fbpx

Estate è anche tempo di coltivare…sul balcone! Sì, perché non è necessario avere il giardino o un orto per dilettarsi nella coltivazione dei nostri ortaggi preferiti. Anche il balcone, anche se all’interno di uno spazio decisamente limitato, può darci grandi soddisfazioni. Basta solo organizzare al meglio lo spazio e scegliere i contenitori giusti.

E visto che l’estate si avvicina, che il caldo è arrivato e il sole comincia a deliziarci con giornate calde e piene di luce, che cosa c’è di meglio che cominciare a coltivare i pomodori? In cucina, soprattutto durante l’estate, i pomodori sono i veri e propri protagonisti, consumati crudi o cotti, per preparare sughi o insalate. E insomma, in estate i pomodori non bastano mai e se cominciate a coltivarli potrete averli sempre a portata di mano e portarli in tavola sempre freschi e coltivati da voi!

Coltivare pomodori sul balcone è gratificante e anche utile alla causa di poter mangiare ortaggi genuini e coltivati a km 0. Anche se l’orto non ce l’avete. Oltre al loro sapore e ai molteplici usi in cucina, i pomodori possono anche diventare una pianta ornamentale sul vostro balcone. Ci avevate mai pensato?

I pomodori sono disponibili in vari colori e dimensioni: rosso, arancione e anche giallo, a forma allungata o rotondi. Ecco allora tutto quello che dovete sapere per coltivare i pomodori sul balcone, passo dopo passo e per sfatare il mito dei pomodori che possono essere coltivati solo in piena terra.

La buona notizia è che tutte le varietà di pomodori sono adatte per il giardinaggio in vaso, anche se alcune limitazioni restano. Per esempio, non è possibile coltivare le varietà di pomodori che diventano troppo alte. L’idea migliore è scegliere le varietà di pomodori che producono frutti di di medie dimensioni, adatte alla coltivazione in vaso.

I pomodorini in questo caso sono perfetti. Sono facili da coltivare, richiedono poca cura e producono molti frutti durante la stagione di crescita. E poi, sono buonissimi!

Coltivare sul balcone

I pomodori sul balcone devono essere piantati in vasi ben drenati e stabili

I pomodori sul balcone devono essere piantati in vasi ben drenati e stabili. Tenete sempre presente che una grande quantità di frutti e di steli può causare il rovesciamento dei vasi in caso di vento. Quindi, meglio non abbondare.

La dimensione del contenitore dipende dalla varietà dei pomodori, ma è sempre bene scegliere contenitori ampi e capienti, per permettere alla pianta di crescere bene e in libertà. Il pomodoro richiede il pieno sole quindi è importante sistemare i vasi nella posizione più soleggiata del tuo balcone.

Il terreno

I pomodori hanno bisogno di un terreno fertile per garantirsi una crescita favorevole. Potete comprare un mix di terriccio insieme a del concime e alla ghiaia o all’argilla espansa per la preparazione.

Durante la preparazione del terreno, ricordate che la terra deve essere ben drenata, permeabile e leggermente acida (pH 6-6,8). Inoltre, ricordatevi di mescolare il concime a rilascio lento, in modo che le piante ricevano di tanto in tanto la giusta dose di nutrimento.

Piantare pomodori

Potete partire dalle piante in vaso o prepara le piantine partendo dai semi. Per la semina potete cominciare quando il rischio di gelo è ormai passato e la primavera è arrivata. I semi germoglieranno rapidamente, entro 5-10 giorni. Trapiantateli poi nei contenitori quando le foglie si saranno trasformate in piantine.

Le piantine di pomodoro dovrebbero essere piantate profondamente al livello della prima foglia, per generare radici profonde e aumentare la raccolta di sostanze nutritive dalla pianta.

Cura delle piante di pomodoro

pomodori

I pomodori hanno bisogno di essere nutriti e anche se avete già applicato il fertilizzante a rilascio lento, dovrete comunque concimarli in seguito. Il momento migliore per concimare i pomodori coincide con la crescita dei frutti. Fertilizzare meno a livello di quantità, ma più spesso. Questo è il segreto dell’alta resa dei pomodori.

In generale, è bene fertilizzare una volta ogni settimana in base alle esigenze della tua pianta. Basta applicare il fertilizzante liquido in base alle istruzioni della confezione e sempre al mattino, l’ora migliore. Assicuratevi di scegliere un fertilizzante che abbia un alto contenuto di potassio e di fosforo. E se apprezzate particolarmente le verdure biologiche, utilizzate fertilizzanti naturali come il letame ben decomposto, o il bio-humus.

L’irrigazione

I pomodori sul balcone hanno costantemente bisogno di un terreno umido.
L’irrigazione regolare delle piante di pomodoro è essenziale, anche due volte in una giornata secca e ventosa e in estate quando fa molto caldo.
Bagnate i pomodori in modo che non si impregnino le foglie: le foglie bagnate sono la causa principale della peronospora e di altre malattie fungine.

Altri consigli utili

I pomodori sono piante piuttosto facili da coltivare, non richiedono particolari cure e tutti, anche i principianti, possono facilmente approcciarsi a questo tipo di coltivazione. In ogni caso, ecco qualche consiglio utile:

  1. Rimuovete i polloni di volta in volta durante la crescita, in quanto portano via nutrizione delle piante e ne ostacolano la fruttificazione e la fioritura.
  2. Se state coltivando varietà molto alte, dovrete supportarle: usate i tralicci, legando le piante anche alle ringhiere del balcone, se necessario.
  3. La temperatura migliore per la coltivazione dei pomodori è quando varia tra i 20 e i 22 gradi. La temperatura al di sotto o al di sopra di questo non è molto adatta per la coltivazione queste piante.

Ecco qua, questo è tutto quello che dovete sapere per cominciare a coltivare i pomodori sul balcone. Tutto quello che vi serve è un balcone sufficientemente esposto alla luce del sole durante il giorno, i giusti contenitori e una varietà adatta al balcone, che produca pomodori di piccole e medie dimensioni. Buona coltivazione a tutti!