Per noi coltivare l’orto è una ragione di vita. Un’attività rilassante, che permette di ritrovare il contatto perso con la natura e, soprattutto, un motivo più che valido per portare in tavola verdura sempre fresca, a km 0 e non trattata con sostanze chimiche. E poi anche sul versante economico ci sono dei vantaggi: coltivare la verdura da soli significa non comprarla più al supermercato!

Per questo è bello ingegnarsi per trovare le soluzioni più disparate. Sì, perché nella migliore delle ipotesi abbiamo un bel giardino o un bell’appezzamento di terra da disporre a piacimento. Qui non ci sono problemi di spazio e possiamo fare quello che vogliamo e coltivare ciò che più ci piace.

Nell’ipotesi intermedia il giardino non c’è e nemmeno l’orto. Però abbiamo il terrazzo, o anche un balconcino piccolo, e anche in questo caso le possibilità sono molte. Certo, in misura ridotta, ma ci sono, come la coltivazione nei vasi, nei sacchi o nelle fioriere.

E veniamo adesso allo scenario più apocalittico per chi ha il pollice verde e vorrebbe dilettarsi nella coltivazione dei propri ortaggi preferiti: non c’è il giardino, non c’è l’orto e nemmeno l’ombra del terrazzo. Nemmeno un piccolo balconcino. E in genere il balcone è il paracadute perfetto per coltivare gli ortaggi dentro i vasi, nelle fioriere o dentro ai sacchi.

Un disastro, insomma, direte voi. E invece no! Niente è impossibile fino a quando non ci sforziamo di trovare una soluzione. Lo spazio può essere un problema, sì, ma è un problema che possiamo facilmente aggirare con un po’ di ingegno e mettendoci a studiare un piano ad hoc, studiato su misura per noi e per le nostre, strette esigenze.

Una soluzione fai da te, che deve fare i conti con alcuni limiti logistici, come lo spazio e l’impossibilità di coltivare proprio tutto tutto, comunque c’è. Basta solo portarla alla luce ( diciamo pure in tutti i sensi). Ed è quello che vi proponiamo adesso, con tre soluzioni ingegnose e a prova di spazio che potete adattare per il vostro appartamento, anche se vivete in un monolocale.

La nostra piccola grande sfida di oggi, infatti, è dimostrarvi che anche senza un balcone e senza un terrazzo è possibile coltivare un bell’orto per portare in tavola verdura fresca e a km 0. Perché chi ha detto che per coltivare l’orto ci serve per forza un pezzo di terra, un orto o un balcone?

Dobbiamo solo ingegnarci al meglio. Certo, non è come zappare la terra dell’orto, ma come dice il proverbio: di necessità virtù! Magari il raccolto non sarà il più abbondante del mondo, ma le possibilità ci sono. Basta solo darsi da fare!

Partiamo dall’elemento più importante: la luce. Per coltivare bene, vi servirà la zona della casa più illuminata in assoluto perché la luce è fondamentale per far crescere bene le piante. Il luogo scelto deve essere vicino alle finestre, perché così sarà più facile arieggiare la zona e far circolare bene l’aria. Questo, in linea di massima, in inverno, perché in estate, anche se non abbiamo né balconi né terrazzi a disposizione, c’è sempre il davanzale. E quello è il posto perfetto per far crescere bene tutte le erbe aromatiche, ma anche il peperoncino.

Siete pronti? Cominciamo!

Orto verticale costruito con il pallet

Orto verticale costruito con il pallet

Il pallet ha mille potenzialità, ed eccone una veramente geniale! Ma dove sistemare una struttura del genere? Il pianerottolo potrebbe andare bene, oppure potreste pensare a realizzare una bella parete verde dentro casa, che oltre a servire per le vostre coltivazioni, è anche un ottimo modo per arredare con gusto. Soluzione perfetta per le piantine di piccole dimensioni e per tutte le erbe aromatiche.

Se vi piace il fai da te e non ve la cavate male con il bricolage, forza! Prendete tutto l’occorrente e cominciate a costruire il vostro piccolo orto verticale. Il pallet lo trovate anche al supermercato, fra i bancali dimenticati e destinati al macero. Le soddisfazioni poi arrivano e anche se non avete il balcone, l’orto per voi non avrà più segreti.

Piante aromatiche in vaso

Piante aromatiche in vaso

Dentro casa le piante aromatiche non possono proprio mancare, soprattutto in estate. La cucina le reclama senza se e senza ma, perché per insaporire un buon piatto, servono proprio loro: le erbe aromatiche! Per coltivarle non serve a tutti i costi un orto o un terrazzo immenso. Le possiamo coltivare anche dentro casa, sul davanzale o all’interno di un piccolo vaso.

Le piante aromatiche possono crescere proprio ovunque e un bel vasetto decorativo è quello che ci vuole quando non hai a disposizione un balcone. Sbizzarritevi pure con le vostre varietà preferite perché tutto quello che vi servirà sono tanti vasi, acqua in abbondanza e un punto della casa particolarmente luminoso. Profumo in abbondanza e tanti, tantissimi aromi per arricchire e insaporire i vostri piatti preferiti!

Il tavolo da orto

Si chiama tavolo da orto ed è la nuova frontiere dell'orto fai da te dentro casa

L’idea è molto, molto geniale. Una soluzione del genere potete acquistarla on line, a prezzi modici, per coltivare tutto quello che volete e, soprattutto, tutto quello che per ragioni di spazio non entra nei vasetti o nella soluzione verticale con il pallet. Si chiama tavolo da orto ed è la nuova frontiere dell’orto fai da te dentro casa. Di necessità, virtù! Insomma, una soluzione perfetta per chi ha poco spazio a disposizione. Che vi avevamo detto?

Tutto quello che vi servirà è una buona esposizione, il giusto terriccio e le vostre piantine preferite. Bello, incredibilmente verde, allegro da vedere e anche con il suo perché in fatto di arredamento. In quanti del resto hanno un tavolo da orto dentro casa da esibire quando ci sono ospiti? Gli altri avranno anche il terrazzo, ma il tavolo da orto ce l’avrete solo voi!

Sì, ma cosa coltivare?

Quando avrete deciso qual è il metodo che meglio fa al caso vostro, bisogna pensare alla materia prima: che cosa coltiviamo? Sì, perché purtroppo il problema dello spazio ce l’abbiamo comunque. Bisogna capire quali sono gli ortaggi che meglio si adattano a questo progetto. E quali sono?

I mini ortaggi, per esempio, sono un’ottima base da cui partire. Si tratta di piante che riescono a produrre ortaggi di gran lunga più piccoli rispetto a quelli comuni. Se coltivate sul davanzale, prendete bene prima le misure e poi acquistate i contenitori delle giuste dimensioni. Lo stesso vale per i vasi e per il tavolo da orto.

Se scegliete di coltivare sul davanzale, prendete in considerazione solo e soltanto quelli che sono ben esposti al sole. Se la finestra è all’ombra, con molta probabilità perderete solo tempo e soldi, perché le piante per crescere bene hanno bisogno di sole. Questo è un imperativo categorico e davanti a questa realtà non c’è ingegno che tenga. Meglio non rischiare e fare le cose per bene!

Tra i mini ortaggi che potete acquistare per il vostro orto casalingo ci sono; i cavolini di bruxelles, i pomodori ciliegino, i cetriolini e le cipolline. Se volete coltivare peperoni e insalata, di cui purtroppo non si trovano versioni mini, il segreto è quello di piantarli gli uni vicini agli altri; il raccolto non sarà abbondante ma comunque avrete le vostre soddisfazioni.

Allora, vi siete convinti? Vi piace il progetto? Che il pollice verde sia con voi e buona coltivazione a tutti!