fbpx

Cartone, contenitori e sementi: il tris vincente

Se amate coltivare piante e fiori partendo dalle sementi, non è necessario spendere cifre esorbitanti per acquistare piccoli e medi contenitori in cui sistemare in semi in attesa di poter trapiantare in altro luogo la piantina una volta cresciuta.

In casa c’è tutto quello che vi serve, basta saperlo impiegare in modo intelligente e con le dovute attenzioni. Se vi state chiedendo cosa potrà mai sostituire i vasi e vasetti: stiamo parlando del cartone. Ne avrete a disposizione in quantità, dalla scatola dei cereali, ai rotoli di carta igienica e proprio questi oggetti, prima di essere destinati alla spazzatura, possono venire in vostro soccorso aiutandovi a far crescere delle piantine perfette risparmiando sull’acquisto dei contenitori. Ecco cosa utilizzare nello specifico.

 1. Scatole dei cereali

È in genere alta e stretta ed è perfetta per iniziare con i semi che richiedono un po’ più di spazio dentro la terra. La parte superiore andrà tagliata e quando sarà giunto il momento di trapiantare i vostri germogli dovrete semplicemente sganciare il contenitore nella parte inferiore e fare scivolare il composto, in modo estremamente delicato, nella terra.

scatola di cartone: contenitori fai da te per coltivare

 2. Scatole di cartone

Così come quella che conserva i cereali, anche la scatola di cartone come quella delle merendine, più larga e bassa rispetto a quella dei cereali, può esservi utile in questo progetto, purché sia sufficientemente resistente e facilmente scomponibile al momento di trasferire le piantine nella terra.

scatola di cartone: contenitori fai da te per coltivare

 3. Contenitori per le uova o rotoli della carta igienica

I contenitori per le uova sono particolarmente comodi per le operazioni di semina perché sono compatti ed è possibile trasportare nello stesso momento l’intero blocco pur avendo destinato ogni singola area per una semina diversa. Lo spazio, in questo caso, non è molto e non appena cresciuta la piantina andrà subito trasferita nella terra.

Contenitori per le uova per coltivare i semi

 4. Gusci delle uova

Biodegradabili e naturali, i gusci delle uova sono un ottimo materiale per procedere alla semina. L’unico vincolo è che l’uovo deve essere il più possibile intero e non sbriciolato; per utilizzarlo in questo modo dovrete svuotarlo del suo composto bucandolo con un ago e poi romperlo delicatamente sulla parte superiore per creare il piccolo contenitore.

coltivare i semi nei gusci delle uova

5. Bicchiere dello yogurt

A seconda di quello che vi trovate a dover piantare, potete utilizzare i contenitori più piccoli, oppure quelli più grandi. La plastica assicura una buona resistenza, ma è consigliabile bucherellare il fondo del bicchiere per assicurare alla piantina un corretto drenaggio.

Bicchiere dello yogurt: contenitore fai da te per coltivare

 6. Rotolo della carta igienica

Stretto e non troppo alto, il rotolo di carta igienica è perfetto per iniziare a coltivare le sementi. La parte inferiore deve essere coperta, meglio se con del cartone, e rimossa quando sarà il momento di trasferire la piantina nella terra.

Rotolo della carta igienica: contenitori fai da te per coltivare

 7. Fogli di giornale

I fogli di giornale diventano particolarmente utili quando per la semina vi servirà un contenitore della grandezza media di una tazza ma vorrete evitare di sporcare la tazza vera e propria. Il trucco è questo; tagliate il giornale a strisce e sovrapponetele alla tazza, come per incartarla, e poi rimuovete la tazza dall’involucro. In questo modo avrete ottenuto un contenitore di carta in cui piantare i vostri semi.

Fogli di giornale: contenitori fai da te per coltivare