Il giardino ecologico, detto anche giardino naturale, è il risultato di una tecnica di giardinaggio che prevede il completo e totale rispetto dell’ecosistema attraverso l’uso della flora autoctona. Questo genere di giardinaggio prevede, ad esempio, l’inserimento di insetti benefici al posto di prodotti chimici per l’eliminazione dei parassiti dannosi, il rispetto della vegetazione preesistente nel luogo dove si creerà il giardino e l’assenza di materiali e prodotti sintetici; in altre parole l’annullamento dell’impatto dell’uomo sulla natura.

Avviare un giardino naturale è un’impresa piuttosto complessa e impegnativa, che richiederà molta pazienza, ma proprio perché si tratta di giardinaggio naturale la sua manutenzione nel tempo sarà minima e con le giuste tecniche e i giusti accorgimenti sarà possibile creare un vero angolo di natura selvaggia.

Ci sono tonnellate di cose spesso ritenute completamente inutili, ma che possono diventare davvero molto funzionali per la coltivazione di piante di ogni genere e specie. Una mentalità rivolta all’ecologia è la chiave di successo per la creazione di giardini ed orti ecologici, e oggi più che mai si tratta di salvaguardare la natura, difendendo il nostro futuro su questo pianeta.

Riciclare oggetti apparentemente privi di utilità per coltivare piante verdi o fiorite, oppure ortaggi e piante da frutto, o per separare le varie zone del giardino, è un ottimo modo per creare un giardino ecologico e allo stesso tempo evitare di intasare un sistema già saturo, quello dell’eliminazione dei rifiuti, che è tra i maggiori problemi del nostro pianeta. Vediamo allora quali oggetti e materiali possono esserci di aiuto nella creazione di un giardino naturale.

1. Cassetti, armadi e tavoli

Inutile dire che tutti questi vecchi oggetti ormai inutilizzati in casa possono essere trasformati in splendide fioriere. Si possono usare anche vecchi secchi o pentole per piante di piccole dimensioni e posizionarle poi su tavoli ed armadi; o sfruttare i cassetti più piccoli per creare contenitori delle giuste dimensioni per piante di piccola taglia. Ognuno di questi oggetti diventerà una fioriera istantaneamente e senza costi aggiuntivi.

vecchi oggetti ormai inutilizzati in casa possono essere trasformati in splendide fioriere

2. Vecchie porte

Chi dice che in un giardino non possono esserci delle porte? Una vecchia porta posizionata in un luogo strategico del prato o per dividere la zona dell’orto dal resto dello spazio outdoor può davvero stravolgere l’aspetto del vostro giardino, creando un’atmosfera romantica ed originale. La struttura di porte antiche si può prestare molto bene alla realizzazione di un traliccio sul quale far arrampicare sempreverdi o piante fiorite.

Una vecchia porta posizionata in un luogo strategico del prato o per dividere la zona dell’orto dal resto dello spazio outdoor

3. Lampade in vetro

Quando si ha intenzione di creare un orto biologico, bisogno essere pronti ad inserire nel contesto oggetti che attirino uccelli, api e altri “giardinieri naturali”. La vecchie lampade di vetro possono presentarsi molto bene ad essere trasformate in mangiatoie o bagni per uccelli o insetti benefici.

La vecchie lampade di vetro possono presentarsi molto bene ad essere trasformate in mangiatoie o bagni per uccelli o insetti benefici

4. Una vecchia culla

Sapevate che le vecchie culle possono essere davvero utili nel vostro giardino? Smontate la loro struttura e posizionatela in verticale, ad esempio appoggiandola alla recinzione di casa; ora è perfetta per accogliere le piante rampicanti, da piante fiorite a ortaggi quali i cetrioli, da sempreverdi come l’edera a piccoli frutti di bosco quali lamponi o fragole rampicanti.

struttura fai da te per piante rampicanti

5. Telai di vecchi serramenti

Volete dare al vostro giardino naturale un tocco di stile? Posizionate piccole piante fiorite sui telai di vecchie finestre e appendetele ai rami degli alberi, oppure utilizzatele per creare dei divisori nel giardino. Diventeranno elementi di design outdoor davvero eleganti e ad effetto.

Volete dare al vostro giardino naturale un tocco di stile? Posizionate piccole piante fiorite sui telai di vecchie finestre e appendetele ai rami degli alberi

6. Sedie e seggioloni

Questi oggetti possono essere facilmente trasformati in fioriere senza necessariamente dover acquistare altri contenitori. Si possono anche dipingere con colori vibranti per un effetto più vivace e moderno.

sedia che diventa fioriera

7. Vecchie targhe

Che ne dite delle vecchie targhe degli autoveicoli? Assemblate in quadrati o in coni possono diventare suggestivi contenitori per le piante del giardino o per quelle di casa. Saranno sicuramente molto originali!

da targa a fioriera

8. Una vecchia bicicletta

Sono molto di moda e se ne vedono sempre più spesso; si tratta di vecchie bici arrugginite ed inutilizzate, che possono diventare stupende fioriere in stile retrò con contenitori appesi al manubrio o posti sul seggiolino, oppure semplicemente appoggiate al muro della recinzione e ricoperte da rampicanti verdi o fiorite.

vecchie bici arrugginite ed inutilizzate che possono diventare stupende fioriere in stile retrò

9. Piccoli contenitori alimentari

Bicchieri di carta, ciotole inutilizzate, vasetti in vetro o in plastica; tutti questi oggetti possono essere riciclati ad esempio per avviare le coltivazioni in semi durante l’inverno, dentro casa o in serra, oppure per piccole piante ornamentali o erbe aromatiche.

10. Un barca di legno

Se avete la fortuna di aver ritrovato nel garage della nonna una vecchia barca di legno, sappiate che può trasformarsi in una meravigliosa creazione riempita di fiori colorati e posta nel bel mezzo del vostro giardino naturale.

da barca a fioriera