fbpx

Quanti di noi non hanno mai ricevuto in dono o acquistato una Stella di Natale? Sicuramente pochi, e per molti averla in casa significa poter decorare la propria abitazione per le festività in corso potendo sfruttare la propria passione per il giardinaggio.

Quella che è conosciuta come Stella di Natale o Poinsettia è l’Euphorbia pulcherrima, una pianta ornamentale di origini messicane, zona in cui questa specie cresce spontaneamente e può raggiungere notevoli dimensioni (sino a 4 metri di altezza).

Questa bellissima pianta dal fogliame rosso è presente come decorazione natalizia in tutto l’occidente ed è ormai un vero e proprio simbolo del Natale; l’usanza di regalare questa pianta in questo periodo dell’anno sembra avere origini lontane e diverse teorie.

Un leggenda messicana, ad esempio, narra di una bambina povera che voleva fare un dono a Gesù, proprio durante la notte di Natale; non possedendo nulla la bambina era disperata, fino a quando non sentì una voce dentro sé che le suggeriva di raccogliere un fascio di erbe selvatiche, non appena le prese in mano queste si trasformarono in magnifici fiori rossi a forma di stella.

stella di Natale

L’usanza di regalare la Stella di Natale si è trasformata in un vero e proprio fenomeno di massa e ad oggi la si può trovare nella maggior parte della abitazioni; questo significa una grande coltivazione e vendita e la conseguente necessità di saperla mantenere nel tempo.

Purtroppo la stragrande maggioranza delle Stelle di Natale che vengono acquistate in questi giorni sono destinate a non durare a lungo e a finire nella spazzatura; chiunque abbia avuto una Stella di Natale sa che questa pianta, come a voler sottolineare la fine delle festività, incomincia a seccare subito dopo l’inizio del nuovo anno.

Vediamo, quindi, come correre ai ripari e tentare di far durare la nostre Stella di Natale sino alle festività dell’anno prossimo.

Il primo aspetto da considerare per curare la Stella di Natale è quello di posizionarla da subito in un luogo molto luminoso

Il primo aspetto da considerare per curare la Stella di Natale è quello di posizionarla da subito in un luogo molto luminoso, ma lontano dal sole e da fonti di calore artificiale; nei pressi di una finestra esposta a sud sarebbe un luogo ideale.

La Stella di Natale necessita di un ambiente umido e leggermente fresco; l’ideale sarebbe una stanza dove ci sono 20 °C durante il giorno e un paio di meno durante la notte.

Per ottenere l’umidità ideale per la manutenzione della Stella di Natale sarebbe sufficiente posizionarla accanto ad altre piante e nebulizzarla con acqua ogni tanto; questa specie necessita di annaffiature regolari, ma lasciando sempre che il terreno asciughi bene tra un’irrigazione e l’altra, inoltre è importante non lasciate che resti acqua nel sottovaso.

stella di Natale
In primavera,
quando la pianta avrà cominciato a crescere, andrà rinvasata in un contenitore di maggiori dimensioni e posizionata in un luogo luminoso ma non sotto i raggi diretti del sole, e andrà potata di circa 15 cm.

Il substrato ideale per la Stella di Natale è un mix di torba (50%), terriccio di foglie (30%) e argilla (20%).

Si consiglia di applicare del fertilizzante per piante d’appartamento una volta al mese.

stella di Natale

In autunno questa pianta ha bisogno di luce durante il giorno ma di buio totale durante la notte; il modo più comodo per assicurare questa condizione è quello di posizionare la Stella di Natale in una scatola capace di coprirla completamente per 12 ore esatte al giorno.

Una volta che avrà inizio la fioritura è necessario riposizionare la pianta in un luogo molto luminoso, ma lontano dai raggi solari diretti e da fonti di calore.