fbpx

Chi lo dice che in autunno dobbiamo metterci l’anima in pace e abbandonare l’idea di coltivare i nostri ortaggi prediletti? Nessuno, e infatti ci sono tante piante che durante questa stagione si possono coltivare…direttamente sul balcone. Unico imperativo: non possiamo coltivare tutto quello che vogliamo, questo no, ma dobbiamo seguire scrupolosamente tutte le leggi della natura. E in autunno, come del resto durante le altre stagioni, possiamo coltivare soltanto alcune specie di ortaggi.

Forse non tutti lo sanno, ma l’autunno è un momento perfetto per piantare gli ortaggi. Se avete un balcone sufficientemente grande e anche una buona esposizione, perché si sa, le piante hanno bisogno della luce del sole, allora questo progetto fa decisamente al caso vostro.

Il vostro investimento iniziale, oltre alle sementi e alla terra, sarà l’acquisto di contenitori abbastanza ampi e profondi. E non siate avari con le dimensioni perché le piante, tutte le piante, hanno bisogno di spazio per crescere bene. L’orto sul balcone è un progetto divertente, stimolante e creativo, che potete portare avanti facendovi aiutare anche dai vostri bambini, per insegnare loro l’importanza del contatto con la natura e l’importanza di mangiare verdure sin da piccoli.

Vediamo allora quali sono gli ortaggi che potete coltivare in autunno sul balcone. Cominciamo da quelli che hanno bisogno di tanta luce del sole per crescere bene e che potrete coltivare solo e soltanto se il vostro balcone è baciato dal sole diciamo per tutta la giornata o quasi con 8 ore di luce continue.

Broccoli

I broccoli crescono bene in un terreno che sia ben concimato e hanno bisogno di tanto spazio

Partiamo con un un grande classico: i broccoli! Mangiare i broccoli, ma anche cavolfiori e tutti gli altri ortaggi che appartengono alla famiglia delle crucifere, fa bene e quindi mettersi a coltivare questi ortaggi è un ottimo modo per portare sulla nostra tavola cibi sani, freschi e ricchi di benefici.

I broccoli crescono bene in un terreno che sia ben concimato e hanno bisogno di tanto spazio. In ogni caso, nulla che non si possa risolvere con un contenitore capiente. In natura ne esistono di diverse varietà, tutte tipicamente autunnali, e avete l’imbarazzo della scelta!

Carote

le carote sono ortaggi che si prestano molto bene per essere coltivate sul balcone

Anche le carote si prestano molto bene per essere coltivate sul balcone. Dal momento che le andremo a coltivare sul terrazzo, e quindi non nel bel mezzo del terreno come faremmo dell’orto, quando scegliete la varietà di carote da piantare, assicuratevi di scegliere una specie a radice corta. Questo vi aiuterà molto nella gestione del raccolto e soprattutto dello spazio.

Il terreno ideale per far crescere bene le carote è un terreno drenato e per quanto riguarda i tempi… ci vorranno circa due mesi prima di raccogliere i frutti del vostro lavoro, ma sarete ampiamente ripagati dalla bontà delle carote coltivate in modo naturale, senza diserbanti o additivi chimici!

Cavolo cappuccio

il cavolo cappuccio è un ottimo candidato per la coltivazione autunnale sul balcone

E a proposito della famiglia delle crucifere di cui parlavamo prima, anche il cavolo cappuccio è un ottimo candidato per la coltivazione autunnale sul balcone. Vi servirà del compost, perché questo ortaggio ha bisogno di un terreno davvero nutrito, e tanta acqua. Per crescere bene il cavolo cappuccio ha bisogno di tanta acqua quanto l’apporto di sostanze nutritive che andrete ad aggiungere al terreno.

Questo è il tris vincente nel caso in cui abbiate una buna esposizione al sole, ma se il sole scarseggia (questo vuol dire meno ore di sole, non assenza di sole totale), c’è una soluzione anche per questo. Vediamo allora quali sono gli ortaggi che si possono coltivare sul balcone nel caso in cui abbiate a disposizione meno ore di sole.

E se c’è poco sole sul balcone?

Se il sole scarseggia questo potrebbe essere un problema nel caso in cui vogliate coltivare gli ortaggi che, notoriamente, hanno bisogno di tanta luce. In questo caso il nostro consiglio è quello di non intestardirvi e non cercare a tutti i costi di coltivare broccoli, carote e cavoli cappucci se avete poco sole a disposizione. I risultati, con molta probabilità, non saranno quelli sperati e in più avrete perso tempo e denaro prezioso per acquistare i contenitori, la terra e le sementi.

Meglio puntare su qualcosa di diverso, per esempio sulla coltivazione di quegli ortaggi che, invece, possono crescere bene anche senza troppe ore di luce. A tutto c’è un limite, però, e diciamo che in ogni caso le piante avranno bisogno di un minino di sei ore al giorno di sole.

Vediamo allora quali sono gli ortaggi che potete coltivare nel caso in cui abbiate un balcone o terrazzo meno esposto al sole.

Lattuga

La lattuga è la classica insalata, amata dai più, sempre apprezzata. Si può facilmente coltivare in qualsiasi tipo di contenitore, a patto di fare attenzione alla crescita dei singoli ceppi

La lattuga è la classica insalata, amata dai più, sempre apprezzata. Si può facilmente coltivare in qualsiasi tipo di contenitore, a patto di fare attenzione alla crescita dei singoli ceppi. Non lasciate che i ceppi affollino troppo il contenitore altrimenti potreste comprometterne la crescita. Il terreno, aspetto molto importante, deve essere sempre umido, altrimenti la lattuga avrà un sapore amaro.

Spinaci

spinaci, una delle verdure più gettonate in autunno e perfette per la coltivazione in balcone

Anche gli spinaci sono da annoverare tra gli ortaggi che fanno bene e sono ricchi di nutrienti. Coltivarli, non è poi così difficile. Vi servirà una scorta costante di acqua e di sostanze nutritive, ma ricordatevi che il terreno non deve mai essere zuppo. Il tempo di raccolta? Molto breve: ci vorranno circa 40 giorni!

Poco più di un mese e potrete avere degli spinaci freschi, croccanti e privi di tutte quelle sostanze chimiche che normalmente vengono utilizzate nell’agricoltura industriale.

Bietola

Bietola, cresce bene anche senza il sole pieno dell'intera giornata

Questa verdura è spesso utilizzata per preparare insalate alternative, ma è ottima anche saltata in padella. La particolarità di questo ortaggio è che cresce bene anche senza il sole pieno dell’intera giornata. Ricordatevi di annaffiare abbondantemente!

E se il vostro balcone è proprio sfortunato e riesce a ricevere il sole per solo 3-4 ore al giorno? Be’, anche in questo caso non tutto è perduto! Potrete brillantemente coltivare altri tipi di ortaggi. Ecco quali.

Rucola

La rucola è un ortaggio che ama l'ombra e le temperature fresche, quindi se il vostro balcone è piuttosto ombreggiato, potete partire proprio da qui

La rucola è un ortaggio che ama l’ombra e le temperature fresche, quindi se il vostro balcone è piuttosto ombreggiato, potete partire proprio da qui. Non c’è bisogno di adottare particolari accorgimenti; ricordatevi sempre di rispettare gli spazi e di annaffiare quando serve. In poco tempo potrete servire a tavola un’insalata fresca, biologica e a km 0.

Cipolle

la cipolla non ha bisogno di molto sole per crescere bene. Ricordatevi di annaffiare quando serve e cercate di non affollare troppo il raccolto

Le cipolle in dispensa sono un must, soprattutto se vi piace cucinare, preparare deliziosi soffritti e condire insalate e carni. Anche in questo caso, la cipolla non ha bisogno di molto sole per crescere bene. Ricordatevi di annaffiare quando serve e cercate di non affollare troppo il raccolto. Se ne raccoglierete molte, ricordatevi che allora sì che vi servirà tanto sole: una volta raccolta le cipolle hanno bisogno di seccare al sole!

Ecco qua, che voi abbiate un balcone pieno di sole per tutta la giornata o che ne abbiate uno esposto al sole per poche ore, vi abbiamo dimostrato che niente è impossibile. Basta solo fare scorta di terra, fertilizzante, scegliere i contenitori giusti e il gioco è fatto!

Tutti questi ortaggi, ovviamente, si piantano in genere in piena terra, dentro l’orto o in giardino, ma quello sul balcone è un ottimo metodo di coltivazione se non avete né l’uno né l’altro, oppure se siete alle prime e avete deciso di cimentarvi con la coltivazione casalinga sul balcone prima di fare il grande passo dell’orto. In ogni caso, buona coltivazione a tutti!