Se desiderate coltivare alcuni ortaggi, erbe aromatiche o piccoli frutti e avete a disposizione solo un piccolo giardino, o magari nemmeno quello, non disperate! Vi basterà scegliere i contenitori giusti e posizionarli sul terrazzo, sul balcone o anche semplicemente sul davanzale della finestra, oppure imparare a gestire bene i vostri piccoli spazi esterni.

Riuscire a coltivare in casa alcune delle vostre verdure preferite è un ottimo modo per dare sfogo alla propria passione per la natura e per il giardinaggio, e allo stesso tempo rappresenta una validissima scelta alimentare. Le vostre verdure saranno decisamente migliori e più saporite di quelle acquistate al supermercato e inoltre saranno molto più economiche.

Una piccola pianta di pomodori, una di cetrioli, qualche ceppo di insalata e alcune erbe aromatiche, vi garantiranno un ottimo raccolto, producono molto di più di quanto ci si possa aspettare e inoltre, se bene avviate, produrranno per buona parte della stagione. Con l’utilizzo di alcuni contenitori o sfruttando al meglio quei pochi metri quadri di terreno sarà possibile coltivare più specie di ortaggi e ricaverete davvero molta soddisfazione dal vostro piccolo orto! Non vi servirà acquistare per forza dei nuovi contenitori poiché potrete riciclare quelli che avete già in casa oppure trasformare oggetti inusuali in perfetti vasi per i vostri ortaggi.

1. Schiere di vasi di terracotta

I grandi vasi di terracotta sono eleganti, di facile manutenzione e hanno un look perfetto per essere disposti, ad esempio, lungo il bordo di una scalinata o di un patio, piuttosto che su un terrazzo. Questi contenitori sono ideali per coltivare le spezie come la salvia, la menta, il timo o il prezzemolo; in questo modo potrete averle sempre fresche e pronte all’uso. Per mantenere le piante compatte e cespugliose tagliate costantemente le punte con crescita irregolare e date loro la forma che desiderate.

2. Un vecchio colapasta

Cesti o vasi appesi sono un ottimo modo per creare uno spazio di crescita verticale e sfruttare al meglio le zone outdoor di cui disponete, è possibile inserirli su un terrazzo, appenderli nella zona del patio o sul balcone. Un vecchio scolapasta può diventare un perfetto contenitore, ad esempio, per una pianta di pomodori (varietà a cespuglio) o di cetrioli, ma anche per alcune piantine di fragole, e la sua struttura ha già i fori per il drenaggio; un’eccentrica alternativa ai contenitori standard! Appendetelo in una posizione riparata dai venti e irrigate costantemente.

3. Un piccolissimo orto in giardino

Se avete a disposizione un piccolo appezzamento di terreno, possono bastare 10 metri quadri, potete trasformare una parte di esso in un mini orto. Per sfruttare al meglio lo spazio disponibile, piantate alcune specie di ortaggi a crescita rapida, come i ravanelli e la lattuga, e alcuni ortaggi a crescita lenta; così facendo avrete sempre qualche frutto pronto e potrete mixare le colture come più vi piace a seconda dei vostri gusti. Coltivare in poco spazio una vasta gamma di verdure è anche un ottimo modo per tenere lontani i parassiti, i quali sono solitamente ingolositi da ampie coltivazioni della stessa specie di ortaggio.

4. Un mix di contenitori

Contenitori di varie forme, dimensioni e finiture possono creare un bellissimo effetto estetico, oltre a darvi il vantaggio di poter destinare ad ogni specie il giusto spazio. In un patio o su una terrazza piastrellata questo genere di allestimento darà un tocco di contemporaneità attraverso l’uso di contenitori metallici riempiti ad esempio con insalate, bietole o pomodori. Ricordatevi di applicare i fori per il drenaggio e di posizionare i contenitori in una zona ben soleggiata, avendo cura di irrigare quotidianamente.