fbpx Skip to main content

Come coltivare il frangipane, noto fiore tropicale, qui da noi? Ecco tutte le risposte!

Il fiore tropicale del frangipane è coltivato per i suoi bellissimi e colorati fiori dal profumo dolce. Originario delle regioni tropicali del Sud America, del Messico, dei Caraibi e delle isole del Pacifico, il fiore a forma di elica esiste nei toni del bianco, giallo, rosso e rosa. La pianta del frangipani ha foglie lunghe, coriacee, carnose, di colore verde medio e le fioriture sono di lunga durata.

Poiché il frangipani è stato naturalizzato nelle aree tropicali di tutto il mondo, si è guadagnato una lunga lista di nomi. Il Frangipani è anche conosciuto come Plumeria, Hawaiian Lea, Temple Tree, Champa, Egg Flower e Amapola.

Nell’emisfero settentrionale, i frangipani fioriscono in tarda primavera e in estate, e nell’emisfero meridionale fioriscono da novembre ad aprile. 

Coltivare il frangipane

Varietà di frangipani

Plumeria è il nome del genere botanico per sette o otto specie di piante della famiglia delle Apocynaceae comunemente chiamate frangipani. 

Il Frangipani appartiene al genere Plumeria ed è diviso in due gruppi principali: obtusa e rubra. La Plumeria rubra ha fiori più colorati e meno profumati, con foglie opache e appuntite. La Plumeria obtusa ha generalmente fiori bianchi e un profumo potente, con foglie rotonde e lucenti.

Oltre a obtusa e rubra, ci sono una manciata di ibridi, come la Plumeria stenophylla presente in natura solo nei toni del bianco o crema. I fiorsono lunghi e più sottili dei petali di rubra e obtusa. 

Come coltivare il frangipane

Il frangipane ha bisogno di almeno sei ore di esposizione alla luce solare intensa ogni giorno, preferibilmente in pieno sole, ma può stare bene all’ombra. Predilige un terreno ben drenante di qualsiasi tipo ad eccezione dell’argilla. I livelli di pH ottimali dovrebbero essere compresi tra 6,5 ​​e 7. Uno scarso drenaggio può portare al marciume radicale. L’aria calda e umida e le condizioni tropicali è il suo clima ideale, ma con qualche accorgimento questa pianta può essere coltivata anche qui da noi.

Cura del frangipane

Le piante di frangipane all’aperto hanno bisogno di poca acqua a settimana, a parte il loro periodo di dormienza. I frangipani coltivati indoor hanno anche un periodo di dormienza invernale, durante il quale l’irrigazione dovrebbe rallentare. Concimate due volte durante la stagione vegetativa; una all’inizio della primavera e una all’inizio dell’autunno con un concime organico ben bilanciato a lenta cessione.

Coltivare il frangipane: la propagazione della pianta

Il frangipane può essere facilmente propagato da talee di gambo. Propagate la plumeria in tarda primavera o all’inizio dell’estate rimuovendo uno stelo o un ramo da un albero già stabilito, usando forbici da potatura affilate e sterilizzate. Rimuovete con cautela il fogliame dall’estremità inferiore e lasciare lo stelo in posizione verticale a stagionare per una o quattro settimane. Attendete che l’estremità inferiore si asciughi completamente. Spostate il taglio in un contenitore pieno di sabbia grossolana e acqua. Controllatelo una volta alla settimana fino a quando le radici non iniziano a svilupparsi. Una volta che le radici sono germogliate, spostate la talea in un vaso o direttamente nel giardino.

Potatura del fragipane

Il frangipane tollera la potatura e può essere tagliato in diversi modi. Per creare un tronco centrale, rifilate tutti i rami inferiori alla base del tronco durante lo sviluppo. Per promuovere la densità, potare i rami indietro da metà a due terzi per incoraggiare più rami a germogliare dal sito di taglio. Tentete presente che durante la potatura, poiché le fioriture si verificano solo all’estremità dei rami, i rami potati non produrranno fioriture fino all’anno successivo. Il momento migliore per potare il tuo frangipani è tra la fine dell’inverno e l’inizio della primavera.

I primi tre o quattro anni di crescita dell’albero, tagliate dietro lo stelo principale, rendendo il taglio il più vicino possibile a una giunzione del ramo e ad angolo. Se state cercando una forma ad albero invece di una forma ad arbusto più quadrata, selezionate un tronco principale e rimuovi tutti tranne alcuni rami secondari selezionati dallo stelo principale per incoraggiare l’albero a sviluppare quel tronco principale. Rimuovete sempre i rami danneggiati, malati o infestati quando compaiono problemi, tagliando dove si uniscono al tronco principale.

Coltivare il frangipane indoor

Essendo una pianta tropicale, l’unico modo per coltivarla qui da noi, almeno in inverno, è spostarla dentro casa. Le piantine hanno bisogno di un vaso con fori di drenaggio, terriccio a drenaggio rapido e dalle sei alle otto ore al giorno di luce solare. 

Andrà bene poca acqua a settimana, controllando sempre che il terreno si asciughi sempre completamente tra un’annaffiatura e l’altra. Non lasciate mai che il frangipani diventi troppo fradicio, altrimenti sarà soggetto a marciume radicale e altri problemi. Nutritelo ogni anno in estate con un fertilizzante liquido contenente azoto, potassio e fosforo e utilizzate sempre i guanti durante le operazioni di giardinaggio perché si tratta di una pianta tossica.

Fiore di frangipane bianco e giallo

Fioritura del frangipane

Nell’emisfero boreale i frangipane fioriscono nei mesi estivi. Un frangipani che non sta fiorendo può essere incoraggiato a farlo assicurandosi che riceva almeno sei ore di luce solare intensa, nutrendosi con un fertilizzante ad alto contenuto di fosforo o un integratore contenente micronutrienti come boro, calcio, rame, magnesio e zolfo e annaffiando non appena la superficie del terreno si asciuga. Una potatura adeguata può incoraggiare la fioritura dopo un periodo di riposo di due anni circa.

Coltivare le talee

Il momento migliore per propagare per talea è la tarda primavera o l’inizio dell’estate. Usate attrezzi da giardinaggio puliti e sterilizzati e iniziate il taglio da un albero ben consolidato. Eliminate le foglie e i fiori dall’estremità inferiore del taglio e mettetelo in posizione verticale per un periodo compreso tra una e quattro settimane, finché l’estremità tagliata non è completamente asciutta. Una volta asciugato, il taglio è pronto per essere spostato in un vaso. Controllate lo sviluppo delle radici una volta alla settimana e, una volta germogliate, potete piantare il frangipane in un vaso o spostarlo direttamente nel terreno in un giardino all’aperto.

Coltivare il frangipane: il trapianto

Il trapianto si effettua solo durante la primavera o l’estate, quando il clima è temperato e non aggiungerà stress alla pianta. Scavate una buca intorno alla pianta che state spostando, andando abbastanza in profondità da arrivare sotto la zolla. Potete tagliare una radice occasionalmente, ma evitate di tagliare la rete principale. Quindi sollevate il frangipani e spostatelo il più delicatamente nel nuovo punto. 

Scavate una buca due volte più profonda e larga della zolla della pianta. Posizionate la pianta al centro che hai e riempitela attorno con il terriccio. Annaffiate abbastanza in profondità da permettere al terreno di depositarsi, ma non comprimetelo. Coprite la superficie del terreno con un letto di pacciame, compost o corteccia d’albero.

Malattie e rimedi

La ruggine del frangipane è una malattia fungina che si diffonde nell’aria mentre le spore vengono spostate lungo il vento da una pianta all’altra. Le spore si attaccano al fogliame quando è umido. Si può prevenire la ruggine pulendo accuratamente le foglie cadute e altri detriti vegetali e smaltendoli correttamente. Le foglie colpite non possono essere recuperate e cadranno dall’albero. Quando l’albero perde tutte le foglie durante la sua dormienza, sarà privo di ruggine. Tuttavia, se l’albero mantiene le foglie durante la sua dormienza, potete trattarlo con un fungicida al rame. 

Simbologia del fiore

Il frangipane ha significati diversi in diverse culture. È diventato il simbolo della connessione con il mondo degli spiriti o dei propri cari perduti, lo spirito interiore per superare le sfide della vita, l’ospitalità o l’accoglienza (come quando è usato nei leis hawaiani. Simboleggia anche l’amore romantico e l’impegno e l’immortalità ed è il fiore simbolo dell’isola di Bali.

Scoprite tutto quello che c’è da sapere su piante, fiori, arredi, decorazioni e fai da te per il giardino, l’orto, balconi e terrazzi, un mondo di bellissime idee, suggerimenti e tutorial vi aspetta in homepage!

Leave a Reply