fbpx

Tutti i Cactus sono membri della famiglia delle Cactaceae e ne esistono migliaia di specie. Ci sono due grandi gruppi di cactus coltivati ​​come piante d’appartamento: i cactus del deserto e i cactus della foresta. Entrambi sono popolari e familiari ed entrambi possono prosperare al chiuso con poca manutenzione e cure. Le piante di cactus sono disponibili in molte dimensioni, ma la maggior parte delle varietà indoor sono di piccole dimensioni.

I cactus del deserto sono i cactus più “tradizionali”, solitamente ricoperti di spine o peli e spesso crescono in pale, palline o obelischi. I cactus delle foreste crescono in aree boschive, che vanno dalle foreste temperate alle regioni subtropicali e tropicali. 

Il cactus della foresta più noto è il cactus di Natale, che è originario del Brasile e fiorisce in rosso, rosa, viola e persino in giallo. Sia i cactus del deserto che quelli della foresta sono piante a crescita lenta e vantano bellissime fioriture, ma hanno abitudini di crescita molto diverse tra loro.

Nome botanicoCactaceae
Nome comuneCactus, cactus del deserto, cactus della foresta
Tipo di piantaSucculente (con alcune eccezioni)
Dimensione maturaVaria a seconda della varietà
Esposizione al soleUn po’ di sole diretto; la quantità varia a seconda della varietà
Tipo di terrenoTerreno ben drenante e sabbioso
pH del terreno5,5-7
Tempo di fiorituraVaria
Colore del fioreVaria
Difficoltà di coltivazioneFacile-media
Area nativaDeserti e foreste pluviali nel mondo

Coltivare il cactus dentro casa

Come coltivare un cactus dentro casa

I cactus del deserto hanno una bellezza unica e alcuni di loro presentano fiori davvero scenografici. La coltivazione di cactus del deserto non è difficile perché sono tra le piante d’appartamento più resistenti. Ci sono diverse tipologie di cactus del deserto sul mercato e alcune specie possono fiorire anche dopo tre o quattro anni di coltivazione; altre impiegheranno più tempo e altre ancora non fioriranno mai in casa.

I cactus delle foreste crescono nelle regioni tropicali e subtropicali di tutto il mondo. Sono spesso piante rampicanti o epifite che si aggrappano agli alberi e possono diventare ottime piante pendenti che arredano la casa.

Esposizione

Una luce forte è essenziale per i cactus del deserto, soprattutto in inverno. Alcune specie possono bruciare sotto il sole estivo diretto, quindi attenzione a trovare il giusto equilibrio. I cactus della foresta amano invece la luce solare intensa, ma non diretta. Spostateli all’aperto durante l’estate.

Terreno

Per cactus del deserto usate un mix di cactus a rapido drenaggio. Se non è disponibile, modificate il normale terriccio con agenti inorganici come sabbia o perlite per aumentare il drenaggio e l’aerazione. I cactus sono piante a crescita lenta e raramente necessitano di rinvasi. Inoltre, ricorda che molte specie di cactus fioriranno meglio quando sono leggermente in vaso.

Acqua

In primavera e in estate, quando il cactus del deserto sta crescendo e sbocciando attivamente o entrambi, annaffiate ogni volta che il compost inizia ad asciugarsi. Durante queste annaffiature, assicuratevi che la pianta sia ben irrigata. Durante il periodo di riposo invernale, invece, cessate quasi di annaffiare. Annaffiate solo se la pianta inizia ad avvizzire. L’errore più comune con i cactus del deserto è l’eccessiva irrigazione in inverno, che causerà la putrefazione alla base della pianta o alle punte delle aree di coltivazione. Se il marciume è avanzato, potrebbe essere necessario iniziare nuove piante da talee o scartare l’intera pianta.

Annaffiate il cactus della foresta come una normale pianta d’appartamento durante i mesi estivi e quando i boccioli iniziano a emergere. Durante il periodo di riposo, annaffiate solo quando il terreno è asciutto al tatto. Proprio come le altre piante grasse e i cactus del deserto, i cactus della foresta non dovrebbero essere annaffiati troppo durante il periodo di riposo. Ne risulterà un marciume radicale. E il marciume radicale avanzato può essere trattato solo prendendo nuove talee e ricominciando da capo.

Temperatura e umidità

Durante il periodo di crescita attiva, i cactus del deserto preferiscono temperature calde e secche, che vanno da venti ai trenta gradi. In inverno, le piante preferiscono un periodo più fresco, fino a dodici gradi. Nei loro habitat desertici, molti cactus sono abituati a notti molto fredde, ma dovrete proteggerli dalle correnti d’aria invernali molto fredde.

I cactus della foresta sono un po’ meno schizzinosi riguardo alla temperatura; durante la stagione di crescita, hanno un’ampia gamma, da venti a trenta gradi. Durante il periodo di riposo, è essenziale per loro un periodo più freddo di venti gradi.

Fertilizzante

Per i cactus del deserto, usate un fertilizzante per cactus durante la stagione di crescita. Altrimenti, potreste avere scarsi risultati con i fertilizzanti standard, quindi vale la pena cercare un fertilizzante specializzato per cactus.

Per i cactus della foresta, fertilizzate durante la stagione di crescita con un fertilizzante standard. Ridurre il fertilizzante durante la stagione di crescita è fondamentale.

Varietà di cactus da interno

  • Orecchio da coniglio. Ha orecchie a forma di coniglio e fiori bianchi. L’orecchio di coniglio è un cactus del deserto.
  • Vecchia signora. Ha un sacco di spine e sembra un puntaspilli. È un cactus del deserto.
  • ‘Pasqua’.Offre fioriture luminose e colorate ed è un cactus della foresta.
  • Cactus a stella. Presenta un tumulo a forma di stella e fiori gialli. La stella è un cactus del deserto.

Potatura

La maggior parte dei cactus non ha bisogno di potatura, ma solo della rimozione della crescita morta o danneggiata con cesoie da giardino pulite e affilate. Si consiglia vivamente di indossare guanti da giardinaggio protettivi mentre si esegue questo compito.

Propagazione di piante di cactus da interno

Se i cactus producono germogli, si possono propagare. Per prima cosa, assicuratevi di avere un coltello pulito, affilato e sterile. Quindi, indossate guanti protettivi per proteggervi per evitare di trafiggervi con una spina.

Tagliate il ramo il più vicino possibile alla base. Lasciatelo riposare in un luogo asciutto per alcuni giorni, dandogli il tempo di formare il callo sul taglio. Quindi, immergete l’estremità tagliata nell’ormone radicante e adagiatela sopra un buon terreno di coltura. (Suggeriamo un mix di invasatura per cactus e piante grasse e di nebulizzare spesso.) Una volta che la pianta sviluppa forti radici, può essere piantata nel vaso.

varietà di cactus coltivati dentro casa

Come coltivare cactus indoor a partire dal seme?

Coltivare piante di cactus del deserto e della foresta partendo dai semi richiede pazienza: queste sono piante a crescita molto lenta. Ma se insistete, potete raccogliere i semi da un cactus che è sbocciato o acquistare semi già confezionati. Potrebbe essere necessario stratificare i semi prima di piantarli.

Preparate un terriccio per cactus e piante grasse, poi riempite con perlite e sabbia. Piantate i semi in profondità e copriteli con un sottile strato di sabbia o di miscela per cactus. Annaffiate leggermente, coprite con la plastica ed esponeteli in un luogo luminoso (ma non al sole diretto). La maggior parte dei cactus germinerà in circa tre settimane, e una volta fatto potrete rimuovere la copertura di plastica durante il giorno. In circa sei mesi, le piantine dovrebbero essere pronte per i propri vasi.

Invasatura e rinvaso di piante di cactus da interno

I cactus dovrebbero essere rinvasati quando hanno bisogno di terreno fresco (la maggior parte cresce bene anche in vaso). Per rinvasare sia i cactus della foresta che quelli del deserto, iniziate indossando un paio di guanti protettivi. Rimuovete la pianta dal suo vaso attuale e usate una spatola pulita per allentare le radici. Riempite il fondo di un vaso di terracotta con un mix di invasatura per cactus a drenaggio rapido (per cactus del deserto) o un normale mix di terriccio (per cactus della foresta). Aggiungete la pianta, versate l’impasto intorno ai lati e usate uno strumento a forma di bastoncino (funziona anche una bacchetta) per spingere il terreno verso il basso. Annaffiate leggermente.

Parassiti e malattie comuni

Tutti i tipi di cactus possono essere soggetti a parassiti tra cui cocciniglie, squame, moscerini dei funghi e acari. Nella maggior parte dei casi, è possibile lavare accuratamente questi parassiti dalle piante facendo un impacco di cotone e acqua.

Leave a Reply