fbpx

Chi ama le piante, i fiori e chi ha una grande passione per l’orto, condivide con noi anche il rispetto per il pianeta e per l’ambiente. E con il Natale alle porte, si sa, è facile per tutti perdere la rotta e lasciarsi andare a sprechi e piccoli comportamenti molto poco… green!

E allora, visto che le feste stanno arrivano, quest’anno rendiamo il nostro Natale il più ecologico e sostenibile di sempre! Piccoli cambiamenti possono fare la differenza nel ridurre il nostro impatto ambientale durante le feste di Natale; fare acquisti intelligenti, pensare green e mettere in pratica piccoli ma importanti accorgimenti.

Questo è tutto quello che dobbiamo fare e, se ognuno di noi fa la sua parte nel suo piccolo, tutto sarà più facile! E allora ecco 7 semplici modi per un Natale amico dell’ambiente!

1. Meglio l’abete vero

Gli abeti veri sono molto più sostenibili delle alternative artificiali, dal momento che gli abeti finti, una volta rotti oppure usurati, sono piuttosto complessi da smaltire e impattano non poco sull’ambiente. 

Qui non si tratta di disboscare senza pietà, ma di noleggiare un albero per il periodo delle feste per poi farlo trapiantare dopo Natale. Oppure, potete cercare i punti di raccolta della vostra zona, che riciclano il legno in vari modi, e portare lì il vostro abete dopo natale.

2. Pacchetti regalo dall’anima green

Una volta acquistati i regali… si impacchetta e si infiocchetta tutto! Questo momento è forse il più divertente e creativo di tutto il Natale, ma spesso ci dimentichiamo che carta da regalo e imballaggi vari sono un vero e proprio spreco che va a incidere sull’ambiente in maniera notevole.

Pensate ai rotoli di carta da regalo, di carta oppure plastificata: una volta scartato il pacchetto tutto questo materiale finisce in spazzatura e va ad intasare i centri di raccolta. E allora che cosa si può fare? Possiamo optare per una carta da regali che non contiene plastiche o glitter, meglio ancora se in carta riciclata.

In commercio ci sono davvero tantissime alternative, anche ecologiche, che non per questo rinunciano a un design ricercato a un bell’effetto estetico finale! E poi, ricordiamoci di conservare i sacchetti regalo – quelli che si salvano dall’apertura dei regali ovviamente – perché molto spesso possono essere riutilizzati per impacchettare il prossimo regalo!

3. Meno sprechi di cibo

La cena della Vigilia, il pranzo di Natale e poi i giorni che precedono il Capodanno, il Cenone; cerchiamo di non sprecare mai il cibo durante le feste. Un po’ di abbondanza a Natale è comprensibile, ma se il cibo avanza reinventate altri piatti senza sprecare nulla.

E ricordate che gli scarti di frutta e verdura, gusci di uova e fondi di caffè sono il materiale perfetto per alimentare il vostro compost casalingo: il vostro orto vi ringrazierà!

4. Platstica zero per i regali di Natale

Anche i fatto di regali per Natale possiamo essere amici dell’ambiente, cercando di evitare prodotti che contengono plastica e packaging aggressivi. Il miglior regalo ecologico, in realtà, non esiste, a meno che quest’anno non vogliamo tutti armarci di tempo e pazienza e realizzare da noi i regali per amici e parenti.

Qualche idea? Candele profumate, scrub per il corpo, cioccolatini o altre piccole delizie preparate in casa, marmellate e… un bel cesto di verdura fresca che arriva direttamente dal vostro orto!

5. Luci di Natale rigorosamente a LED

Se ognuno di noi sostituisse le luci utilizzate per illuminare albero di Natale, presepe e balcone potremmo risparmiare tutti un sacco di soldi e tonnellate di CO2. Le luci a LED sono molto più ecologiche e consumano molto meno delle luminare tradizionali. L’ambiente vi ringrazierà e anche la vostra bolletta!

Per illuminare il balcone o il giardino potete anche utilizzare delle luci a energia solare, impostando un timer che ne regola l’accensione e lo spegnimento. Anche in questo caso, non solo risparmierete sull’ambiente, ma ridurrete anche le bollette!

6. Decorazioni natalizie fai da te

Palline, ghirlande, angioletti che si appendono, gufi in versione natalizia e chi più ne ha più ne metta. Ogni anno la tentazione è quella di aggiungere qualcosa alla propria collezione di decorazioni per Natale, ma la verità è che questa produzione e consumo di oggettistica ha un peso per l’ambiente.

Quindi, se vogliamo limitare il nostro impatto sull’ambiente quello che possiamo fare è puntare sulle decorazioni in legno, o al massimo in vetro, mettendo al bando la plastica. E se invece avete un animo particolarmente creativo, anche in questo caso potete realizzare voi stessi le vostre decorazioni per l’albero di Natale e per la casa. Bacche rosse, fette d’arancia essiccate, decorazioni con il legno preso direttamente in giardino: per questo avete davvero l’imbarazzo della scelta!

7. A Natale regala una pianta

C’è sempre un buon motivo per regalare una pianta! Per prima piante e fiori fanno bene alla casa e all’ambiente, favoriscono il ricambio di ossigeno e poi… mettono di buon umore. Ci sono piante che si prestano molto bene per essere sistemate in camera da letto, un luogo dove in genere le piante sono bandite, e altre, come le felci, che stanno benissimo in bagno perché amano gli ambienti umidi.

La stella di Natale è solo il più classico dei pensieri natalizi, ma ci sono tante altre piante, con delle bellissime fioriture invernali, perfette per stupire i vostri amici e la vostra famiglia con un regalo a impatto zero, amico dell’ambiente e molto originale.

8. Frutta e verdura a km 0

Tra poco ci sarà la corsa al supermercato per acquistare questo o quell’altro prodotto e per fare scorta di frutta e verdura per i pranzi e le cene di Natale, per preparare antipasti, dolci e macedonie. Ecco, se in giardino avete degli alberi da frutto, questo è il momento migliore per godere di melograni, arance e cachi.

Mentre per quanto riguarda l’orto, se avete lavorato e seminato a dovere, in questo periodo l’orto dovrebbe essere generoso con voi, regalandovi broccoli, cavoli, spinaci e finocchi. La frutta e la verdura a lm 0, del resto, non hanno prezzo e sono un’ottima occasione per portare sulla tavola di Natale prodotti sempre freschi e a km 0.