fbpx

Se non avete la fortuna di possedere un grande prato con ampie metrature disponibili per la coltivazione, ma soltanto una terrazza, un patio o un piccolo balcone forse dovrete rinunciare alla piantumazione di grandi alberi o a enormi quantità di specie fiorite, ma potrete comunque trasformare il vostro spazio outdoor in un fantastico giardino in miniatura, dove seminare i vostri ortaggi preferiti e godere della vista di magnifici fiori.

La maggior parte delle specie fiorite, le erbe aromatiche, molti ortaggi, ma anche varietà rampicanti e piccoli arbusti possono essere coltivati anche in contenitori, su terrazze e balconi, con ottimi risultati e, a ben vedere, con una manutenzione minima rispetto a quella che richiederebbe la stessa coltivazione direttamente nel terreno.

Vi sarà certamente capitato di vedere bellissimi balconi completamente ricoperti da piante verdi e stupendi fiori, piuttosto che un patio progettato per la coltivazione di piccoli ortaggi e erbe aromatiche; se desiderate trasformare anche voi il vostro spazio esterno in una zona dall’atmosfera naturale e suggestiva e poter dare libero sfogo al vostro pollice verde vi basterà decidere di farlo seguendo la giusta pianificazione.

Vediamo, allora, quali sono i 5 passi fondamentali per avviare la coltivazione delle specie che più amate direttamente sul balcone, nel patio o sulla terrazza di casa.

1. Scegliete accuratamente le piante che desiderate coltivare

coltivazione sul balcone

Per avere la certezza di scegliere le giuste specie da coltivare è necessario acquistare esclusivamente piante adatte al clima presente nelle zona di residenza; questa regola è valida sia nel caso di coltivazioni in contenitori che a terra. Ovviamente sarebbe difficile far crescere bene una specie tropicale in un clima dagli inverni molto rigidi.

2. Utilizzate terriccio specifico

coltivazione sul balcone

Una delle prime regole per avviare con successo qualsiasi tipologia di coltura è quella di usare solo terriccio di ottima qualità e differenziarlo a seconda delle specie. Ogni genere di pianta verde o fiorita e ogni varietà di ortaggio richiede specifiche qualità del terreno; utilizzando il terriccio idoneo sarà molto più semplice avviare la coltivazione e i risultati saranno certamente migliori.

3. Avviate la coltivazione degli ortaggi in casa

coltivazione sul balcone

Alcune specie di ortaggi richiedono un avvio di crescita in serra, soprattutto se desiderate partire dalle semenze e magari prima dell’arrivo della stagione calda; per questo è necessario disporre di una zona indoor con la giusta esposizione alla luce solare. Nella maggior parte dei vivai potrete acquistare i cosiddetti kit di avvio coltura nei quali inserire i semi; questi kit sono molto comodi anche dal punto di vista pratico poiché la loro struttura vi permetterà di posizionare le semenze nella miniera più idonea.

4. Etichettate le coltivazioni

coltivazione sul balcone

Nel caso di un avvio della coltura che parte dalle semenze sarà molto utile etichettare le diverse specie, questo perché, ad esempio, molti ortaggi sono davvero difficili da distinguere durate la prima fase della crescita. È possibile utilizzare bastoncini, etichette adesive da collocare sui vasi, pietre o qualsiasi altro oggetto sul quale è possibile scrivere il nome delle varie piante.

5. Raggruppate le colture a seconda delle loro esigenze

coltivazione sul balcone

Un ottimo suggerimento per facilitare la crescita delle piante nonché i lavori di manutenzione è quello di posizionare tutte le specie con le stesse esigenze le une vicine alle altre. Non tutte le piante, infatti, richiedono le stesse cure; differenti ore di esposizione alla luce solare, quantità diverse di acqua e tassi di umidità differenti.