fbpx Skip to main content

La sdraio da esterni è un elemento che non può mancare in terrazzo, in balcone e nel giardino stesso. Diventa a tutti gli effetti un complemento che arreda, è comoda come una poltrona e in più offre la possibilità di sdraiarsi, di schiacciare un pisolino o di leggere in posizione distesa, spesso in un unico complemento.

La sdraio è considerata un must degli arredi per esterni (che sia giardino, balcone, terrazzo, veranda, etc) di ultima generazione e in commercio ne esistono di diverse tipologie, stili, dimensioni e colori, da scegliere in base allo spazio a disposizione e al tipo di ambiente che si vuole ricreare.

Questo complemento d’arredo ha subito una grande evoluzione nel corso del tempo in termini di materiali e di forme. Dal modello in legno e stoffa rigida, tipico degli anni ‘80, si è arrivati a proposte realizzate in leghe plastiche, in resina e in legni tropicali come il teak e il banano, soluzioni che oggi sono considerate di tendenza e perfette per arredare anche lo spazio più chic.

E anche la sua forma tradizionale si è evoluta in sdraio che si avvicinano sempre più al concetto della chaise longue. Oggi è possibile scegliere tra diversi materiali e sono tanti i brand che offrono una vasta scelta, come nel caso delle sdraio da giardino Maisons du Monde. Quello che conta è che il tessuto sia di buona qualità, anche se è sempre meglio preferire tutte le stoffe di origine naturale, come il cotone pesante o il lino.

sdraio da giardino

A differenza delle fibre sintetiche, le stoffe naturali sono molto più traspiranti, attirano l’umidità e sono ignifughe. Quando si decide di lavare questi tessili, il vantaggio è che sarà possibile farlo ad alte temperature, in quanto le stoffe naturali non si rovinano e possono essere disinfettate in profondità.

Alcuni modelli di sdraio hanno poi composizioni miste, dove la base in cotone, lino o juta viene definita con una copertura plastica che garantisce impermeabilità, soluzione molto comoda in caso di pioggia. Il relax che offre la sdraio è inoltre legato alla possibilità di alzarla e abbassarla a piacimento.

A una struttura rigida è quindi meglio optare per soluzioni che si possano facilmente regolare in altezza; in questo modo la si può utilizzare come sedia o come lettino, a seconda delle esigenze del momento.

Per quanto riguarda l’estetica, alla struttura in legno colorato al naturale o in tinta si possono associare diversi utilizzi del colore, declinati in proposte monocolore o fantasia o in soluzioni che associano la cromia del legno al mood dei cuscini o dei tessuti.

Ultimo aspetto, ma molto importante da considerare prima di scegliere la sdraio da giardino, riguarda il cuscino. Alcune sdraio da giardino offrono la possibilità di inglobare cuscini per il capo o anche dei veri e propri materassi in versione mini realizzati sulla forma della struttura. Il concetto è lo stesso del divano di casa; il cuscino può essere realizzato in soffici piume e quindi presentarsi morbido, oppure può essere composto da schiume o da poliuretano espanso. Quest’ultima soluzione offre una tenuta più rigida e dona alla sdraio una forma più rigorosa e ordinata.

E ora.. buon relax a tutti!

Leave a Reply