fbpx

In un’ottica sempre più orientata al riciclo e all’utilizzo di sostanze e metodi naturali, sono sempre di più gli amanti del giardinaggio che ricorrono a trucchi e strategie eco-solidali, che possono dare un enorme contributo sia al lavoro di giardinaggio che alla salvaguardia dell’ambiente.

Il nostro spazio outdoor non è altro che un’estensione del meraviglioso mondo naturale, e come tale segue le stesse leggi e risente degli stessi abusi in caso, ad esempio, dell’utilizzo di sostanze chimiche aggressive e potenzialmente dannose sia per noi che per i nostri orti e giardini.

Vediamo quindi 10 consigli eco-friendly; semplici, veloci e assolutamente naturali e non invasivi, che vi garantiranno, oltre alla sicurezza di non danneggiare la natura, enormi vantaggi in termini di coltivazione e manutenzione delle vostre amate piante.

1. Accogliamo gli insetti utili

Alcuni insetti, come le coccinelle, le sirfidi e le api, si nutrono di afidi, parassiti che distruggono le colture. Un ottimo metodo naturale per tenere lontane le dannose colonie di afidi è quello di piantare, ad esempio, fiori gialli quali margherite e girasoli molti amati dalle coccinelle, o la salvia, il tarassaco e la calendula amate anche da altri insetti benefici, e creare luoghi in cui questi possono trovare riparo e deporre le loro uova. Si tratta di fare una battaglia biologica! Questi insetti diventeranno i nostri alleati contro le invasione dei parassiti!

pianta attaccata da insetti

2. Benvenuti, uccellini!

Come detto per alcuni insetti benefici, allo stesso modo gli uccelli mangiano lumache, vermi, bruchi e altri parassiti che distruggono le piante. Inserire alcuni nidi o vere e proprie casette per uccelli, sui rami dei nostri alberi o su strutture costruite ad hoc, è un altro metodo assolutamente biologico e, al contempo funzionale, per scoraggiare le colonie di parassiti.

mangime per uccellini

3. Piantate “in coppia”!

Destinare una zona del giardino ad un’estesa coltivazione di una o due specie di piante, le une vicine alle altre, in modo da creare un’area fitta, può essere utile per tenere lontane le colonie di parassiti. Ad esempio la calendula è ritenuta essere una delle specie più adatte a questo scopo, che ha la capacità di tenere lontani parassiti, ma anche funghi e batteri, dalle colture vicine.

Calendula: ha la capacità di tenere lontani parassiti, ma anche funghi e batteri, dalle colture vicine.

4. Stop alle lumache!

Lumache e lumaconi possono devastare velocemente intere coltivazioni, da piante fiorite ad ortaggi. Esistono svariati metodi naturali, che vi permetteranno di allontanarle senza ricorrere all’uso di prodotti chimici e dannosi; ad esempio cospargendo la zona intorno alle piante con gusci d’uova tritati, sabbie pungenti, ceneri o fondi di caffè; tutte sostanze granulose e affilate che le terranno alla larga della vostre coltivazioni.

Lumache e lumaconi possono devastare velocemente intere coltivazioni, da piante fiorite ad ortaggi

5. Create trappole per i parassiti

Fogli gialli appiccicosi sono ideali per catturare parassiti volatili; per le lumache invece riempite piccoli contenitori (ad esempio quelli degli yogurt), con crusca, latte o birra e interrarli nel terreno lasciando il bordo in superficie, le lumache verranno attirate dall’odore dolce e cadranno in trappola! Altra strategia efficace è quella di lasciare alcune metà scavate di pompelmo intorno alle vostre piante.

trappola per lumache

Vai ai prossimi 5 consigli >>