fbpx

In molti casi il terreno dei giardini non si sviluppa totalmente in piano, ma si possono presentare dislivelli più o meno pronunciati; in questi casi decidere di creare delle pareti di sostegno è un’idea molto utile dal punto di vista patico, poiché impediscono l’erosione del terreno da parte dell’acqua piovana, piuttosto che dell’irrigazione, e al contempo possono contribuire significativamente all’abbellimento del paesaggio naturale dell’intera zona outdoor.

I muri di sostegno possono essere realizzati con materiali e con tecniche diverse, possono essere eretti per creare grandi aiuole, separare le varie coltivazioni o le differenti zona del giardino, o ancora diventare veri e propri letti rialzati.

1.

Non sempre si decide di creare una parete di contenimento esclusivamente per necessità; ma si possono realizzare vere e proprie decorazioni a parete, anche su un muro già esistente, con uno scopo puramente ornamentale.

Anche se nella maggior parte dei casi gli argini avranno il compito di evitare che il suolo eroda a causa delle piogge, il paesaggio naturale del prato può arricchirsi enormemente con l’aggiunta di una sorta di parete artistica come, ad esempio, quella che vedete nell’immagine.

2.

Quando il dislivello del terreno è molto accentuato lo sviluppo delle pareti basse deve essere perfetto e consistente; naturalmente questo ci può portare ad un significativo costo economico, ma il prezzo dell’opera dipenderà sempre dal tipo di materiale che si deciderà di utilizzare.

In questo caso è stato usato il legno, un materiale resistente e al contempo naturale e piuttosto economico. In alternativa si può optare per la pietra, il cemento o altri materiali più particolari.

3.

Costruire un muro di contenimento è sempre un progetto importante, che richiede attenzione e impegno, ma con i giusti accorgimenti e un po’ di studio preventivo chiunque può essere in grado di potarlo a termine con ottimi risultati.

Anche utilizzando il legno, come nell’immagine, si può ottenere una struttura di grande valore estetico; questo materiale pur essendo più economico di altri è molto versatile e perfetto per creare un paesaggio naturale.

4.

La pietra è uno dei materiali più suggestivi e maggiormente decorativi, soprattutto se inserita nella zona outdoor del giardino. Utilizzando la colla da costrizioni non sarà necessario preparare malta e cemento e la realizzazione del progetto diventerà molto più semplice e veloce.

5.

Allo stesso modo, sostituendo la pietra con blocchi di cemento e ghiaia, è possibile creare una parete di sostegno più economica e altrettanto funzionale; inoltre sarà ancor più semplice realizzarla.

6.

Un’altra idea che negli ultimi tempi sembra essere molto apprezzata anche dai giardinieri professionisti, soprattutto nei contesti più moderni, è quella di creare una sorta di gabbia utilizzando una rete a maglia metallica completamente riempita di pietre.

Il punto di forza di questo genere di muretto contenitivo è che si potrà decidere di riempire la “gabbia” con pietre naturali, piuttosto che con massi colorati o realizzati in materiali moderni, conferendo alla zona outdoor uno stile accattivante e del tutto personale.

7.

Anche decidere di mixare vari materiali all’interno della rete metallica è un ottimo modo per realizzare una parete di sostegno davvero suggestiva.

In questo caso sono stati utilizzati resti di ceramiche (tegole, cocci di vasi rotti) e rocce di vario tipo; uno stile molto accattivante e dall’impronta decisamente ecologica.