trucchi giardiniere

Soprattutto quando si ha poco tempo e le cose da fare sono molte alcuni fastidiosi inconvenienti possono rallentare la manutenzione del giardino: il tagliaerba si inceppa, i vasi si stanno rovinando, non abbiamo sotto mano gli strumenti giusti per eseguire il lavoro che dobbiamo fare, ci troviamo di fronte ad una colonia di parassiti

Allora può essere utile scoprire qualche piccolo trucco, conosciuto solo dai giardinieri esperti, che hanno l’esperienza necessaria per comprendere l’importanza di alcuni accorgimenti, in realtà molto semplici, ma che possono davvero darci una mano.

Si tratti di alcuni metodi del tutto naturali, quindi ecologici e privi di controindicazioni, ad esempio per curare malattie fungine o eliminare sgraditi parassiti, e di piccoli accorgimenti pratici che faciliteranno l’organizzazione dei lavori.

 

1.

Per rimuovere i depositi di sale che si formano sui vasi di terracotta unite in parti uguali aceto bianco, alcool e acqua in un contenitore spray. Applicate il composto al vaso e strofinare con una spazzola di plastica; lasciate asciugare prima di inserire il vostro impianto.

2.

Per evitare l’accumulo di sporco sotto le unghie mentre state lavorando in giardino, sigillate la parte inferiore delle vostre unghie con scaglie di sapone, in modo che lo sporco non si infili sotto. Una volta finito il lavoro utilizzate uno spazzolino per rimuovere il sapone e le vostre unghie saranno perfettamente pulite.

3.

Per evitare che la corda del tagliaerba si inceppi o si rompa durante le operazioni di taglio, abbiate cura di trattarla con un olio vegetale spray.

4.

Se dovete prendere delle misure in giardino, magari per piantare alla giusta distanza ortaggi o siepi, un modo comodo, invece del classico metro che è difficile da tenere fermo se si è soli, è creare una strumento di misura rigido utilizzando ad esempio un manico di scopa o un semplice bastone dritto. Posizionatelo accanto al metro e con un pennarello indelebile segnate i centimetri.

5.

Spesso nei lavori di giardinaggio può essere utile un pezzo di spago; per averlo sempre a portata di mano inseritene un rotolo in un vaso, fate passare l’estremità dal foro di drenaggio e appendetelo a testa in giù nel giardino. Non andrete più alla disperata ricerca dello spago!

6.

Per creare dei marcatori per piante perfettamente naturali e decorativi scrivete i nomi delle piante, con un pennarello indelebile, sulle facce piane di pietre naturali di varie dimensioni e mettetele a terra in corrispondenza dei vostri impianti.

7.

Dovete contrastare un’invasione di afidi? Invece che ricorrere ad insetticidi chimici, potenzialmente dannosi, eliminatele a mano in questo modo: avvolgete del nastro intorno alla mano, con la parte appiccicosa rivolta all’esterno, e accarezzate le foglie delle piante infestate. Concentratevi sulla parte inferiore delle foglie, perché è lì che ai pidocchi piace nascondersi.

8.

L’acqua domestica che date alle piante non contiene le sostanze nutritive di cui hanno bisogno, quella dove fate bollire le verdure invece è ricca di nutrienti; una volta fatta la zuppa, non gettate l’acqua ma datela alle piante (dopo averla fatta raffreddare)!

9.

Utilizzate tè e fondi di caffè per acidificare il terreno delle acidofile come le azalee, i rododendri, le camelie, i gardenie e persino i mirtilli. Una leggere spolverata, applicata una volta al mese, manterrà il pH del terreno con il giusto grado di acidità.

10.

Per contrastare le malattie fungine in maniera del tutto naturale e, al contempo, davvero efficace, utilizzate la camomilla; basta aggiungerne un po’ al terreno attorno alla base delle piante una volta alla settimana, oppure utilizzarla come spray sulle foglie.

11.

Per creare dei marker per piante assolutamente naturali che non stonino con l’ambiente circostante, scrivete il nome della pianta con un pennarello indelebile sulla superficie di un sasso piatto e mettetela alla base della pianta.

12.

Dei vasi di terracotta sono una soluzione ideale, veloce e temporanea per proteggere piccole e giovani piante dalle gelate notturne durante la stagione invernale: si possono facilmente rimuovere al mattino senza grandi sforzi.

13.

Il modo più veloce per far seccare le erbe? Metterle su un foglio di alluminio e stenderlo sul cruscotto della macchina lasciata al sole, chiudendo bene i finestrini. In pochissimo tempo saranno perfettamente secche, e doneranno alla vostra auto un ottimo profumo, tutto naturale.

consigli giardinaggio