La Lavandula, conosciuta comunemente con il nome di Lavanda, è una pianta appartenente alla famiglia della Lamiaceae; il nome generico “lavanda” deriva dal verbo latino “lavare” ed è stato recepito nella lingua italiana poiché sin dal Medioevo questa pianta veniva utilizzata per detergere il corpo.

La lavanda è un arbusto sempreverde, che può raggiungere i cinque metri di altezza

La lavanda è un arbusto sempreverde, che può raggiungere i cinque metri di altezza; questa pianta è caratterizzata da fusti eretti e da piccoli fiori organizzati in spighe dalla colorazione blu-violetto molto intensa.

La lavanda è un arbusto sempreverde, che può raggiungere i cinque metri di altezza

Questa caratteristica la rende una specie molto utilizzata nella progettazione degli spazi esterni, la sua bellissima colorazione e il fatto di essere una pianta perenne ne fanno un vero e proprio must nella decorazione dei giardini.

La lavanda è un arbusto sempreverde, che può raggiungere i cinque metri di altezza

Inoltre la lavanda è molto conosciuta anche per le sue proprietà benefiche; è un battericida naturale, nonché antinevralgico e antisettico. L’olio essenziale di lavanda è tra i più utilizzati in profumeria e in aromaterapia viene usata come antidepressivo e decongestionante contro gli stati influenzali.

I fiori di lavanda sono ottimi per realizzare pot-pourri ideali per profumare gli ambienti domestici poiché, al contrario della maggior parte dei fiori profumati di altre specie, quelli della lavanda mantengono a lungo il loro aroma anche una volta essiccati.

La lavanda è un arbusto sempreverde, che può raggiungere i cinque metri di altezza

Vediamo quali sono le caratteristiche principali di questa pianta fiorita e cosa considerare se si desidera coltivare la lavanda nel proprio giardino.

1.

La lavanda predilige luoghi asciutti e terreni calcarei molto sabbiosi e ben drenati.

2.

Richiede un’esposizione diretta alla luce del sole.

3.

È opportuno aggiungere una volta all’anno un fertilizzante a lento rilascio.

4.

Spesso viene piantata vicino ad altre erbe aromatiche come il rosmarino o il timo, specie che hanno le stesse esigenze e con cui è possibile creare una zona molto suggestiva all’interno del giardino.

5.

La lavanda fiorisce all’inizio dell’estate. Se si desidera raccogliere i tuoi fiori per preparare oli o infusioni è consigliabile farlo alle prime ore del mattino.

6.

Se si risiede in una zona dagli inverni molto rigidi è opportuno proteggere la lavanda dalle gelate.

7.

Necessita di una potatura annuale.

8.

La lavanda necessita di un irrigazione costante (una volta alla settimana) ma mai abbondante. È necessario mantenere il giusto grado di umidità del terreno e per farlo il miglior sistema è quello di irrigare goccia a goccia, utilizzando un sistema di irrigazione e avendo l’accortezza di bagnare unicamente il terreno e mai foglie o fiori.

9.

Per la riproduzione si possono utilizzare i semi, avviando la crescita all’interno e successivamente piantando le piantine all’aperto. I semi vanno piantati in primavera e solitamente germogliano in un mese e mezzo.