30/60 cm all’anno, e può essere utilizzato anche per realizzare una siepe sempreverde.

8.

Il pino strobo, detto anche pino bianco americano, è una grande conifera originaria del Nord America

Il pino strobo, detto anche pino bianco americano, è una grande conifera originaria del Nord America; questa pianta ha un aspetto molto particolare dato che i suoi lunghi aghi e i rami sono contorti, creando forme davvero suggestive.

Questo pino può raggiungere i 6 metri di altezza, nonché oltre i 10 di larghezza, in circa 10 anni; cresce bene se coltivato in un terreno ricco e in ombra parziale.