fbpx Skip to main content

Le camelie sono arbusti sempreverdi che producono dei bei fiori durante la fine dell’inverno e l’inizio della primavera, quando poco altro è in fiore nel giardino. Questo, quindi, è il momento migliore per coltivarle.

Ci sono migliaia di varietà tra cui scegliere, con fiori bianchi, rosa o rossi, che possono essere singoli o doppi. Le loro foglie lucenti e sempreverdi hanno un bell’aspetto tutto l’anno.

Qualunque sia la varietà che sceglierete, le giuste condizioni del terreno sono un fattore imprescindibile: le camelie hanno bisogno di crescere in terreni acidi. E vivono bene anche in un punto parzialmente ombreggiato del giardino, purché al riparo dal vento.

Camelia: profilo della pianta

Nome botanico: Camelia
Nome comune: Camelia
Tipo di pianta: Arbusto, sempreverde Colore dei
fiori: Rosa, bianco, rosso
Pianta in: ottobre-novembre
Fiorisce: gennaio-aprile
Potare in: aprile-maggio
Esposizione al sole: pieno sole, ombra
Tipo di terreno: ben drenato e acido

Le condizioni di crescita preferite variano leggermente a seconda della varietà di camelia.

Fiore della camelia, bianco con lo stame giallo

Come coltivare le camelie

Le camelie si piantano meglio in autunno, quando il terreno è ancora caldo e le radici hanno tutto il tempo per stabilirsi prima dell’inverno. Preferiscono una posizione che sia in piena ombra o screziata, meglio se in un punto con l’ombra mattutina perché il sole diretto del mattino può seccare troppo rapidamente i boccioli dei fiori in via di sviluppo. Le camelie sono piante dei boschi e non si adattano bene in un luogo soleggiato esposto a sud.

Scegliete un luogo riparato: le camelie non prosperano in luoghi esposti e ventosi.

Le camelie necessitano di terreno acido, con un pH di 5,5-6,5. Se il pH è neutro, potete renderlo più acido aggiungendo del compost specifico. Crescono bene in vaso, con un diametro di almeno 30 cm, e questa è una buona opzione se non avete un terreno acido nel tuo giardino. 

Prima di iniziare il travaso, annaffiate bene la camelia (idealmente con acqua piovana) nel suo vaso originale. Assicuratevi che le radici siano completamente sature e lasciate drenare. Spostate il vaso previsto nella posizione finale prima di piantarlo in quanto potrebbe diventare pesante.

Assicuratevi che ci siano molti fori alla base del vaso e aggiungete sassi o ghiaia per migliorare il drenaggio. Riempite il vaso per circa due terzi di terra, lasciando abbastanza spazio per la pianta. Create ora una cavità nel compost abbastanza grande per la zolla della camelia e mettetela nel vaso.

Posizionate la pianta al centro del vaso con la parte superiore della sua zolla a circa 5 cm sotto il bordo. Riempite intorno alle radici con il compost e spingete verso il basso con le dita. Annaffiate bene e lasciate scolare.

Le camelie sono piante a crescita lenta, quindi non hanno bisogno di essere rinvasate spesso, ma è meglio farlo prima che la pianta diventi visibilmente radicata al vaso. Rinvasate in primavera, in compost fresco.

Cura delle camelie

Annaffiate le camelie con acqua piovana, se possibile. Soprattutto se vivete in una zona in cui l’acqua del rubinetto è particolarmente ricca di calcare che potrebbe influenzare l’acidità del terreno. 

Se state coltivando camelie nelle giuste condizioni, non avranno bisogno di essere nutrite a meno che non mostrino segni di cattiva salute. Le piante si ravviveranno rapidamente dopo l’aggiunta di un po’ di compost, ma che non sia troppo in estate: questo può causare la caduta delle gemme. Un pacciame di corteccia di buona qualità in primavera darà una spinta alla pianta e agirà come propulsore.

Le camelie non hanno bisogno di potature per favorire la fioritura. Tuttavia, alcune varietà possono crescere fino a 5 m di altezza se non potate. Quindi, se lo spazio è limitato, potate per altezza e forma il prima possibile dopo la fioritura.

Sebbene le camelie fossero inizialmente considerate piante tenere e tradizionalmente coltivate in serra, in realtà sono piuttosto resistenti. Tuttavia, il gelo e la neve possono danneggiare i boccioli e i fiori, quindi è meglio coprire le piante con un vello in base alle previsioni del tempo o, se la camelia è in un vaso, spostarla in una serra.

S.O.S Camelie

I boccioli dei fiori che diventano marroni possono essere causati da danni da gelo o neve, soprattutto se sono colpiti dal sole mattutino. Se è prevista un’ondata di freddo, è sempre consigliabile coprire la pianta, anche con un semplice telo di plastica. Se la tua pianta si trova in un punto esposto a est, potreste considerare di spostarla in una parte del giardino che non riceve il sole mattutino.

Se i fiori delle camelie non si aprono, potrebbe anche essere dovuto ai danni da gelo. Il sole diretto del mattino può anche seccare troppo rapidamente i boccioli dei fiori in via di sviluppo, seccando i petali esterni e impedendo l’apertura dei fiori.

Le macchie marroni sui petali dei fiori di camelia sono causate dalla peronospora, una malattia comune causata da un fungo, Coborinia camelliae. Sebbene gli effetti siano simili al danno da gelo, con la peronospora l’intero fiore è interessato con macchie sui petali, che cadranno presto. Non esiste purtroppo una soluzione chimica, quindi rimuovete le fioriture interessate il più rapidamente possibile e rimuovete le foglie morte e i detriti dalla base della pianta. Raccoglieteli e buttateli per evitare ulteriori contaminazioni – e non aggiungeteli al cumulo di compost.

L’ingiallimento delle foglie è causato dalla clorosi indotta dalla calce. È dovuto all’elevata alcalinità del terreno e significa che la pianta non riceve abbastanza ferro. Se la camelia è in un vaso, rinvasate in un composto fresco di ericacee e date alla pianta un buon compost. Se è nel terreno, aggiungete uno strato di terriccio, felce compostata o aghi di pino compostati e trattare con un prodotto che contenga ferro.

La muffa fuligginosa sulla superficie delle foglie è causata invece da cocciniglie fogliari che si attaccano alla parte inferiore delle foglie. In questo caso usate una soluzione a base di sapone per eliminare gli insetti e la muffa.

Varietà di camelie da coltivare

Fiore di camelia di colore rosa

Potete scegliere tra diverse varietà:

  • Camelia Water Lily, una camelia a crescita eretta, con fiori formali doppi, di colore rosa intenso e con una ricca fragranza che si sprigiona nell’aria da febbraio ad aprile
  • Camelia Cornish Show, una varietà compatta, che produce piccoli fiori profumati, in genere di colore bianco o giallo, che sbocciano da febbraio ad aprile
  • Camelia Williamsii, una varietà dai fiori doppi o semi-doppi, di colore rosa con stami giallo brillante. Si tratta di una delle varietà di ibridi più resistenti e facili da coltivare
  • Camelia Sasanqua, a crescita rapida con grandi fiori singoli profumati di colore rosso brillante, con masse di stami di colore giallo. Le varietà Sasanqua sono tra le prime che vanno in fioritura, già a partire dal mese di ottobre
  • Camelia Quintessence, una varietà compatta a crescita lenta che è una buona scelta per i giardini riparati più piccoli. I fiori singoli bianchi sono anche dolcemente profumati

Leave a Reply