fbpx

Seguendo le giuste direttive e prendendo in considerazione tutti gli aspetti più importanti riguardo alle esigenze delle piante e alla loro manutenzione nel tempo, sarà possibile realizzare uno straordinario giardino urbano pur avendo a disposizione unicamente poche metri di spazio outdoor.

Sia che siate orientati verso la realizzazione di un giardino ornamentale che di un piccolo orto, l’aspetto più importante da valutare con calma e seguendo le giuste regole riguarda le esigenze peculiari delle piante che deciderete di coltivare.

1.

La prima cosa da chiarire prima di iniziare con la pianificazione e la realizzazione del vostro giardino urbano è che con ogni probabilità alcune piante moriranno o si ammaleranno e avranno bisogno di cure; questo potrà accadere per diversi motivi.

Magari perché inizierete la coltivazione di alcune piante partendo dalle semenze, che possono essere deboli e non crescere bene, oppure perché tra la fase della germinazione e quella della crescita interverranno fenomeni metereologici, piuttosto che malattie fungine o attacchi di parassiti che non dipenderanno dalla vostra volontà e che potrebbero compromettere l’equilibrio delle piante. Armatevi di pazienza e prendete questo progetto come una sfida.

2.

La scelta del luogo in cui iniziare la coltivazione delle vostre piante è tanto semplice come alzare lo sguardo al cielo e vedere il sole. Questo significa che se disponete di una zona con sei ore di sole al giorno potrete far crescere la maggior parte delle piante; se l’esposizione solare è migliore in numero di ore potrete coltivare più specie e se è minore dovrete semplicemente fare la scelta giusta in merito alle varietà.

3.

Coltivare piante fiorite o verdi, piuttosto che ortaggi e piccoli frutti, in vasi e fioriere ha i suoi vantaggi; è infatti possibile creare il terreno ideale per ogni impianto e così facendo avremmo la certezza di non far mancare nulla alle nostre colture.

L’unico importante accorgimento in merito ai contenitori che si utilizzeranno per la coltivazione è quello di avere la certezza che siano muniti dei fori per il drenaggio; non acquistate quindi i vostri vasi valutando soltanto l’estetica. Senza il giusto drenaggio le piante saranno destinate a vita breve.

4.

Il terreno in cui far crescere le vostre piante è molto importante. Sia che si tratti di coltivare in vaso che direttamente a terra, è necessario conoscere il terriccio in cui si stanno avviando le coltivazioni ai fine di evitare carenze nutrizionali che impedirebbero un sano e rigoglioso sviluppo delle colture.

5.

Sappiamo tutti che le piante hanno bisogno di acqua per crescere, ma le irrigazioni devono soddisfare le esigenze specifiche delle varie colture. Inoltre la regola di base e quella di non dare mai troppa acqua e nemmeno troppo poca; entrambe le situazioni possono risultare fatali, specialmente l’acqua in eccesso.

Il consiglio qui è quello di verificare per tempo le esigenze idriche di ogni impianto che avete intenzione di coltivare.

6.

Come per quanto riguarda le necessità idriche, lo stesso è valido per il tipo e la quantità di sostanze nutritive di cui le vostre piante avranno bisogno. Anche in questo caso informatevi prima sulle loro specifiche esigenze.

7.

È necessario conoscere sia gli amici che i nemici delle vostre piante. Le piante e gli insetti sono sempre correlati e, se alcuni insetti sono utili al vostro giardino, altri sono estremamente dannosi. È necessario conoscere questo aspetto e agire di conseguenza quando e se si presenteranno minacce.

8.

Una delle più grandi virtù di un buon giardiniere è la pazienza. Il giardiniere principiante tende ad essere troppo impaziente e frettoloso quindi non sarebbe una cattiva idea iniziare la coltivazione del giardino urbano con piante a crescita rapida, che vi permetteranno di vedere i risultati nel breve periodo.

Nel caso di un piccolo orto, ad esempio, i ravanelli, la rucola e la lattuga sono alcune delle varietà di ortaggi che potrete raccogliere presto.

9.

Alcune piante sono rampicanti e richiedono una sorta di tutore o di supporto per crescere in posizione verticale. È possibile coltivare queste specie, ma anche le altre, attraverso il cosiddetto giardinaggio verticale e massimizzare, così, lo spazio che avete a disposizione. Alla base delle strutture di supporto avrete, inoltre, spazio libero per altre colture.

10.

In caso di avvio della coltivazione partendo dalle sementi è importante tenere in considerazione il fatto che le piantine cresceranno espandendosi molto e avranno bisogno dello spazio necessario per svilupparsi al meglio; di conseguenza sarà essenziale procedere a tagli iniziali anche piuttosto drastici, a seconda delle specie, per rafforzare gli impianti.

11.

La potatura e le tecniche simili, quali ad esempio lo sfoltimento, sono necessarie per mantenere le piante in perfette condizioni nello spazio a loro disposizione. Tutte le specie hanno bisogno di essere potate, sia nel momento della formazione per rafforzarle che, successivamente, per una migliore produzione.

12.

La pianificazione è il passo più importante quando si decide di avviare un giardinaggio urbano. Sia che abbiate intenzione di procede con la coltivazione di svariati impianti che unicamente di poche varietà è necessario pianificare i lavori a seconda del vostro tempo libero.