Poche specie di piante sono così semplici da coltivare e, al contempo, tanto belle da vedere e decisamente utili e adatte a svariati scopi, come lo sono le cosiddette erbe aromatiche o spezie. Queste piante possono crescere in ogni ambiente, in casa o all’esterno, a terra o in vaso, e possono diventare grandi e vistose oppure restare piccole e discrete.

Molte varietà di erbe aromatiche sono anche molto belle esteticamente, senza contare che si tratta di piante profumatissime e utilissime in cucina, nonché per la risoluzione di piccoli problemi di salute; molte spezie, infatti, hanno diverse proprietà benefiche e possono essere utilizzate per la preparazione di tisane, creme o deliziosi potpourri.

coltivazione delle erbe aromatiche

Ad ogni modo i giardinieri poco esperti o coloro che si accingono per la prima volta alla coltivazione di queste meravigliose piante possono fare degli errori, alcuni dei quali potenzialmente fatali per una sana e vigorosa crescita delle erbe aromatiche.

Scopriamo, quindi, quali sono i 10 errori più comuni nella coltivazione delle piante aromatiche.

1. Partire dalle semenze

Un errore piuttosto popolare è quello di decidere di iniziare la coltivazione delle erbe aromatiche partendo dai semi. Il primo motivo per cui è sconsigliato farlo è che i pacchetti di semenze contengono un numero molto elevato di semi, decisamente troppi per le esigenze comuni, inoltre è più semplice far crescere questo genere di piante acquistando le piantine già nate, così facendo, infatti, il successo sarà assicurato.

2. Scegliere la specie meno adatta

Tra le piante aromatiche ci sono specie e specie, alcune decisamente più semplici da coltivare, per questo è opportuno iniziare con quelle. Una delle spezie più facili da gestire è il basilico, cresce rapidamente ed è facile da coltivare; inoltre potremmo dire che il basilico sia un ottimo alleato per capire quando è necessario irrigare il giardino o l’orto, questo perché è molto sensibile alla mancanza di acqua e ci “insegnerà” ad annaffiare regolarmente.

3. Trattare le aromatiche come piante da appartamento

Anche se le spezie possono crescere bene anche in casa dobbiamo considerare che hanno bisogno di molta più acqua della maggior parte delle piante da appartamento, le quali si bagnano solitamente una o due volte a settimana. Le erbe aromatiche ci impongono di essere annaffiate più spesso.

6. Non potarle mai

coltivazione delle erbe aromatiche

Si tratta di un errore logico: abbiamo la nostra vigorosa pianta di basilico e non pensiamo certo che sia necessario attuare un taglio aggressivo; in realtà quando la pianta supera i 7/10 cm deve essere potata per facilitare lo sviluppo del fogliame, cosa che in fin dei conti è ciò che vogliamo che succeda.

5. Tagliare le foglie inferiori della pianta

Quando tagliamo le foglie delle piante aromatiche, ad esempio per utilizzarle in cucina, occorre tagliare quelle presenti nella parte superiore, le altre servono per dare energia alla pianta.

6. Lasciare che la pianta fiorisca

Per quanto riguarda tutte le piante aromatiche teniamo sempre a mente che a noi servono le foglie e non i fiori e quando vanno in fiore smettono di produrre foglie!

7. Utilizzare terriccio poco nutriente

Le erbe aromatiche necessitano di un terreno ricco e nutriente per crescere bene; è un errore comune pensare che, dato che si tratta di piante che non fanno frutto, possano essere coltivate anche in assenza di terriccio fertile. Fondi di caffè, compost o concime naturale sono i fertilizzanti che dobbiamo utilizzare nella coltura delle spezie.

8. Limitarsi nella coltivazione delle varietà

coltivazione delle erbe aromatiche

Una volta acquisita una certa esperienza con il basilico, che come abbiamo detto può rappresentare un ottimo punto di partenza perché molto semplice da gestire, non dobbiamo fermarci ma andare avanti e coltivare nuove specie di aromatiche; solo così la nostra passione per questo genere di coltivazione potrà crescere. Sono moltissime le piante che possiamo decidere di coltivare dopo basilico: origano, rosmarino, menta e timo, sono anch’esse varietà semplici.

9. Non leggere le etichette

Alcune specie di erbe aromatiche, di cui conosciamo unicamente il nome generico, come ad esempio la menta, possono essere di differenti tipologie e ogni varietà ha le sue esigenze specifiche. Siate certi di ciò che state coltivando!

10. Non controllare la crescita

coltivazione delle erbe aromatiche

Se coltiviamo le aromatiche a terra sarà necessario stare attenti e fare in modo che non si trasformino in piante invasive. Dobbiamo informarci bene sulle varietà e, se necessario, limitare la loro crescita.