fbpx
Orto

10 consigli per un orto senza disastri

Scritto da 26/02/2018 Maggio 6th, 2020 Nessun commento

Che bello coltivare il proprio orto e raccogliere i frutti della terra! Sì, quando tutto fila liscio e alla perfezione, ma quando le cose non vanno esattamente seguendo i nostri piani che rabbia! Tutto questo è comprensibile, soprattutto se con l’orto siete alle prime armi. Del resto nessuno di noi nasce imparato, sbagliando si impara e leggendo le nostre guide e i nostri consigli, forse, si evitano piccoli grandi disastri.

Coltivare un orto è un po’ come dedicarsi al giardinaggio; il successo di questo progetto è legato a doppio filo nel mantenimento delle buone condizioni della terra e dello spazio a disposizione, a una buona concimazione e alla cura dell’intera produzione. Insomma, l’orto è un progetto delicato, una sorta di ingranaggio dove tutti i pezzi devono essere curati al dettaglio per funzionare alla perfezione!

I buoni risultati, poi, sono figli dell’esperienza, di prove su prove e anche di piccoli errori che, però, ci servono per capire dove sbagliamo e perché. Quindi, vietato arrendersi! Anzi, quello che potete fare ora è verificare se state facendo tutto giusto. E se i vostri errori dipendessero da piccole disattenzioni e a cui non avevate mai fatto caso? Ecco per voi dieci piccoli grandi consigli che vi aiuteranno e non fare più…disastri!

1. Coltiva le varietà giuste

cavolo verza

Chi l’ha detto che in qualsiasi orto potete coltivare qualsiasi cosa? Primo errore! Non tutte le varietà di ortaggi crescono bene ovunque; quando acquistate le sementi, informatevi sempre presso i rivenditori sulle varietà più idonee alla vostra zona di coltivazione. Ci sono ortaggi, per esempio, che sono più resistenti di altri e producono bene anche in condizioni avverse, altri che invece in zone particolarmente delicate sarebbe bene evitare.

2. Semina quando è il momento

terreno argilloso

Altro aspetto ostico che può crearvi non pochi problemi: la semina! Quando acquistate i semi sulla confezione, in genere, c’è scritto quando è il momento migliore per procedere. Fin qui, tutto bene, ma il problema è che in alcune area il periodo della semina è più lungo e questo significa allungare i tempi di raccolta. Anche in questo caso, non seminate seguendo l’istinto, chiedete ai rivenditori qual è il momento migliore per farlo!

3. Sistema il terreno prima di seminare

melanzana in crescita

La semina non è un’operazione da liquidare in poco tempo. Prima di procedere dovete preparare il terreno e aggiungere tutte quelle sostanze organiche, compost o letame, che aiutano il terreno a diventare più fertile. Tutto quello che c’è dentro al terreno non si vede ma è molto importante per la buona riuscita del vostro raccolto!

4. Organizza lo spazio

cavolo verza

Questo è un aspetto molto sottovaluto, a prova di disastro! La semina deve seguire dei precisi criteri che riguardano soprattutto la gestione dello spazio. Gli ortaggi non devono essere troppo vicino tra loro, altrimenti produrranno poco e niente. Se invece trapiantate le piantine direttamente nel terreno, fate sempre attenzione a non metterle a dimora a una profondità troppo elevata: gli steli potrebbero marcire. Meglio scavare una piccola buca, che lasci il collo in superficie e le radici coperte.

5. Annaffia bene e in modo costante

l'annaffiatoio è uno strumento indispensabile nell'orto e in giardino

Il terreno deve sempre essere umido, ma senza ristagni. Un orto ben curato dovrebbe essere bagnato un giorno sì e uno no e tutti i giorni durante la stagione estiva. Siate sempre costanti: un’annaffiatura ben eseguita è responsabile della buona produzione del vostro orto. Potete usare l’irrigazione automatica o l’annaffiatoio, a seconda di come siete più comodi. Annaffiate come volete, ma annaffiate bene!

6. Concima il tuo orto

L'orto deve essere concimato alla perfezione. Del resto, se una pianta è ben nutrita, resisterà meglio a parassiti e malattie e crescerà meglio

L’orto deve essere concimato alla perfezione. Del resto, se una pianta è ben nutrita, resisterà meglio a parassiti e malattie e crescerà meglio. Ogni quanto concimare? No, la risposta non è “ogni tanto”, ma almeno ogni 4 settimane. Fate attenzione, però, a non concimare troppo; alcuni ortaggi, come i pomodori, producono molto bene in un ambiente troppo concimato. Se poi il periodo di raccolta si avvicina, scegliete un concime ad alto contenuto di potassio!

7. Non dimenticare la pacciamatura

foglie autunnali

Molto importante e sottovalutato da molti: la pacciamatura! Ma che cos’è? Uno strato di materia organica di circa 2-3 cm che serve per tenere il suolo fresco e umido al punto giusto.

8. Elimina le erbacce

erbacce nell'orto, da eliminare con costanza per preservare le colture

Ci vuole pazienza, è vero, ma questo è l’unico modo per eliminare tutti quegli impedimenti che danno fastidio alle piante e non le fanno crescere bene riducendo il loro spazio vitale. Bisogna quindi armarsi di santa pazienza a via, togliere a mano tutte le erbacce!

9. Dedicati al raccolto

il raccolto dell'estate

Dopo tanta fatica non vorrai trattare con approssimazione la parte più divertente e gratificante della vicenda? Bisogna dedicarsi al raccolto con costanza anche perché alcuni ortaggi, come i peperoni, le zucchine e i cetrioli, che smettono di produrre se il frutto maturo non viene raccolto nei tempi giusti. Sono le regole della natura e non si discutono!

10. Fai attenzione ai parassiti

pianta di pomodori

Non sol ai noi piacciono gli ortaggi. Purtroppo ci sono anche loro: i parassiti! Controllate sempre le vostre piantine e gli ortaggi quando stanno crescendo, proteggete sempre le piante con i prodotti indicati, ma senza abusare di sostanze chimiche. A che cosa servirebbe, altrimenti, avere un orto se lo tempestiamo di pesticidi?