fbpx

Avere nel proprio giardino alcune specie di fiori ideali per essere recisi è un ottimo modo per risparmiare denaro nell’acquisto di costosissimi mazzi e per poter portare all’interno di casa un po’ di natura.

I fiori sono preziosi alleati nella progettazione degli ambienti domestici; la bellezza di un bouquet colorato e profumato può letteralmente trasformare l’atmosfera di una stanza, inoltre i fiori sono regali sempre apprezzati e possono rallegrare la nostra abitazione e cambiare il nostro umore.

Ma avere sempre un bel mazzo di fiori freschi in casa ha un costo notevole se si decide di acquistarli da un fioraio; al contrario averli comodamente nel proprio giardino non ci costerà praticamente nulla, se non un piccolissimo investimento inziale, e tanta passione per il giardinaggio.

Non è necessario avere un ampio terreno libero per coltivare specie fiorite da recidere, alcune piante accuratamente selezionate saranno sufficienti per avere un bellissimo mazzo di fiori freschi ogni settimana.

Vediamo, quindi, alcuni suggerimenti forniti dagli esperti in merito alla coltivazione di tali varietà di piante.

1.

Decidendo di avviare la coltivazione delle specie fiorite all’interno e partendo dalle semenze sarà possibile iniziare il lavoro anche in pieno inverno, assicurandosi così abbondanti raccolte sin dalla primavera successiva.

È opportuno utilizzare semenzai ideali allo scopo e posizionarli in una zona calda e riparata dell’abitazione.

2.

Selezionate le qualità più semplici da coltivare, soprattutto se siete alla prima esperienza, e quelle con una maggiore resa nella produzione di fiori.

Piante come la Zinnia (disponibile in molte varietà, nane o giganti, con bellissimi fiori di diverse dimensioni e colorazioni come il giallo, il rosa e il rosso), la Dahlia (di cui esistono innumerevoli ibridi e varietà) e il Cosmos (specie ornamentale molto spesso presente nei climi temperati), sono perfette allo scopo, hanno una produzione abbondante e crescono facilmente, senza grandi lavori di manutenzione.

Con cinque esemplari per ognuna di queste specie vi assicurerete una buona produzione, in crescita sia dall’inizio della primavera.

3.

Quando arriverà il momento di trapiantare le piantine all’esterno, preparate il terreno con pazienza e molta cura. Utilizzate il terriccio ideale per la specie che avrete deciso di coltivare e aggiungete sempre una parte di materia organica, indispensabile per ottenere una buona produzione di fiori.

4.

Selezionate una zona del giardino che non sia in pieno sole ma che abbia un’esposizione molto luminosa, ad esempio una zona soleggiata tra gli alberi o gli arbusti del prato.

5.

Per una sana e rigogliosa crescita delle specie fiorite è essenziale disporre di un’adeguata irrigazione, meglio se di un vero e proprio impianto che potrà assicurare ai vostri fiori una costante e controllata presenza di umidità.

6.

Uno dei più grandi nemici dei fiori a stelo lungo è il vento; sarà quindi necessario proteggere le piante dalle correnti d’aria, un buon modo può essere quello di piantarle lungo la recinzione o al riparo tra i cespugli.

7.

Eliminate immediatamente i fiori marci o appassiti in modo da facilitare la nuova produzione, e controllate le piante osservando eventuali presenze di parassiti o insetti che potrebbero danneggiare la fioritura.