fbpx

Una cucina in giardino, completa di tutti gli elementi di cui necessita per essere davvero funzionale, non è in realtà molto comune, né tantomeno rappresenta un must per molti di noi, ma può diventare una stupenda occasione ed essere vista e vissuta come un’estensione dell’abitazione o una meravigliosa aggiunta ad essa. Vediamo come procedere e cosa considerare per avviare con successo questa nuova sfida di design outdoor.

Ovviamente lo spazio rappresenta il vincolo maggiore alla realizzazione di questo progetto di arredamento outdoor ma, come accade per gli allestimenti interni dove, in  mancanza di spazio, si opta per componenti d’arredo di minori dimensioni ma ugualmente pratiche e confortevoli, lo stesso vale per lo spazio esterno.

La cucina in giardino

Ci sono molti modi in cui è possibile organizzare una cucina all’aperto e alcuni di questi sono abbastanza semplici. Certamente bisognerà considerare anche le disponibilità economiche, ma questo resta implicito per qualsiasi lavoro di arredo si desideri fare nella propria abitazione, che riguardi lo spazio interno o quello outdoor.

La prima cosa da considerare, nel momento in cui deciderete di avviare questa impresa di design, è la qualità dei componenti di arredo che andrete ad inserire nella vostra nuova cucina che, essendo allestita all’esterno, necessiterà di un arredamento specifico composto da materiali che possiedono le giuste caratteristiche di resistenza agli agenti atmosferici, per il resto il lavoro di allestimento è praticamente identico a quello indoor.

La cucina in giardino

Certamente una cucina all’aperto vi darà molte soddisfazioni, regalando a voi e ai vostri ospiti piacevoli e rilassanti ore all’aria aperta, creando un’atmosfera conviviale e una zona interessante anche dal punto di vista estetico, che conferirà a tutta l’abitazione una marcia in più.

In aggiunta, dal punto di vista pratico, questo progetto di design ha molti pregi, come ad esempio il fatto che potrete sfruttare la vostra cucina all’aperto quando dovete cucinare pietanze fritte o odorose (come ad esempio il pesce), evitando di lasciare persistenti “profumi” all’interno di casa, e non sarete obbligati ad utilizzare il forno indoor nelle stagioni più calde surriscaldando ancor di più le stanze di casa.

Una cucina, che sia al chiuso o all’aperto, necessita di un’area di stoccaggio, e poiché stiamo parlando di una zona di deposito destinata a stoviglie, tovaglie, pentole e quant’altro, una cucina ad isola sarebbe decisamente molto utile e, avendo una cucina all’aperto, l’ideale sarebbe avere una zona pranzo limitrofa, tutto ciò che vi serve per organizzarla sono un tavolo e alcuni sgabelli, sedie o un paio di panchine, a seconda dello stile che vorrete ricreare.

La cucina in giardino

È possibile e consigliabile posizionare la cucina nel patio o in una zona del giardino coperta, che potete creare, se non l’avete già, utilizzando sistemi di tende da esterno o allestendo un gazebo. Inoltre, poiché si tratta di una zona outdoor, dove di solito si fanno con piacere e comodità i barbecue con gli amici, un camino esterno fisso o un sistema griglia mobile sono elementi indispensabili. Se ne trovano in commercio di svariate tipologie e anche a prezzi accessibili, specialmente per quelli a gas, ma anche costruire da sé un camino in muratura può essere una buona idea, è un lavoro piuttosto lungo ma anche abbastanza semplice a  livello di progettazione.

Installare all’esterno tutti gli elettrodomestici da cucina può rivelarsi piuttosto complicato, questo è il motivo per cui uno specialista dovrebbe essere la vostra prima opzione. È possibile progettare e costruire i mobili anche da soli, in questo modo avrete totale libertà per quanto concerne il colore, la posizione, i materiali, e lo stile dei vari componenti, ma la parte tecnica richiede comunque una conoscenza specifica, quindi è meglio chiedere un intervento professionale, per non rischiare di commettere errori grossolani che vanifichino il vostro progetto.

Indipendentemente dalle scelte stilistiche, tenete a mente che una cucina all’aperto dovrebbe essere per prima cosa pratica e funzionale, facile da usare e comoda. E poiché è all’aperto, si dovrebbe considerare l’utilizzo di colori ispirati alla natura per fonderla con essa senza rischiare di creare una zona troppo artificiosa.

cucina in giardino