Le succulente sono un genere di piante, molto antico e particolare, in grado di trattenere l’acqua per poter sopravvivere con estrema facilità alla siccità; questa qualità conferisce alle piante grasse un aspetto curioso, hanno foglie carnose dalle interessanti forme arrotondate e tendono ad assumere forme geometriche esteticamente accattivanti.

In aggiunta sono davvero facili da coltivare e nella maggior parte dei casi richiedono poca cura per la manutenzione; queste sono le ragioni per cui le succulente possono essere utilizzate per decorare spazi esterni e interni in moltissimi modi.

Vediamo come realizzare un mini giardino di succulente utilizzando un ampio e basso contenitore che permette a queste meravigliose piante di brillare in tutto il loro splendore.

un mini giardino di succulente

Queste composizioni possono essere utilizzate come centrotavola o come decorazione sia per interni che per esterni; possono, inoltre, trasformarsi in un originale cadeau perfetto per gli amanti del genere e del verde in generale.

Per creare un mini giardino di succulente è possibile utilizzare le talee delle piante che abbiamo già in casa, dato che la loro propagazione è semplice e veloce; così facendo potremmo risparmiare denaro, ma dovremmo avere un po’ di pazienza per vedere l’opera completata, oppure è possibile acquistare le piantine già cresciute per avere un risultato immediato.

Come fare

un mini giardino di succulente

Il primo passo sarà quello di selezionare il contenitore che ospiterà il mini giardino, dopo di che andrà pulito con cura per prevenire la trasmissione di malattie fungine, soprattutto nel caso di un vaso già utilizzato.

Andrà poi steso un sottile strato di ghiaia sul fondo del contenitore, in modo da garantire un perfetto drenaggio e non correre il rischio che le radici possano accusare la presenza di eventuali ristagni di acqua che comprometterebbero la crescita e la salute delle piante.

Fatto ciò bisognerà riempire il contenitore con del terriccio specifico per cactus fino ad 1 cm dal bordo superiore.

Nel caso si proceda con piantine già cresciute, dovremmo ora rimuoverle con attenzione dai vasetti nei quali si trovano al momento dell’acquisto e disporle nel contenitore nella posizione che preferiamo per creare il nostro mini giardino.

un mini giardino di succulente

La distribuzione delle piante dipenderà anche da dove si deciderà di posizionare il contenitore; se, ad esempio, si opterà per una zona che riceve la luce del sole soltanto da un lato del vaso, sarà necessario piantare le specie più alte dietro e quelle basse sul lato soleggiato.

Le piante scelte per realizzare il mini giardino andranno piantate alla stessa altezza in cui si trovavano nel vaso di partenza; nel caso decidiate invece di propagarle per talea sarà sufficiente interrare un terzo della foglia o della piantina “figlia”.

Sarà necessario compattare bene il terreno intorno alle piante in modo tale da fissarle al meglio per poi poter decorare la composizione con piccole pietre, naturali o artificiali, ghiaia, ciottoli o altro materiale ornamentale.

Infine, bisognerà dare acqua con attenzione in modo da non erodere il substrato; un buon consiglio è quello di irrigare il terreno a goccia e vaporizzare acqua direttamente sulle piante.

Il contenitore andrà posizionato in una zona soleggiata e al riparo dalle correnti d’aria.