fbpx

Le piante non crescono belle e sane per caso. Per crescere forti e verdi del sole e dell’acqua, del suolo e dei giusti nutrienti … ed è proprio il fertilizzante il tema di questo post. Il fertilizzante rimette in circolo nel terreno i nutrienti di cui c’è bisogno, ma può essere aggressivo per le piante, oltre ad essere costoso nella maggior parte dei casi. E allora, per dare una bella sferzata al giardino senza intaccare troppo il portafogli, provate con uno di questi rimedi domestici. Piccoli trucchi e accorgimenti che regalano al terreno il giusto mix di sostanze nutritive e rendono le piante più belle, sane e forti.

1. La cenere del camino

La cenere del camino, un ottimo composto naturale che aiuta a neutralizzare un terreno acido.

Se avete un bel camino che in inverno scoppietta tutti i giorni, allora avrete a che fare anche con la cenere residua. Ecco, non buttatela via! La cenere che si forma dalla combustione dei cappi di legno ha un alto contenuto alcalino, che la rende ideale per neutralizzare il terreno acido. 

Per determinare se il tuo terreno potrebbe beneficiare di un’applicazione di questo tipo, dovrete procedere a un piccolo test per verificare se, effettivamente, il terreno ha bisogno di essere neutralizzato. 

2. La buccia di banana

banane, ricche di fosforo e di potassio. La buccia si può utilizzare come fertilizzante naturale per il giardino

Le banane sono ricchi di fosforo e di potassio, non solo il frutto ma anche la buccia. E allora dopo averle consumate conservate la buccia e interratele nel terreno o in giardino, soprattutto quando sarà il momento di piantare i pomodori, i peperoni o le rose. Il contenuto di potassio e fosforo nelle bucce arricchirà il terreno e rafforzerà le piante.

3. Compost fai da te

Compost fai da te, un metodo economico e naturale per assicurare al giardino tutti i nutrimenti di cui ha bisogno

Il compost fai da te è semplice da realizzare. Ci vuole solo un grande bidone e tanti rifiuti freschi, come bucce di frutta e verdura, gusci di uova e fondi di caffè, arricchiti con foglie e altri residui vegetali. Se riuscite a preparalo nel migliore dei modi potrete risparmiare notevolmente sull’acquisto del compost tradizionale.

A chi volesse iniziare a cimentarsi nella produzione di compost fai da te, suggeriamo un paio di pratiche idee di “compostiere” che abbiamo trovato online, di diversi prezzi e dimensioni in base alla capienza e al materiale (ci sono infatti anche contenitori piccoli per chi desidera realizzare una quantità ridotta di compost magari per fertilizzare un piccolo giardino o le piante del balcone o del terrazzo), a cui potete accedere direttamente cliccando i banner qui sotto.

Ancora, in commercio ci sono anche prodotti specifici per accelerare la creazione del compost, vi segnaliamo due tra i più efficaci e venduti nei banner sottostanti.

 

4. Acqua frizzante

l'acqua gassata contiene macronutrienti, tra cui l'anidride carbonica, l'ossigeno, l'idrogeno, il fosforo, il potassio, lo zolfo e il sodio, che sono tutti benefici per la coltivazione di fiori e piante.

L’avreste mai detto? Ebbene sì, anche l’acqua frizzante può essere utile per l’orto e per il giardino! Ma che cosa la rende la soda più nutriente per le piante rispetto all’acqua del rubinetto? La risposta è semplice: l’acqua gassata contiene macronutrienti, tra cui l’anidride carbonica, l’ossigeno, l’idrogeno, il fosforo, il potassio, lo zolfo e il sodio, che sono tutti benefici per la coltivazione di fiori e piante.

5. L’acqua dell’acquario

Gli acquari non vanno più tanto di moda, ma qualcuno che ancora ce l’ha dentro casa è rimasta. Ebbene, quando è il momento di cambiare l’acqua nell’acquario, versate l’acqua vecchia sulle piante. I rifiuti e i batteri nell’acqua dell’acquario possono essere dannosi per i pesci, ma sono benefici per le piante. Assicuratevi di usare solo acqua dolce, non acqua salata, e usatela solo per le specie ornamentali. Non per le piante dell’orto!

6. I fondi del caffè

I fondi del caffè sono particolarmente efficaci come nutrienti vegetali, grazie al loro contenuto di calcio, di potassio, di azoto e di fosforo

I fondi del caffè sono particolarmente efficaci come nutrienti vegetali, grazie al loro contenuto di calcio, di potassio, di azoto e di fosforo. Dal momento che i fondi di caffè acidificano il terreno, le piante che amano l’acido come i cespugli di rose, i sempreverdi e le azalee beneficiano maggiormente di un trattamento del genere. Spargete il caffè delicatamente sul terreno fresco, alla base della pianta o al compost, dove si mescoleranno con altri scarti di cibo e foglie per creare un terreno ricco e nutriente.

7. I gusci delle uova

I gusci delle uova sono ricchi di calcio: per questo possono essere utilizzati nell'orto o nel giardino per arricchire il terreno

Grazie al loro ricco contenuto di calcio, i gusci delle uova dovrebbero essere gettati in giardino, non nella spazzatura. Sciacquateli, schiacciateli per bene e aggiungeteli a tutte quelle piante, come i pomodori, che tendono a soffrire di carenza di calcio. Oppure, potete utilizzare i gusci d’uova interi come mini contenitori per la crescita delle piantine. Quando le piantine sono abbastanza grandi da poter essere trapiantate, piantatele nel terreno, con tutto il guscio: il guscio è biodegradabile e si dissolverà nel tempo andando ad arricchire il terreno.

8. Le foglie di tè

Le foglie di tè contengono i tre nutrienti necessari per avere un buon fertilizzante naturale ed economico: azoto, potassio e calcio

Le foglie di tè contengono i tre nutrienti necessari per avere un buon fertilizzante naturale ed economico: azoto, potassio e calcio. Cospargeteli alla base delle piante per avere un ottimo apporto di nutrienti a un costo davvero basso. Mettetele da parte, la prossima volta che gustate una buona tazza di tè!

9. I residui dell’erba del prato

l'aggiunta di un sottile strato di erba tagliata al giardino impedisce la crescita di erbe infestanti e aiuta le piante a trattenere l'umidità

Il prato prima o poi dovrete pur tagliarlo, giusto? E inevitabilmente accumulerete un bel pò di erba in eccesso, giusto? Ecco, l’aggiunta di un sottile strato di erba tagliata al giardino impedisce la crescita di erbe infestanti e aiuta le piante a trattenere l’umidità. Applicatela come se fosse un sottile strato di pacciamatura, meglio se in versione compostata.

10. Fertilizzante preparato a casa

Se messi insieme, alcuni semplici ingredienti che tutti noi abbiamo dentro casa possono offrire grandi benefici alle piante al costo dei fertilizzanti commerciali. Per esempio, i sali di Epsom, il bicarbonato di sodio e l’ammoniaca possono essere combinati per creare un fertilizzante che aiuta le piante a mantenere il fogliame sano e a stimolare la crescita. 

Gli ingredienti e la preparazione

  • Il sale Epsom contiene magnesio e zolfo, entrambi benefici per la crescita delle piante. Lo zolfo aiuta le piante ad assorbire i nutrienti dal terreno mentre il magnesio aumenta la capacità della pianta di produrre clorofilla, che è responsabile del mantenimento di un fogliame verde sano.
  • Il bicarbonato di sodio stimola le fioriture nelle piante da fiore e riduce anche il rischio di malattie fungine. Questo è particolarmente vantaggioso per le piante d’appartamento in vaso, che sono soggette a muffa a causa dell’eccessivo assorbimento e della circolazione dell’aria limitata.
  • L’ammoniaca domestica contiene azoto, un componente che favorisce una crescita sana delle radici. Per quanto riguarda i vegetali dell’orto, assicuratevi sempre di usare ammoniaca semplice, priva di altri ingredienti come profumo o additivi per la pulizia. E ricordate sempre: l’ammoniaca è tossica per le persone e per gli animali domestici.
  1. Prendete 1 cucchiaio e mezzo di sale Epsom e mettetelo in una brocca.
  2. Aggiungete un cucchiaino e mezzo di bicarbonato di sodio.
  3. Aggiungete un cucchiaino e mezzo di ammoniaca domestica.
  4. Riempite la brocca con acqua di rubinetto e mescolate.

Lasciate riposare per almeno 30 minuti per consentire al sale Epsom di dissolversi completamente. Etichettate il contenitore e conservatelo in un luogo fresco e asciutto lontano dai bambini e dagli animali domestici.

Suggerimenti

  • Nutrite le piante d’appartamento una volta ogni tre o cinque settimane. Durante l’inverno, quando le piante crescono più lentamente, è sufficiente farlo una volta ogni cinque settimane
  • Versate il fertilizzante fatto in casa intorno alla base della pianta, e mai sul suo fogliame. Questo è il modo migliore che hanno le radici per assorbire tutti i nutrienti.
  • Smettete di nutrire le piante nel tardo autunno, prima che le piante inizino il riposo vegetativo.

Leave a Reply