Coltivare limoni e arance in casa

Anche se siamo abituati a vedere grandi distese di agrumi coltivati all’esterno nelle zone dal clima caldo è possibile, scegliendo le varietà nane, ovvero innesti in grado di crescere in vaso ed essere ugualmente produttivi, tenere queste bellissime piante in casa, spostandole all’esterno solo in primavera ed estate.

Le varietà più adatte alla crescita indoor sono: il limone Meyer (che produce frutti dolci tutto l’anno), il Calamondino (un incrocio tra il kumquat e il mandarino, ideale per la preparazione di marmellate e cocktail), il Kaffir lime (utilizzato nella cucina thai, molto gustoso e con foglie profumatissime), il kumquat (o mandarino cinese,  che resiste molto bene anche a basse temperature); ma con i giusti accorgimenti è possibile far crescere in vaso anche le piante di agrumi più comuni (unico limite in casa possono essere le dimensioni).

Tutte queste varietà di agrumi sono davvero decorative, si tratta infatti di piante sempreverdi con foglie compatte e lucide; e le varietà nane coltivate in vaso raggiungono un’altezza massima di 1,5 metri, il che le rende perfette per allestire le stanze di casa.

La scelta del contenitore

agrumi coltivati in vaso

Per rendere più comodo lo spostamento della pianta da una zona all’altra della casa (magari per cercare luce in inverno), e da quella interna allo spazio esterno nella bella stagione, è consigliabile optare per vasi leggeri o, meglio ancora, posizionarli sopra un portavasi munito di rotelle.

Come per ogni pianta in vaso è necessario un buon drenaggio affinchè non si creino le condizioni ideali alla formazione di muffe dannose; dopo esservi assicurati che vi siano idonei fori nel contenitore che avete scelto, inserite alcune pietre o dell’argilla espansa sul fondo per facilitare la circolazione dell’aria.

Per quanto riguarda le dimensioni del vaso, optate per contenitori poco più grandi della pianta, 30/40 cm di diametro sono sufficienti per le varietà nane di agrumi; invasando la pianta in un  contenitore molto grande l’agrume svilupperebbe solo le radici e molto probabilmente non farebbe i frutti.

Il terreno e la concimazione

La chiave di successo per una buona crescita delle piante, specialmente di quelle in vaso, è l’utilizzo di un ottimo terriccio; ne esistono di specifici proprio per gli agrumi e li potrete trovare facilmente in un qualsiasi garden center, si tratta generalmente di terriccio leggero.

Per quanto riguarda la concimazione, le sostanze di cui necessitano gli agrumi sono principalmente il fosforo, l’azoto e il potassio, che dovrete aggiungere specialmente in primavera (ogni 3 settimane), anche in questo caso esistono fertilizzanti composti specificatamente per le piante di agrumi; se avete a disposizione dello stallatico potete aggiungerlo alla base della pianta interrandolo leggermente. Nella stagione fredda concimate con metà dosaggio.

La posizione

coltivare agrumi in casa

Le piante di agrumi necessitano di almeno 8 ore di sole al giorno, per questo posizionate i vasi vicino ad una finestra orientata a sud sud-ovest, di modo che anche in inverno non manchi mai la luce di cui hanno bisogno. Evitate bruschi cambiamenti di temperatura posizionando i vasi in zone lontane da forti correnti d’aria e da calore eccessivo (camini, forni, radiatori); e sempre per lo stesso motivo quando si avvicina la primavera spostate gradualmente le piante, prima in una zona di semi ombra (per qualche giorno), e solo successivamente sotto il sole pieno; la zona esterna ottimale per queste piante deve essere molto arieggiata.

Allo stesso modo aiutate la pianta ad acclimatarsi progressivamente quando si avvicina l’autunno, spostandola un paio di settimane prima in una zona d’ombra, e in seguito dentro casa.

L’irrigazione

Un’irrigazione costante e regolare è alla base delle coltivazione degli agrumi; queste piante non sopportano i lunghi periodi di siccità di conseguenze bisognerà irrigare spesso e in profondità durante la stagione calda (sino a 2 volte al giorno), e almeno una volta a settimana in inverno. È consigliabile spargere uno strato di pacciamatura, in corteccia o sassolini, intorno alla pianta in vaso la quale contribuirà a ridurre l’evaporazione e a trattenere la giusta umidità nella zona di superficie. La piante di agrumi necessitano anche un buon livello di umidità dell’aria, per questo sarebbe perfetto posizionarle vicino ad un umidificatore o nebulizzare le foglie al momento dell’irrigazione.

Evitate sempre di creare ristagni d’acqua per prevenire le infezioni fungine e i marciumi delle radici, per questo non vanno utilizzati i sottovasi, ma al contrario sarebbe opportuno rialzare il contenitore con degli appositi piedini. Per essere sicuri del livello di idratazione del terreno controllate i primi 2 cm, se risultano asciutti al tatto allora la pianta ha bisogno di acqua.

La potatura

Per limitare la crescita delle piante di agrumi in vaso è buona norma tagliare le radici di qualche centimetro ogni 3 o 4 anni, che è anche il tempo giusto per procedere con il rinvaso, in questa occasione sostituite il terriccio con terreno fresco, sempre specifico per agrumi e aumentate le dimensioni del vaso di 10 /20 cm di diametro, o comunque a seconda della crescita della pianta.

La fine dell’inverno è il momento per potare la chioma, eliminando i polloni e i rami secchi, facendo in modo che i raggi del sole e l’aria penetrino in tutta la superficie della pianta.