Skip to main content

L’Anthurium, noto anche come fiore di fenicottero, o giglio di fenicottero, è una pianta da interno dall’aspetto esotico con un fiore rosso al centro e foglie grandi e lucenti. Il suo nome deriva da due parole greche, anthos (fiore) e oura (coda), da qui un altro dei suoi nomi comuni, fiore a coda.

I fiori di Anthurium sono hanno colori vivaci e si compongono di tanti piccoli boccioli. Le fioriture compaiono in modo intermittente durante tutto l’anno e durano da sei a otto settimane, con un periodo di riposo che può durare fino a tre mesi in mezzo.

In natura gli Anthurium sono disponibili in oltre 1.000 varietà, ma il tipo più comune è l’Anthurium andreanum, che ha foglie a forma di cuore e fiori lucenti in una vasta gamma di colori. Questi fiori sono più comunemente rossi, oppure rosa o bianchi, anche se potreste trovare fiori dalle sfumature di verde, giallo, bordeaux, lilla e persino fiori bicolori e maculati. 

L’Anthurium scherzianum è simile all’Andreanum, ma ha un centro riccio e fiori meno lucidi. Alcune varietà, come l’ Anthurium clarinervium e l’ Anthurium ellipticum detto anche Jungle King, vengono coltivate per il loro fogliame particolare, ancora più accattivante e distintivo.

In natura, gli Anthurium crescono nelle foreste pluviali del Sud America e dei Caraibi, in cui si trovano come piante sono epifite, che crescono cioè nelle fessure degli alberi. Ecco perchè è importante provare a replicare questo ambiente dentro casa fornendo alla pianta calore, luce filtrata brillante e molta umidità. Queste sono le uniche condizioni climatiche in cui la pianta è libera di fiorire regolarmente durante tutto l’anno.

Gli anthurium sono dannosi per l’uomo e gli animali domestici se ingeriti. Ed è sempre meglio indossare un bel paio di guanti quando si maneggia la pianta.

pianta di Anthurium

Come coltivare l’Anthurium

Gli Anthurium per crescere bene dentro casa hanno bisogno di una stanza calda e luminosa con molta umidità, come un bagno o una veranda. Nebulizzate regolarmente la pianta o mettetela su un vassoio di ciottoli umidi. Annaffiate ogni volta che i pochi centimetri superiori di compost si presentano asciutti. E rinvasate solo quando le radici hanno riempito il vaso, in primavera.

Coltivate il tuo anthurium in un punto che riceva molta luce intensa e indiretta e mai luce solare diretta. Gli Anthurium danno il meglio in una stanza calda a circa 15-20°C, lontano da correnti d’aria e termosifoni. Raggruppare più piante insieme può aiutare ad aumentare l’umidità.

Anthurium: cure e attenzioni

In primavera e in estate, annaffiate solo quando il terreno è asciutto. Lasciate defluire l’acqua dopo e riducete l’apporto di acqua in autunno e in inverno. Nutrite mensilmente con un mangime a metà forza e ad alto contenuto di potassio (come quello che si usa per coltivare i pomodori) in primavera e in estate. 

Nebulizzate regolarmente le foglie (evitando i fiori) e posizionate la pianta in un sottovaso pieno di ciottoli. Pulite le foglie con un panno umido di tanto in tanto per mantenerle lucide e prive di polvere e rinvasate ogni due o tre anni in primavera, in un vaso leggermente più grande, quando le radici hanno riempito il vaso e mostrano evidenti segni di espansione.

Come propagare l’Anthurium

Potete propagare l’Anthurium semplicemente dividendolo: un buon momento per farlo è quando lo rinvasate. Separa delicatamente la pianta e piantate le divisioni risultanti nei loro rispettivi vasi.

Potete anche procedere per talee: selezionate uno stelo lungo circa 10 cm, con due o tre set di foglie e mettete l’estremità tagliata in un piccolo vaso di compost.

Oppure, terza opzione, potete anche prelevare talee di radici: tagliate una radice aerea, immergete l’estremità tagliata nella polvere radicante ormonale e mettetela in un piccolo vaso di compost.

Anthurium in crescita: risoluzione dei problemi

Macchie o chiazze marroni sulle foglie o sulle punte delle foglie potrebbero avere una serie di cause: l’aria non è abbastanza umida o le foglie sono state bruciate dalla luce solare. Potrebbe anche significare che la pianta riceve troppa o troppo poca acqua.

Niente fiori? È normale che la pianta abbia un fisiologico periodo di riposo di alcuni mesi prima di rifiorire. Per mantenere la pianta in fiore il più a lungo possibile, assicuratevi che riceva molta luce intensa, calore e umidità. E ricordate di alimentarla regolarmente con un mangime debole ad alto contenuto di potassio.

Potreste notare anche che i fiori cambiano colore. Questo è naturale man mano che le piante invecchiano e poi alcune varietà sono naturalmente bicolori. Se i fiori si presentano verdi, questo potrebbe essere dovuto alla mancanza di luce. Se diventano gialli, potrebbe essere invece dovuto alla mancanza di acqua o alle basse temperature.

Ma non è detto. Le foglie gialle sono infatti normali in qualsiasi tipo di pianta: si tratta solo di foglie vecchie che muoiono. Ma il problema è diffuso, potrebbe essere dovuto a troppa irrigazione, a troppa luce solare o a un errato apporto di concime.

Potreste anche individuare delle cocciniglie sul fogliame, quindi fate attenzione agli insetti che sembrano macchie bianche e soffici sulla parte inferiore delle foglie. Se ne trovate, pulite le foglie con un panno umido o con un batuffolo di cotone imbevuto di un insetticida che contiene acidi grassi o oli vegetali.

Se le foglie e gli steli della pianta sono ricoperti da una sottile ragnatela, potrebbe trattarsi invece di acari. La superficie superiore della foglia può essere screziata, mentre gli acari e le uova possono essere visti con una lente d’ingrandimento sul lato inferiore delle foglie. Migliorate la circolazione dell’aria intorno alla pianta e aumentate il livello di umidità che la circonda. Se il problema persiste trattate con uno spray specifico.

Le radici che crescono verso l’alto fuori dal vaso sono radici aeree, che la pianta userebbe in natura per aggrapparsi alla sua pianta ospite. Potete tagliarle se non vi piacciono (o usarle come talee) o rimetterli nel compost.

pianta di Anthurium con fiori rossi

Il rinvaso dell’Anthurium

Quando l’Anthurium riempie il suo vaso di radici e inizia a inviare abbondanti radici aeree, è tempo di rinvasare. Di solito, il rinvaso di un Anthurium è necessario ogni due anni circa. Trasferite la pianta in un vaso che è solo leggermente più grande di quello vecchio.

Andrà bene un vaso di terracotta, ma anche la ceramica che trattiene bene l’umidità. Indipendentemente dal vaso, ne avrete bisogno di uno con più fori di drenaggio.

Per rinvasare un Anthurium, riempite il nuovo vaso con del terriccio, quindi adagiate la pianta sul terreno e sistemate altro terreno attorno alla base, fino al livello in cui la pianta era sistemata nel suo vecchio vaso. Man mano che nuove radici aeree si formano sopra il terreno nelle settimane successive, impacchettate leggermente ulteriore terriccio attorno alle radici esposte.

Svernamento

L’Anthurium non sopravviverà all’aperto nelle zone non tropicali durante l’inverno. Se la pianta vive all’aperto per l’inverno, portatela dentro non appena la temperatura scende. La pianta avrà bisogno di una finestra soleggiata, temperature che si aggirano intorno ai 23 gradi e alta umidità. 

Consigli per l’acquisto dell’ Anthurium

  • Assicuratevi di avere dentro casa le giuste condizioni per un anthurium: danno il meglio in condizioni di luce intensa e indiretta, temperature calde e umidità elevata
  • Assicuratevi che la tua pianta abbia foglie verdi e lucenti, un fiore colorato (spata) e un centro dall’aspetto fresco (spadice) e nessun segno di parassiti e malattie
  • Potete acquistare gli anthurium in fiore presso qualsiasi garden center: scegliere la varietà che preferite è abbastanza semplice perché in genere sono etichettati per colore. Le serie “Champion” e “Love” sono le più ampiamente disponibili, in una vasta gamma di colori.

Varietà di Anthurium da coltivare

Esistono molte specie di Anthurium in natura e se volete coltivare questa pianta avrete davvero l’imbarazzo della scelta. Ecco quali sono le varietà che si prestano meglio alla coltivazione indoor con le relative dimensioni di crescita:

  • Anthurium andraeanum ‘Pink Champion’ – fiori rosa, ma anche in rosso, bianco, corallo e vaniglia. Dimensioni: 50 cm x 50 cm
  • Anthurium andraeanum ‘Champion Zizou’ – fiori lilla a forma di nastro molto belli e particolari.
  • Dimensioni: 40 cm x 40 cm
  • Anthurium andraeanum ‘Black Love’ – insoliti fiori bordeaux scuro.
  • Dimensioni: 40 cm x 40 cm
  • Anthurium andraeanum ‘Million Flowers’ – una varietà a fioritura particolarmente libera, con fiori rossi. Dimensioni: 40 cm x 40 cm
  • Anthurium clarinervium – coltivato per le sue spettacolari foglie verde scuro con venature bianche prominenti e insoliti fiori rosa. Dimensioni: 50 cm x 50 cm
  • Anthurium ellipticum ‘Jungle King’ – coltivato per le sue foglie insolite, lussureggianti, a forma di paletta. Dimensioni: 90 cm x 70 cm

Leave a Reply