fbpx

Se state cercando di aggiungere un po’ di varietà alla vostra collezione di piante, considerate i cactus. Intimiditi dalle spine acuminate? Non preoccupatevi. Alcuni tipi di piante di cactus non hanno affatto spine e poi molti cactus hanno caratteristiche divertenti e attraenti come peli bianchi, fiori gialli o forme stravaganti. 

E poi, i cactus sono piante di facile manutenzione, prosperano con una luce abbastanza intensa e hanno bisogno di poco altro per vivere bene.  Altre piante succulente vengono facilmente scambiate per cactus: la differenza ve l’abbiamo spiegate qui, ricordate?

I cactus sono piante grasse con steli legnosi o erbacei che contengono clorofilla. Gli steli carnosi immagazzinano l’acqua ed eseguono la fotosintesi per nutrire la pianta. A differenza di altre piante grasse, le piante di cactus hanno areole simili a cuscini sulla superficie degli steli, la maggior parte dei cactus ha spine e le spine di cactus in realtà sono foglie modificate che in natura proteggono la pianta del cactus dalla fauna selvatica e aiutano a ombreggiare la superficie della pianta.

I cactus sono eccezionali esemplari paesaggistici e piante d’appartamento se vengono date loro le poche cure di cui hanno. Se state pensando di aggiungere un cactus al giardino o alla casa, scegliere uno tra quelli che vi proponiamo oggi è un ottimo punto di partenza.

1. Cactus di Natale

Cactus di Natale, una tipica pianta da regalare per le feste.

Il cactus di Natale ( Schlumbergera spp. ) regala un gradito tocco di colore alle case anche durante i giorni scialbi dell’inverno. Arriva dal sudamerica e cresce nelle foreste ombrose del Brasile sud-orientale. Una pianta epifita, cresce su alberi e altre piante, o sulle rocce, ma non nel terreno.

I cactus di Natale fioriscono naturalmente due volte all’anno. I loro cicli di fioritura sono termo-fotoperiodici, il che significa che la temperatura e la durata del giorno innescano la fioritura. I boccioli dei fiori iniziano a fiorire quando le temperature diventano fredde o se trascorrono 14 ore al giorno nella completa oscurità.

2. Cactus Saguaro

Cactus Saguaro, un cactus molto grande che può essere coltivato anche in vaso.

Il cactus Saguaro, Carnegiea gigantea è una specie molto grande, arriva dal Messico e dalla California e cresce abbastanza lentamente. I Saguaros possono vivere anche per 200 anni, ma solo se ancorati in profondità in terreni rocciosi dove possono accedere all’acqua anche molto al di sotto della superficie del suolo. 

3. Cactus San Pedro

Cactus San Pedro

Echinopsis pachanoi è il nome botanico del cactus San Pedro. Questo cactus è nativo delle Ande in Argentina, Bolivia, Cile, Ecuador e Perù e cresce ad alte altitudini. I giardinieri di tutto il mondo coltivano il cactus San Pedro come pianta d’appartamento e lo consigliano perché è facile da coltivare.

In una zona di coltivazione temperata, il San Pedro è resistente alla siccità e si comporta bene anche in aree con precipitazioni abbastanza elevate, a condizione che cresca in terreni profondi e ben drenanti.

4. Il cuscino della suocera

Il cuscino della suocera, un cactus che si può coltivare a casa.

Il nome è un po’ buffo, eppure si chiama proprio così!

Cactus barile, Echinocactus spp . e Ferocactus spp ., sono cactus rotondi e paffuti che provengono dal deserto nordamericano. Vivono fino a 100 anni e producono piante ornamentali popolari, coltivate per i loro fiori gialli, arancioni, rosa o rossi.

Possono crescere lunghi, densi e affilati, oppure potrebbero raggrupparsi strettamente e avere coperture di filamenti cotonose. Alcuni tipi di cactus hanno poche o nessuna spina, i fiori aumentano il valore ornamentale dei cactus e le piante di questa specie offrono una grande varietà di colori.

5. Fairy Castle

Cactus Fairy Castle, un cactus elegante che si può coltivare anche dentro casa.

Noto anche come Cereus tetragonus, questo cactus nativo del Nord America ha preso il nome comune dai suoi ciuffi con molti steli che variano in altezza e appaiono come minuscole torri e torrette. 

Cresce molto lentamente e le punte crescenti a grappolo si estendono nel tempo e si ramificano man mano che crescono. Raramente questo cactus fiorisce. Quando lo fa, produce grandi fiori bianchi che si aprono di notte.

6. Fico d’India

Fico d'India, un cactus che si può coltivare anche in balcone o in giardino.

I cactus di fico d’India provengono dal genere Opuntia e includono alcune delle specie di cactus più tolleranti al freddo al mondo, con diverse specie in grado di resistere a temperature inferiori a zero gradi. 

Oltre ai lobi carnosi questi cactus facili da coltivare e producono fiori e frutti in modo prolifico. E poi i frutti che offre sono buonissimi!

7. Cholla Cactus

Cholla Cactus, una pianta semplice da coltivare.

I cactus Cholla, Cylindropuntia spp ., sono strettamente imparentati con i fichi d’india; crescono con steli cilindrici arrotondati o allungati e collegati da articolazioni segmentate. Ha fiori molto belli, colorati e molto scenografici, perfetti per aggiungere un tocco di colore dentro casa.

8. Cactus piuma

Cactus piuma, una pianta facile da coltivare a casa.

Il cactus piuma, Mammillaria plumosa , prende il nome dalla sua copertura di filamenti bianchi sottili che servono sia a scopi ornamentali che funzionali: i filamenti ombreggiano questo cactus corto e tozzo dal sole.

Come pianta d’appartamento, il cactus di piume cresce meglio in un vaso ampio e poco profondo. Evitate di bagnare i filamenti durante l’irrigazione e nutritelo due volte l’anno con del concime.

9. Cactus matita

Cactus matita, un cactus verde semplice da coltivare dentro casa.

Il cactus matita, Euphorbia tirucalli non è un vero cactus, ma una succulenta parente della stella di Natale, con aspetto e requisiti molto simili a quelli dei cactus. Adatto come pianta ornamentale, non ha bisogno di particolare curi per crescere bene.

10. Barile dorato

Cactus Barile, un cactus piccolo e semplice da coltivare.

Il cactus Barile dorato, Echinocactus grusonii, proviene dal Messico centro-orientale e ha la forma di un globo a sommità piatta, con spine dorate leggermente curve che lo rivestono. Un’aggiunta meravigliosa per il giardino ma anche per la casa. 

 

11. Cactus della luna

Cactus della luna, una pianta semplice da coltivare.

Il cactus della luna è una combinazione innestata di due specie vegetali distinte. I fiori sono brillanti: gialli, rossi, arancioni, rosa o bianchi. Queste piante non crescono in altezza, rimangono piccole e quindi sono perfette per chi non ha molto spazio a disposizione. In più non hanno bisogno di cure particolari.

I migliori vasi per piante grasse

Le piante grasse immagazzinano l’acqua nelle foglie, rendendole piante d’appartamento adatte alla siccità che richiedono poca manutenzione.

Per mantenere le piante sane e per coltivarle bene, la prima cosa da fare è scegliere il vaso giusto per ogni singola pianta. Questo non significa scegliere solo un vaso bello esteticamente, ma puntare su qualcosa che sia anche funzionale. 

I migliori vasi per piante grasse devono avere un drenaggio adeguato e uno spazio sufficiente per far crescere le piante. 

Come selezionare i migliori vasi

Ma come si sceglie un vaso adeguato che mantenga viva e fiorente la piante? Ecco quali sono i fattori da considerare.

Il drenaggio

Alle piante grasse non piace l’acqua quindi, indipendentemente dal design, le fioriere con fori di drenaggio sul fondo sono i migliori vasi per le piante grasse. 

La grandezza

Scegliete un vaso abbastanza grande da permettere alla pianta di crescere bene. Il vaso della misura giusta ha una circonferenza più grande del 5% della dimensione della pianta. 

Il materiale

I vasi sono disponibili in diversi materiali. I più popolari sono plastica, terracotta, ceramica, metallo, resina e legno. I migliori sono in genere quelli in terracotta e ceramica, perché traspiranti e ideali per favorire la circolazione dell’aria.

Se le piante sono di piccole dimensioni, anche il vaso avrà dimensioni contenute. Nei banner qui sotto trovate qualche proposta tra vasi in ceramica o in cemento con vassoio in bambù;   potete cliccarli per accedere alla pagina prodotto con tutte le opzioni colore, ed eventualmente acquistare in autonomia.

Se invece le dimensioni della pianta sono più importanti, allora anche il vaso dovrà essere capiente per consentire alla pianta di crescere bene. Nei banner qui sotto trovate invece delle proposte per piante di medie e grandi dimensioni, che possono esservi utili per iniziare la ricerca e farvi un’idea. Abbiamo incluso anche un’opzione neutra, che potete personalizzare in modalità fai da te. A questo proposito, vi invitiamo a leggere uno dei nostri articoli più letti riguardo ai vasi fai da te

Buone piante grasse a tutti! 

Leave a Reply